“Who Seeds Love Collects Happiness” (Macché felicità, questa è una tortura!)

Salve a tutti, il mio nome è Diana. Mi sto aggirando per il corridoio della Sesta Casa dello Zodiaco scattando foto ogni tre per due col mio cellulare. Come se fossi una vera turista, invece che un fantasma collezionista che si aggira di storia in storia per immortalare i personaggi, i panorami e prendere souvenir. Non sono l’unica, anzi, tanta gente ha questo hobby. Ma io sono la migliore. Sono proprio come un fantasma. Ed è veramente divertente. Non mi divertivo così da quando sono scappata per un soffio alle grinfie di Shruikan, il drago nero di Galbatorix.
Nessuno fa caso a me perché grazie alla Carta dell’Ombra (gentilmente presa in prestito con tutto il mazzo a Sakura, tanto lei è impegnata con la cattura delle Clear card) posso rendermi invisibile agli occhi degli abitanti di questi mondi, ma io faccio caso a loro, a tutti loro. L’unico che se ne è accorto è Shaka della Vergine perché ho cercato di prendere in prestito un pezzo di una delle Armature, ma sta facendo la figura del visionario perché va a dire a tutti che c’è un intruso al Santuario. Gli altri Cavalieri, non trovandomi in alcun modo, gli hanno caldamente consigliato di prendersi una pausa dalle meditazioni adducendo il tutto a un esaurimento nervoso, mentre io me la ridevo.
Ed è proprio mentre sto controllando il cellulare per vedere l’ultima foto che sento altri turisti parlare di una nuova storia nel fandom di Saint Seiya. Per curiosità tendo l’orecchio per ascoltare meglio e poi vado a vedere di che si tratta e rimango di sasso, oltre che offesa.
– Ma che diavolo…? –
Volo via alla velocità della luce (Cavalieri d’Oro spostatevi) e mi dirigo alla casa di fanwriter91, matthues93 ed Evgenji, travolgendo un Passante che casca a terra.
Busso alla porta di casa e aspetto trepidante che qualcuno mi apra.

– Chi sarà a quest’ora? – si domandò fanwriter91 andando ad aprire. Con uno scatto degno di chi padroneggia il decimo senso, Diana gli balzò addosso e lo inchiodò a terra.
– DEVI FARE UNA RECENSIONE! SUBITO! – gli chiese con garbo.
– Ehm… ok! –

Erano del tutto ignari del fatto che, proprio in quel momento, si stesse avvicinando l’Addetto alle Bollette.
La luna era alta e rossa nel cielo senza stelle d’estate, l’individuo avanzava con aria molto byroniana per le strade di Fanficcinopoli, facendo svolazzare al vento le code del trench color del sangue.
Sembrava, tutto sommato, un incrocio tra Vincent Valentine e un cosplayer vittoriano di Vash the Stampede.
– Questa è una notte così maledettamente bella… – mormorò, sorridendo e mostrando una fila di denti degni di un pescecane affamato. – In notti come questa mi viene voglia di bere sangue… –

Cari lettori, qui è il vostro fanwriter91.

Dunque, Saint Seiya è stato uno degli anime più importanti per me: ha le magiche armature, la mitologia, e, sebbene in modo semplicistico e a volte addirittura infantile, ha trattato varie tematiche.

matthues93: – Io l’ho scoperto a 18 anni, ma mi ha conquistato subito. Certo, non è un capolavoro assoluto, però mi è piaciuto.-

Ma oggi non stiamo parlando dell’opera magna di Masami Kurumada, ma della seguente storia, segnalatami dalla prode Diana dell’introduzione, che mette i personaggi dell’opera in un’ambientazione liceale. Tra i personaggi più importanti ci sarà Shaina, Tisifone per i profani (sto parlando della tipa con la maschera e i comunissimi capelli verdi).

https://www.wattpad.com/story/62538465-who-seeds-love-collects-happiness

Nel primo capitolo vediamo solo Shaina che soffre non solo perché Seiya (aka Pegasus) l’ha messa nella zona amici, ma anche perché, dopo essersi messo con Isabel / Saori (ossia l’attuale reincarnazione della dèa Athena, personaggio famoso per farsi rapire ogni dieci puntate), il ronzino galoppante è cambiato e lancia a tutti solo sguardi vuoti e pieni di rabbia.

Semmai “o” pieni di rabbia, ma questo è il problema minore.

Veniamo anche a sapere che Saori ha come fratello Death Mask, detto Cancer. Immagino che dovesse avere dei genitori sadici se lo hanno chiamato così, dato che Death Mask dovrebbe essere un soprannome.

mattheus93: – C’è chi teorizza che Death Mask sia siculo! –

Shaina afferma anche di avere quattro amici: Shun (Andromeda), Ikki (Phoenix), Shiryu (Sirio) e Hyoga (Crystal). Segue una scena veloce in cui Seiya saluta solo Shun e non Shaina. Ostia, questi capitoli sono davvero corti, ce la faremo a fare qualche pagina?

Poco dopo, Shaina/Hope cammina a caso, senza rendersi conto di essere capitata in un quartiere malfamato (una delle varianti del vico vicoloso), dove viene tramortita e rapita da qualcuno. Gli aguzzini sono Cancer e Milo, quello che in originale è il cavaliere d’oro dello Scorpione, detto Scorpio. In questo contesto, come fa presagire il nickname, è un bad boy.

La scena seguente… NON è mostrata.

“fanno di me ciò che vogliono, e io non posso fare altro che soccombere. Una lacrima mi scende, sto troppo male. “Per..perché?” chiedo hai due ragazzi di fronte a me. Mi hanno violentato…”

Lady R: – Argh! Argh! ARGH! –

mattheus93: – S-Scorpio? Che… che… –

Ecco, in queste righette è riassunto l’orrendo atto dello stupro.

Ora, prendiamo un respiro profondo, perché il livello di demenza fa concorrenza alle fic più squallide e sceme.

Segue un monologo dove non si capisce bene chi sia a parlare, credo Cancer.

“Mentre il mio motivo oltre a quello che ha detto lui, che ti voglio, è anche quello di farti soffrire, non lo sai ma Saori è tua sorella, è stata adottata dai miei genitori, ma non c’è mai stato amore per noi. Lei te la vuole far pagare per l’amore che hai ricevuto sottraendoti Seiya, di cui sei innamorata e facendoti rimanere senza amici.”

Pur essendo avvezzo alle ficcine, la stupidità di questo ragionamento mi lascia perplesso.

Quindi: Saori e Shaina sono sorelle. Senza un chiaro motivo, sono state separate, Saori è stata adottata da una famiglia che non l’amava, e per invidia verso l’altra sorella (emarginata sociale che non accenna mai ai genitori) vuole farla soffrire. Sarebbe interessante sapere come mai Saori sa tutte queste cose e conosce ogni singolo dettaglio, ma dovremmo piegarci al jolly noto come “ragioni di trama”.

“Ormai sono un guscio vuoto senza anima.”

Oh no: Shaina è diventata un essere vuoto, presto, datele un po’ di umanità o almeno un’effige umana!

Il capitolo dopo inizia con uno scambio di SMS tra Shun e Shaina, che tronca i rapporti. Shun, buono come il pane, emotivo ed empatico come sempre, la prende benissimo:

“Sei tornata una stronza, forse più di prima, ed io, anzi noi che ci preoccupavamo per te , che stupidi. Non rivolgerci più la parola. Addio.”

Proprio l’atteggiamento di un amico fidato che vede il rapporto di amicizia interrotto senza spiegazioni!

“Ho visto che Seiya sta soffrendo senza voi, per quello vi era venuto a cercare quel giorno, per invitarvi al suo fidanzata ufficiale con Saori. Alla fine l’ho cercata Saori e abbiamo chiarito tutto, se all’inizio aveva fatto tutto questo per farmi soffrire, alla fine si è innamorata veramente di lui.”

Cosa?! Saori la vuole far soffrire da anni e con un discorso in croce hanno chiarito tutto? Cavolo, a quanto pare nemmeno i sacri guerrieri sono sfuggiti alle grinfie di Hope!

“Quando si chiude una porta un portone si aprirà.”

mattheus93: – Che perla di filosofia di vita: me la segno!

Al momento l’unica cosa aperta è la finestra, dalla quale ho appena gettato il PC. Stranamente, non ha colpito il Passante…

Il Passante, che aveva eroicamente cercato di seguire l’Addetto alle Bollette, giaceva terrorizzato a terra, in posizione fetale.
– O-o-o-occhi… – balbettava. – C-c-co-così tanti occhi… –

Andiamo avanti!

“Dopo essere andata a letto con Death Mask ancora un paio di volte, lui ha deciso di lasciarmi in pace; alla fine mi ha usato e rivoltato come un calzino e poi mi ha lasciato in pace perché ormai ero “roba” vecchia”.

Ma andiamo! Così a caso? La vittima dello stupro è andata a letto consenziente col suo stupratore senza alcuna spiegazione?

Alla mensa Shaina è tutta sola, ma Milo e Camus (ossia Aquarius, il tizio dello zero assoluto o quasi) si siedono davanti a le.

“Shaiana”
“Uhm” dico girandomi verso Milo che mi bacia. Wow che bacio.”

Wow che bacio scritto in grassetto?!
Siamo pazzi? Lei è stata stuprata da costui, anzi, picchiata, rapita e stuprata! E pensa a quanto sia figo?

Santo Hades, fa qualcosa!

Shun, che assiste alla scena, a caso le dà della puttana (e questo perché… Perché a Shun piace Milo? Se fosse così non mi stupirei…).

mattheus93: – Ma a Shun non piaceva Hyoga?-

Comunque, dopo una confusa descrizione in cui tutti fanno la maratonda…

“Sono nera so che Camus e Milo mi stanno seguendo ma anche Ikki,Shiryu e Hyoga ci stanno seguendo.”

Shaina capisce che… lei ama Milo!

“Adesso ho capito piano piano mi sto scordando di Seiya e mi sto innamorando di Milo.”

NO, NO E ANCORA NO!

Lei è stata stuprata da questo pazzo! Come può amarlo così, a caso? Non c’è nemmeno un goffo tentativo d’introspezione!

Anzi, Shaina sta pure migliorando a scuola, perché avendo intorno Milo, e di conseguenza l’intellettuale Camus, riceve qualche aiuto!

No, una persona traumatizzata… Oh, basta, non lo ripeto più, andiamo avanti!

“Avevo parlato con Milo, gli avevo raccontato tutto, del mio rapporto con Seiya e del mio amore; lui si era dimostrato gentile e comprensivo.”

Aaaaaw, ma che adorabile stupratore!

Milo comunque si ammala, Camus sta col fiato sul collo a Shaina e June del Camaleonte, semplice comparsa nell’opera originale (nonché etiope bianca e bionda), qui fa un cameo per interpretare la generica ochetta bionda che prende in giro Hope.

Lady R: – C’è una La Bionda per ogni fyccy, ma nessuna è come l’originale.- (Si abbracciano.)

D’un tratto, la porta dell’appartamento di fanwriter91 si aperse, ed entrò un ragazzo dai tratti vagamente femminei e i capelli verdi, vestito con un’armatura rosa decorata da catene.

– Salve. – disse. – Mi chiamo Shun, Cavaliere di Andromeda. Volevo solo dire che per un attimo ero stato felice che qualcuno si fosse ricordato dell’esistenza della mia ragazza, ma adesso che vedo come è stata trattata sono più triste di prima. –

E si ritirò in un angolo a fare cerchietti nella polvere, avvolto da un’aura di depressione in stile manga.

Tornando alla storia, manca giusto il cliché della megavillona: aspetto con ansia il momento in cui Milo le farà vedere che controlla tutto il Santuario, e vi assicuro che è un posto così grande che se Bolt mantenesse la sua massima velocità ci metterebbe delle ore a percorrerlo (tuttavia nella serie Athena lo supera in pochi minuti camminando a passo di lumaca, ma oh, ragioni di trama).

Dopo… boh, non ho capito: Shaina afferma di aver detto a June di stare con Milo, e per questo, sconvolta, informa del tutto Milo stesso.

Che spiegazione, proprio…

Shaina va a trovare Milo… A casa sua… La casa dove è stata stuprata!

“Questo posto adesso non mi fa più paura, perché so cosa provo adesso per Milo.”

Un’ostia, cazzo!

Milo si siede dolcemente vicino a lei, afferma che gli è sempre piaciuta (per questo l’ha picchiata, rapita e stuprata, immagino, deve essere un rituale di corteggiamento delle ficcine) e le chiede…

“Vuoi essere la mia ragazza?”

Io… Shaina, spaccagli la spada di Libra in testa!

Seiya Canonico (spuntando da un buco di trama senza motivo apparente): – Risulta avvilente vedere Shaina, raro esempio di donna (abbastanza) forte in uno shonen, che non è una stronza rabbiosa rompipalle e/o una dame in distress continua, venire ridotta così in una ficcyna. –

mattheus93: – Preferisco gli yaoi tra Milo e Camus, a questo punto… –

“Tu mi hai aiutato, mi hai aperto gli occhi. Milo io mi sono innamorata di te e credo che pian piano questo amore possa essere veramente forte.”

Cara Hope, l’unica cosa forte è stata la botta che hai preso in testa!

La storia si è fermata qui, per fortuna! Che dire? Noiosa, banale, offensiva, le ha tutte! Almeno è stata rimossa praticamente subito!

Con perplessità,

fanwriter91 e Diana

La porta venne abbattuta di nuovo, stavolta da una salva di pallottole di grosso calibro sparate da due grosse semi-automatiche, una bianca e l’altra nera.
Mentre tutti pregavano che fosse solo Dante Sparda e di sentire da un momento all’altro un “Let’s Rock!” seguito da coreografie tamarre e fiatelle alla pizza senza olive, l’Addetto alle Bollette fece il suo ingresso trionfale.
– Ci dovete sei mesi di bollette arretrate. – ghignò, ricaricando le pistole e armandole tirandole coi denti. – Preparatevi a diventare merda di cane. –
Poi si fermò, fissando uno dei recensori.
– Ma… ma tu sei fanwriter91! – disse. – Sono un tuo fan! Mi è piaciuta un sacco la tua idea di pubblicare articoli sui personaggi moralmente grigi! –
Shun e Seiya smisero di restare in posa da combattimento e si grattarono il capo, guardandosi confusi.
– Quindi… – azzardò il Cavaliere di Pegasus. – Niente scena di battaglia senza motivazione? –
– Ma dove credi che siamo, su Death Battle? – chiese l’Addetto alle Bollette uscendo. – Adesso vado. Altri cani rabbiosi meritano la mia visita… ma sento che una battaglia degna di questo nome sta per arrivare… sono eccitato! –

Nel frattempo, Zac Norris, detto Zack, nonché cugino di Chuck, identico a quest’ultimo ma caratterizzato dai baffetti alla Hitler, era appostato davanti a una grande casa blu.

Sorrise maligno: se voleva distruggere le fondamenta del Mondo della Fantasia, bisognava colpire l’infanzia.
Avvicinatosi davanti alla porta, suonò il campanello.
Ad aprirgli fu un grosso orso.
– Sì? Cosa posso… –
Un calcio rotante lo colpì con tale forza da scaraventarlo contro la parete, sfondandola, poi l’orso volò contro lo stereo, che si attivò.
Ridendo sadicamente, Zack sparse benzina per tutta la casa, raccolse un fiammifero e dette fuoco all’edificio. L’animale ansimò dolorosamente e una lacrima gli scese lungo il muso mentre la musica accompagnava lo scoppiettio delle fiamme.
– Addio, addio, amici addio… noi ci, dobbiamo lasciare… – intonò Bear.
Pochi istanti dopo, l’edificio esplose, non lasciando traccia della Grande Casa Blu, se non un cumulo di macerie.

E fu allora che una pallottola mozzò l’avambraccio di Zac Norris.
L’arto si trasformò in energia oscura e tornò attaccato al moncone mentre il malvagio individuo si voltava ad ammirare l’Addetto alle Bollette.
– Finalmente un degno avversario! – latrò, scagliandosi verso il nemico.

Continua…

PS (Aggiornamento del 15/03/2020): Questa fyccina squallida è finalmente sparita! Evviva!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...