“My bully – Harry Styles” (Sante Yavanna e Gwynevere, quante ipsilon!)

img-2761570-1-maxresdefault

Le cose a Nuova Fanficcinopoli andavano piuttosto bene. Era stato anche allestito il Centro Riabilitazione Cattivi Ragazzi (CR2), dove la dottoressa Twilight Sparkle stava sottoponendo un suo paziente, tale Roman Torchwick, al collaudatissimo e affidabilissimo Trattamento Ludovico.
Mentre la pony gli dilatava gli occhi con delle tenaglie e gli faceva cadere il collirio negli occhi, lo smartphone le squillò. Andata a controllare, furono i suoi occhi a espandersi.

Twilight_Sparkle_midriasi


Chi era questa twilighter_1989? Come osava tenere il suo nome nel nickname e mettersi a tradurre ficcine squallide?!

Abbandonato Roman (che nel frattempo Neo andò a soccorrere), la pony inviò subito un messaggio al suo infimo sotto servitore di seconda categoria, tale fanwriter91. Costui, sapendo che era meglio non far girare i cabasisi alla Principessa dell’Amicizia, interruppe la visione di The Boys e si fiondò a recensire.



Cari lettori, qui è il vostro fanwriter91, che in effetti non si faceva sentire da un po’ di tempo. Per staccare un po’, ho deciso di cercare qualche storia squallida, e, grazie alle altissime posizioni che tali storie ottengono nelle graduatorie, non è stato difficile.

Il racconto è una traduzione, compiuta da una certa twilighter_1989. Spero davvero che quel 1989 non sia la data di nascita, perché vorrebbe dire che una più grande di me adora le fanfiction squallide e le traduce con Google Traduttore, senza neanche rileggere.

https://www.wattpad.com/story/31305077-my-bully-harry-styles-translate

Come comincerà questa fyccina?

“Lia’s pov”

Ottimo inizio, tutt’altro che banale…

“BEEP BEEP BEEP!”

E che è, un road runner? Ah, no, è la famigerata sveglia! Siamo alla sagra dei cliché?

Ruby (mangiando un biscotto): – Check! –
Per offrire varietà alla storia, la protagonista ci dice subito che odia tutto e tutti e che si è trasferita dall’America all’Inghilt… cioè, viceversa, ma tanto cambia poco. Voi direte “Ma Harry abita in Inghilterra, cambia tutto!”
Beh, no: Harry qui abita in America. Oppure l’autrice ha invertito.

Ci viene subito detto che Hope “era” vittima di Harry Styles e la sua gang, ma ci avvisa che non è autolesionista. Non ancora. In ogni caso, quel tempo passato deve essere un errore o di traduzione o di continuità, visto che Hope è tormentata da Styles bad boy e dai suoi tremendi scagnozzi all’inizio della fic.

“In Europa attualmente era piuttosto popolare”.

Questo è un errore di traduzione. Probabilmente c’era scritto “actually”, che vuol dire “in realtà”. Dai, le so io queste cose.

“In Europa attualmente ero piuttosto popolare e avevo un bellissimo ragazzo, siamo stati insieme per un anno e tre mesi, ma stiamo provando a fare una relazione a distanza…ma non so se mi piace.
Avevamo davvero un buon rapporto , attualmente…fino a quando mi sono trasferita”.

Alzi la mano chi ha capito qualcosa. Perfino una lettrice ha commentato “ma com’è possibile?” E tenete al mente questo fidanzato. Verrà nominato ancora.
Hope, salutata la madre con la quale vive, s’incammina verso la scuola, ma non indovinerete mai cosa succede!

Come dite? Viene aggredita dai bulli?

“*wow, guarda grassa come sempre-Louis;)*”
Lei però lo ignora e corre via. L’autrice, nel finale del primo capitolo, si scusa per gli errori. Beh, apprezzo che ammetta di averne fatti, ma potrebbe, non so, farsi controllare da qualcuno? O magari mettersi a studiare seriamente la lingua inglese e ricontrollare tutto il testo, armata di un libro di grammatica e un vocabolario?

La storia procede: Hope ci spiega che vive nel college (ma non viveva con la madre…?) e che ha come unica amica Amanda, la sua estroversa (sessualmente?) compagna di stanza.
Ma andiamo a fare lezione di biologia.

“Avevo biologia alla prima ora, così presi il libro e mentre stavo chiudendo l’armadietto, qualcuno lo sbatté chiudendolo”.

Ecco che arrivano gli One Direction, pronti a insultare!

Lei cerca di scappare, Louis l’afferra e Hope scappa (come? Boh!).

“Cosi in bagno e cominciai a piangere. Non capivo perché loro mi odiavano tanto. Desidererei non essere qui.
Una volta smesso di piangere, finalmente mi alzai e lasciai il bagno.
Era la fine della giornata, così decisi di andare a casa.
Mia mamma mi domandò come era andata la giornata e di tutte le gentilezze e altre cose inutili”.
Cosa? Ci è rimasta per cinque ore, in quel bagno? E cosa vuol dire domandare delle gentilezze?

Inoltre, quindi ora è tornata a casa dalla mamma? Ma sta al dormitorio (in stile After, peraltro), oppure no? È troppo chiedere un minimo di coerenza?

A scuola, il giorno dopo, nel suo armadietto trova un foglio.

Quale orribile insulto ci sarà mai?

“I tuoi vestiti sono brutti come sempre”.

Ammetto che tal insulto potrebbe offendere parecchio, se detto a una persona con gravi problemi economici. Ma detto da un bullo è un po’ banale.

Evgenij:- Quando avevo dodici anni, due bulletti della mia classe delle medie mi davano noia trovando modo per prendere in giro ogni mio capo d’abbigliamento. Pensate che arrivarono a dire che certe mie scarpe era troppo “da nobile”: a ripensarci dopo tanti anni, ma che cavolo di presa in giro era?-

fanwriter91: – Ave, lord Evgenij! –

Purtroppo certi bulli vogliono solo urlare. Hope stessa ammette di odiare i nomignoli. Checché ne dica Tyrion, fare proprio un soprannome per dimostrare che non ti offendi non serve a nulla, non quando i bulli hanno l’intelligenza di un’ameba ritardata.

Evgenij:- Però Tyrion afferma che ciò servirà a non soffrirci più, non a far smettere chi usa tali soprannomi.-

In aula, dato che la prof non arriva, la protagonista legge…

“Appena arrivai al ventesimo capitolo qualcuno sbatté il libro come le mani e andò a sbattersi per terra”.

😀
Ma che cavolo di traduzione è? Mi sto immaginando Harry che prima prende il libro e poi si rotola per terra!

“Guardai in alto e vidi degli occhi color smeraldo fiammeggiante”.

Ah, il tipico verde fuoco!

Harry poi le fa lo sgambetto, lei cade tra le risate generali, corre ancora in bagno, ne chiude la porta a chiave (è possibile? Non della porta del singolo bagno, ma di tutta la sala) e dopo un po’ qualcuno bussa.

Sarà la prof? Non si sa, ma tal professoressa, pur sentendo Hope che piange, le dà due settimane di punizione per aver chiuso a chiave la porta del bagno. Lei si guarda bene dal dare spiegazioni.

Ok, è ridicolo, ma esistono purtroppo professori del genere.

Il capitolo si conclude con Hope che torna al dormitorio (sì, sta lì ora – la coerenza è un optional). L’amica non c’è, quindi la protagonista va a lavarsi e trova…
“Un rasoio”.

Sappiamo tutti come andrà a finire. Di certo non lo userà per radersi i peli delle ascelle.

Hope quindi si taglia, sanguina abbondantemente, si sente felice, tampona con un asciugamano e un cerotto risolve tutto. Autolesionismo trattato in modo superficiale e del tutto non realistico, perfetto.

Le telefona anche la madre, che la invita a casa per la cena. E lei accetta.

Ancora una volta mi sto domando: ma quanto sa questa famiglia delle condizioni della protagonista?

Poco dopo, ritorna l’amica Amanda, bella ubriaca dopo essere stata a una festa e crolla sul letto.

Ahò, che amica.

Evgenij:- A sua discolpa, va detto che non ha mica responsabilità particolari verso Hope/Lia: insomma, non è che quest’ultima le abbia chiesto di stare assieme quella sera, o di tornare presto. Inoltre, se la vostra amica e coinquilina fosse una Hope, voi non andreste a ubriacarvi alla prima occasione? Siate onesti!-

Mentre le due vanno a scuola, passano davanti alla stanza di Harry… vuol dire che qui i dormitori sono misti? Beh, dai gemiti si capisce che sta scopando.

Evgenij:- E te pareva: non poteva gemere perché ha sbattuto il mignolo contro la gamba del tavolo, ad esempio?-

fanwriter91: – In quel caso si impreca. –

In aula, Hope ha modo di parlare con Niall.

“Scusami se ti diciamo tutta quella merda, ma credimi, io non ho nessun problema con te e vorrei davvero conoscerti meglio”.
Ero eretta e perplessa.
“D-davvero?”
“Beh, certo, a me, a Lyan e a Zayn ci piaci davvero, e non capiamo perché Harry e Louis ti odiano.”
“Wow. Voi tre (Niall, Liam e Zayn) siete così carini, mi tratte come una merda, ma vi piaccio.”
Hope a quel punto ride. Immagino che sia una risata isterica.

Evgenij:- Questa svolta di trama non solo è idiota e insensata, ma è paurosamente simile allo sviluppo di “Da nemici ad amici…”.-

Il capitolo dopo si può riassumere nel seguente modo:
– Niall invita Hope a pranzo
– lei va a prendere le sue cose nell’armadietto
– Harry le sbatte la porticina sui polsi (immagino che sbattere gli armadietti sia un modo di salutare)
– il colpo è così forte che i tagli si riaprono, per cui Hope va alla mensa (e non in infermeria?)
– Harry le corre dietro in modalità super saiyan.
“Harry iniziò a camminare verso di me con luce maligna negli occhi”

Siamo in un anime, per caso?

Il super bullo leggendario le colpisce il vassoio (mh, prima le colpisce il libro, poi la porta dell’armadietto, ora questo…), rovesciandole il cibo in faccia.

E adesso… Hope corre DI NUOVO via e va DI NUOVO in bagno.

Evgenij:- Ma in tutto questo non sta anche morendo dissanguata per via dei tagli che si sono riaperti?-

Niall la ritrova e dice che lui e gli altri due non sono d’accordo con Harry e Louis, loro le vogliono bene!

Ecco i commenti:
“MA MAREMMA MAIALA DITEGLI QUALCOSA”
“MA DIMOSTRATELO ALLORA CAZZO”
“Però lo fate anche voi, il senso di sta storia, cazzo”

Questi commenti sono un toccasana.

Hope va a prendersi un caffè (tipico gesto di una persona sull’orlo del baratro e con il sangue che le sgorga dai polsi), poi va a camminare fuori e…

“Erano loro”.

Sono deluso. Avrei preferito LORO scritto in maiuscolo.

Evgenij:- Io ci avrei visto bene anche un bel BOMM!-

I cinque Power Rangers la raggiungono, con Harry e Louis che sono ostili e provvedono a picchiarla fino a farle perdere i sensi, mentre gli altri tre stanno lì a guardare.

Mh, Niall, Zayn e Liam potevano anche fare qualcosa, eh. Che succede, sono terrorizzati?

Hope si risveglia (che pathos…) e viene aiutata da una comparsa di nome Sarah, che si offre di portarla in ospedale, ma Hope ha capacità rigenerative degne di Wolverine. Non sia mai che debba andare a farsi un controllo dopo essere stata colpita fino a perdere i sensi ed essere pure caduta di testa sul cemento.

“Harry’s POV:
Dio.
Cazzo, la odio.
Cazzo,non so nemmeno perchè la odio. Fanculo. Non mi importa più.
Più o meno la odio per alcuni motivi”.

Che analisi psicologica! Questo si è che approfondimento!

Harry però ha paura: e se Hope fosse morta?

“*tornai a dare un’occhiata*”

Con suo sollievo, Hope non c’è. Speriamo che nessuno l’abbia portata via!
Harry è così preoccupato che muore di fame.

“Una volta arrivato a casa, visto che ero affamato decisi di farmi toast al formaggio. Nel processo mi bruciai tutta la mano. La quale era blu e nera. Onestamente, prima ho provato un dolore peggiore, questo non era granché.”

Evgenij:- Questa traduzione provoca dolore fisico.-

I commenti fioccano: tutti mandano a fanculo Harry, compresa una che pensa che la bruciatura sia la vendetta di qualche interista!
“Mangiai nel mio salotto. Ha una finestra enorme da cui posso vedere molte case perché bhe…è una grande finestra.”

Capitan Ovvio! Tan tan, Capitan Ovvio!

Harry vede un’auto.

“Poi vidi il passeggero uscire fuori. Feci uno sguardo sorpreso quando capii che era LEI”.

BOOM UNO SPARO

No, scusate, non ho saputo resistere.

Evgenij:- Che ricordi!-

“Subito dopo cadde a terra, ed iniziò a piangere sempre più forte. Potevo perfino sentirla. La vidi stringersi lo stomaco. Infine si alzò e camminò dentro zoppicante. Beh, almeno sapevo che stava bene.”

Stava bene.
Stava bene.

Evgenij:- Oh, no… –

mattheus93: – Here we go again… –

fanwriter91 (tirando la finestra contro il Passante dopo averla gettata dal PC): – E CHE CAVOLO! –

Perfino le lettrici chiedono se Harry abbia le pigne al posto del cervello.
Siamo sicuri che non sia la traduzione di una trollata?
Hope intanto va a tagliarsi.

L’autrice ci saluta dicendoci che tra poco avrà gli esami. Le consiglio di migliorare la sua conoscenza della lingua inglese, ma pure di quella italiana, già che c’è.

Harry intanto si sveglia, fa i compiti (what a twist!), prepara la colazione e si brucia col forno a microonde.

Evgenij:- Ancora? Sta’ a vedere che è masochista!-

Ora, prendo un bel respiro: Harry ci dice che sua zia lavora in ospedale, per cui lui l’aiuta. Ma in che modo? Harry qui è ancora uno studente delle superiori.

“Finalmente erano le otto. Effettivamente potevo andare a dormire. Andai nel mio letto…

“* ring * ring * ring*”
Dannazione, non sapevo che oggi sarei dovuto andare in ospedale”.

La zia gli telefona e gli dice che, avendo lei molti pazienti… lui li dovrebbe visitare?! Ma è un medico?!

Ebbene sì, Harry, essendo uno studente liceale, deve essere anche medico, perché la zia lo manda a visitare i pazienti che si sono rotti qualche osso, compresa quella che ha tentato il suicidio! E si chiama Lia, come la protagonista!

Wow, ma che coincide…

“La MIA Lia”.

Harry è sconvolto all’idea che la ragazza che ha picchiato fino a farle perdere i sensi abbia tentato il suicidio. E poi si mette a pensare a quanto sia bella…

“aspetta, cosa?”

Harry stesso è confuso. Signore e signori, siamo al momento delle redenzione ad cazzum!

Purtroppo, il bad boy ha sottolivellato l’intelligenza, perché non capisce come mai Lia abbia tentato il suicidio. Le lettrici ribadiscono la loro scarsa considerazione nei suoi confronti, e ciò fa solo piacere.
Lia si risveglia in ospedale. Ha tentato il suicidio!

“Dopo essere andata, minimo tre ore,da delle persone molto carine che mi hanno interrogato, finalmente potevo andare a scuola”.

Mh, e io che mi lamento degli ospedali dove sono stato. Insomma, dopotutto lì sono stati sgarbati e mi hanno detto “non c’è posto, vai a casa, se il tuo caso interesserà a qualcuno ti avviseremo. Cosa? Mandarti via sarebbe un reato? Ok, se la tua famiglia non ti vuole ti prendiamo noi” (non mi sto inventando nulla).

Tornata a scuola come nulla fosse (immagino che nessuno abbia avvisato la madre), Lia va, per la terza volta, a lezione di biologia.
E l’unico posto libero è…

Dai, ditelo voi!
Harry, essendo ancora scosso dal fatto che lei abbia tentato di uccidersi, decide di irritarla perché si annoia.

“Poi le colpii lo stinco per un minimo di otto volte, lei sussulto poche volte, ma nient’altro”.

Evgenij:- Redenzione un cavolo, davvero!-

Ancora una volta nessuno nota nulla.

Finita la lezione, Harry può parlarle. Dato che si è redento immagino che…

“Hei stronza, com’è stata la tua giornata?”

Lei lo ignora.

“Mi arrabbiai, così le colpii il fianco e lei cadde, ma non si mosse per niente. Nessuna tristezza nei suoi occhi e niente lacrime. La colpii di nuovo, ma non si spostò.”

Sta controllando se è morta?

Evgenij:- Con la stessa grazia di un troll.-

Le lettrici intanto lo apostrofano (Harry! Il super bullo!) con aggettivi quali “coglione”, “demente” e così via.

Andiamo avanti… Dato che non era ancora apparso il cliché “ballo scolastico” (di già? Ma la scuola non è appena iniziata?), Niall invita Lia ad andarci, e lei è tutta eccitata. Complimenti per aver nascosto i tagli per tutto questo tempo, eh.

Il tempo scorre…

“*knok *knok *knok *”

Evgenij: – Cosa sarebbe questo suono? –

fanwriter91: – L’orologio a pendolo, credo. –
Ci spostiamo al ballo. Harry Styles è annoiato, ma d’un tratto le porte si aprono… come da miglior cliché, è la Hope di turno, che si presenta bellissima e curatissima.

Harry viene però distratto da quella visione dal momento di slut-shaming.

““Ehi baby, vuoi ballare con me?”
Mi domandò Tara, la mia troia di turno”.
Bel modo di definire quella con cui esci, sei proprio l’uomo ideale!

Vediamo i commenti:

“Rispetto nelle ragazze eh”

“Hai studiato a Oxford tu”
In una scena estremamente noiosa e priva di pathos, Harry va verso Lia e le rovescia il punch addosso.

“S-scusami, non l’ho fatto apposta”.

Citare Baby Doll non rende la storia più interessante, spiacente!

Lia, umiliata, va a cercare Niall.

“Stava limonando con una delle troie della scuola”.

E basta!

Evgenij:- A parte il fatto che non si capisce perché Niall dovrebbe limonarsi un’altra, se è uscito con Lia, perché lei non è incazzata con lui?! Che c’entra l’altra ragazza? Davvero, magari a lei Niall ha detto di essere tutto solo, e lei ci ha creduto! No, continuiamo con lo slut-shaming, bene!-

Lia fugge, Harry la insegue, lei è disperata, qualcuno le telefona, fugge ancora, va in ba… ah, no, scusate, dietro un albero.

““Stai avendo un attacco di panico?”
Lei non annuì e non fece nessuno movimento con la testa.
“Puoi respirare?”
Agitò la testa per dirmi di no.
“Okay, bene scusami, devo farlo…”
Misi la mia bocca sulla sua, dandole aria. Una volta datole l’aria, lasciai la mia bocca ferma per un secondo.
E dopo lei si allontanò.
“Grazie.” Disse.”
Ma sicuro! Funziona così! Così si ferma un attacco di panico! Con delle molestie! Eh, sì, lei non ha espresso alcun desiderio di baciarlo, quindi sono molestie. Le vittime poi hanno una grande reattività nel rispondere, non lo sapevate?

Inoltre, Harry ha (a caso) umiliato pubblicamente Lia, quindi non vedo perché lei dovrebbe essere felice.

Ma adesso arriva un personaggio che ci mancava:

PAUL! Padre Abusivo, Ubriacone e Lercio!

(HacchanADL compone il numero telefonico di Lady R.)

“Per farla bene, mio padre è fuori di galera.”
I due si abbracciano, si sorridono, e segue un dialogo che dovete leggere.

“In effetti, a pensarci bene. Harry, mi colpiresti?”
“No no no, non ti prenderei a calci. Potrei ucciderti.”

Questi dialoghi non hanno il minimo senso!

Evgenij:- Ma l’ha pestata più volte in precedenza!!-

Signore e signori, ecco il momento culminante!

“No, il problema è che io faccio il bullo con te. Ti giro intorno come un maniaco perchè in realtà, mi piaci.”

Se qualcuno di voi sta pensando “ma questo è un coglione!”, non siete soli. Lo pensano anche le lettrici.

Il commento migliore è “Asufnoc onos”.

Harry si scusa anche per averla picchiata. Fantastico!

Ma che messaggio vorrebbe dare? Che se un ragazzo ti mena è perché gli piaci?

Evgenij:- Questo è uno stereotipo davvero tossico e schifoso. Chiunque si comporti così non è altro che un violento prevaricatore di merda, e deve essere punito, non premiato con una relazione!-

Dato che Lia, nel correre, si è slogata la caviglia (si era tolta le scarpe col tacco), Harry la prende in braccio in stile sposa e vanno a prendere i gelati, probabilmente col vestito di lei ancora tutto sporco.
Ci ritirano in ballo il vecchio fidanzato. Quello con cui Lia aveva una relazione a distanza.
In effetti, sarebbe interessante dirci che fine ha fa…

“Lui è morto dopo un lungo cancro, cinque mesi fa”.

Brava. Davvero brava. Usare una delle malattie più terribili di sempre per fare scena. Vuoi un applauso?

I due fanno i dolcini, solo che Harry si ricorda di “quella puttana di Tara”, che ha lasciato al ballo. Ma di lei se ne frega, tanto si starà strusciando su qualcun altro.

La odia anche Lia:

“E’ la più grande stronza del pianeta.”

Ah, a Harry dai un’altra possibilità (perché è uomo e figo), nei confronti di questa Tara, che è apparsa solo adesso (ma è una donna, e quindi rivale), non mostri alcuna pietà, eh?

Fuffa, fuffa e fuffa… I due tornano indietro, giusto in tempo per un altro cliché.

Ok: cosa succede dopo il famosissimo ballo?

Come dite? Si annunciano il re e la regina?

Santo Manwe, avete indovinato!

Però non avrebbe alcun senso se vincesse Lia. Lei ci è stata tipo dieci secondi, il suo cavaliere l’ha piantata subito e…

“ABBIAMO TARA HANSON E LIA THOMSON!”

Ma vaff… beh, l’unico che non ha votato è Harry. Dai, per favore, vota Tara, così almeno a…

“segnai la X su Tara”.

Oddio, un colpo di scena!

Peccato che, per sua stessa ammissione, Harry abbia sbagliato.

Evgenij:- COSA? Ma come ha fatto a sbagliarsi?! È per caso analfabeta?!-

Hope se ne va offesa a casa, con la madre, che, tanto per cambiare…

Ruby: – Chomp! –

… è andata a trovare dei parenti. Magari Lia vuole telefonare a qualche amica? No, eh?

Il giorno dopo torna a scuola, va ancora all’armadietto e ci trova un messaggio di Tara.

“Il tuo aspetto è più peggio del solito”.

Più peggio.

fanwriter91 (tirando il PC addosso alla finestra dopo averlo fatto passare per il Passante): – MA PORCA DI QUELLA… –

Evgenij (sbellicandosi dalle risate):- Finalmente abbiamo trovato il contrario di “più meglio” di “FAVIJ SAVE ME”! Evviva!-

Bulla generica arriva, e Lia decide di reagire agli insulti! Per prima cosa, le dà della puttana (brava, sul serio, eh… complimenti…) e, tra lo stupore di tutti… LA SPINGE DA PARTE!

Oddio, lo avessi saputo che era questa la strategia! Avrei stroncato un tipo con cui avevo a che fare e questi non sarebbe diventato uno spacciatore tossicodipendente!

Di colpo, tutta la scuola che le era ostile, passa dalla sua parte! Perché tutti odiano Tara, in realtà!

E questo perché… sarà perché è una femmina?

Evgenij:- Direi di sì. Bello lo slut-shaming, bello il sessismo. Ach…-

Harry poi le manda un messaggio: la vuole incontrare nel retro.

“Non sarebbe andata bene. I miei amici coglioni pensavano che fosse divertente portarla lì e picchiarla.
Dio, davvero non volevo farlo. Credo che abbia ragione Lia. La mia cazzo di reputazione. Dannazione. Se solo lei sapesse quanto non volessi farlo.”

Evgenij:- QUALI AMICI?!? Questo tentativo di scusare Harry è più patetico della giustificazione per il comportamento del personaggio di Bieber dato nella fic “Bianca come il latte, rossa come il sangue”!-

Ora:
1) ma non eri tu, con Louis, quello che la voleva menare quando gli altri non erano d’accordo?
2) se sei il capo, perché non inventi una scusa?
3) non è meglio avvisarla e poi cancellare il messaggio?

Risposta: boh.

Lia arriva, gli One Direction l’aspettano per picchiarla, e dato che lei è sconvolta…

“Mi sentivo come se volessi piangere. Non potevo prendere nient’altro. Afferrai il mio rasoio dalla borsa e lo feci cadere. Fece un rumore per terra. Guardai all’insù e loro mis tavano fissando con tristezza negli occhi. Mi affrettai e lo presi, e corsi via.”

Non ho capito.
Nemmeno le lettrici hanno capito.
NON HA UN FOTTUTO SENSO!

Evgenij:- Certo che no! In base a quanto stabilito finora, nessuno vuole picchiarla davvero, escluso forse Louis!-

Lei corre a tagliarsi in un vialetto (variante del Vico Vicoloso) e Harry la segue.

“Oh mio Dio,lia.” Disse e vidi uscire una lacrime.
Poi prese la sua maglia.
“C-cosa stav…” Afferrò i miei polsi e li avvolse intorno alla sua maglia.
“Ow!” Dissi.”

E ti credo che le fa male! Ma chi è questa, Elastic-Girl?? Aggiungiamo “pelle super elastica” ai poteri delle Hope!

Mentre controlla i tagli, Harry si scusa per la faccenda del ballo.

“Avevo messo una X accanto al nome di Tara, pensando che…”
Alzò le braccia per formare una X.
“…significasse che non volessi scegliere quella persona.”

HacchanADL:- Una simile affermazione dovrebbe essere ritenuta valida motivazione per revocargli il diritto di voto.-

Evgenij (ridendo a crepapelle):- Mi sta venendo in mente il video di Homer che vuole votare per Obama!-

A parte il fatto che, dalla mossa, sembra uno dei compari di Iacopo, vorrei solo dire: davvero? Sul serio?

Mentre lei cerca di allontanarsi, qualcun altro gira l’angolo. E ha una pistola in mano!
Che sia un personaggio interessante, volto a far giustizia?

Oppure è il Padre Abusivo?

Dai, vediamo.
L’aggressore è… ehm… lo chiamano tizio, ragazzo, uomo: non ha un nome. Harry cerca di far da scudo a Hope, che però ha la super velocità, per cui, nonostante Harry voglia morire con lei (apprezzo il gesto, ma sarebbe ancora meglio chiamare aiuto? Non ci sono i quattro pirla un po’ più indietro? Non siamo attaccati alla scuola?), lei si becca la pallottola.
Harry, anziché chiamare un’ambulanza, la prende e corre come un forsennato all’ospedale.

“QUALCUNO MI AIUTI PER FAVORE!”
Non sono un medico, ma sono abbastanza sicuro che scuotere selvaggiamente una persona morente non abbia effetti benefici.

“Finalmente dopo sei ore, il dottore mi venne da me”.

Inventandosi di essere il fidanzato, Harry riesce ad andare a trovarla. Strano che nessuno gli abbia chiesto niente. Si domanda anche:“ho fatto del male alla ragazza che amo, cosa c’è di sbagliato in me?”

Comunque, un applauso a Tizio: sicuramente è uno di quelli che è andato più vicino a uccidere una Hope.

Ah, fermi tutti: Hope si risveglia e svela che a spararle è stato il padre.

Noi ridiamo e scherziamo, ma eventi del genere non sono rari. A volte (troppe), capita che criminali appena lasciati andare tornino subito a delinquere, perché nessuno si è preso la briga di tentare di rieducarli.

Harry si chiede “cosa c’è di sbagliato” in quell’uomo… Harry caro, tu non sei tanto diverso. Probabilmente anche lui mostra così il suo amore.

Dopo due giorni, Lia è già a posto (che super rigenerazione!) nessuno chiede niente del proiettile che le hanno trovato dentro e lei se ne va con Harry saltellando sulle margherite. Belli allegri, se ne fregano del padre armato a piede libero e fanno le corse assieme: per l’amor di Sauron, ma volete chiamare la polizia?!

No, incidono i loro nomi su di un albero: rispettate la natura, per favore. Un certo Grom Hellscream ha avuto qualche problemino per aver tagliuzzato degli alberelli. E ancor di più ne ha avuti un tale Saruman.

“Vogliamo rotolare giù dalla collina?” domandò.
“Certo”. Dissi.”

Sì! Sì! Fatelo! Fatelooo!
Purtroppo non si fanno niente, e la scena è piena di love love.

E ora mi soffermo sul “che ve ne pare? Commentate” che lascia l’autrice alla fine di ogni capitolo.
Oooh, vedrai!

I due vanno a casa di lei. Troppi tardi: il padre ha ucciso la madre!

Solo a quel punto chiamano la polizia. Farlo prima, no, eh?!

Lia va a dormire da Harry, ha un incubo, fuffa, eccetera. E Harry definisce ancora Lia “perfetta”.

Sapete, devo dire che è un aggettivo davvero povero. Cioè, se dicesse “in conclusione, è perfetta!” dopo aver elencato i pregi, sarebbe già meglio, ma così non vuol dire molto. Dai, nemmeno l’autrice sapeva perché i due si sarebbero dovuti mettere insieme.
Non metto in dubbio che un bravo ragazzo (o ragazza, a seconda del sesso) possa sviluppare un senso di affetto e proiettività per una persona problematica, ma innamorarsi è un’altra cosa. E il personaggio di Harry è tutto fuorché un bravo ragazzo.

Hope, il mattino dopo, dato che vuole rivedere la sua coinquilina (unico vago motivo) decide di tornare al dormitorio.
Ecco, tranquilla: sono certo che il padre assassino non penserà mai di andare a cercarti nella scuola dove sei iscritta!

Il giorno dopo, Hope esprime il suo dolore con un “mia madre era morta”. Fate conti che le lettrici se la ridono, da tanto è priva di emozioni.

Evgenij:- Capisco ridere per il trash, ma io mi arrabbierei anche per l’insulsa superficialità con cui questa fyccina squallida affronta tragedie reali.-

Va comunque alla biblioteca, che è a due miglia dalla scuola (mh, miglio terrestre, vero?) e trova un ragazzo: che sia il Decklon di questa fic?

Vediamo che sta leggendo il libro Divergent. Prima non ve l’ho detto, ma tal libro è stato nominato varie volte. Deve essere l’unico mai letto dall’autrice.

Tal ragazzo si chiama Dylan O’Brien, che nella vita vera è un attore che recita in Teen Wolf.

I due cianciano, Louis e gli altri tre fanno un cameo per insultarla (ma gli altri tre potrebbero intervenire, magari? Non erano a suo favore?), fuffa varia. Ah, adesso Harry è geloso.

Non dovreste, che ne so, chiamate aiuto, mettervi sotto scorta da parte della polizia per via del padre assassino di Lia ancora in circolazione? Nulla?

E infatti, nel capitolo successivo, eccolo che torna.

“Mi girai intorno, e qualcuno con una corda mi stava fissando. Mio padre.”

Vorrà fare bungee jumping con la figlia?

Lia scappa, lui la insegue, poi un’auto si ferma davanti a lei e la porta si apre.

“Vieni con me, se vuoi vivere.”

Ah, no, scusate. Figuratevi se una simile citazione potrebbe stare in questa fyccina.

“LIA, ENTRA”.

Si tratta di Harry. Dopo il salvataggio, i due parlano un po’ del padre di lei che vuole ucciderla. Lia teme che un giorno ci riuscirà. Harry allora la invita a una festa (tentativo di distrarla?), Hope ci va e Louis le versa addosso il punch. ANCORA!

Lei però reagisce!

“Bhè, sono certa che tu sappia come farti una sega, ma perchè non puoi comprendere come andare a fanculo.”

Non ho capito.

Lia gli rovescia addosso tutto il punch, lo colpisce sul petto e Louis crolla tra gli applausi.
Wow. Ma lo odiavano tutti, quindi?

Evgenij:- Se non altro, almeno stavolta uno dei bulli si prende il trattamento che merita. L’altro no, ma pazienza.-

Harry e Lia, sono felici assieme, lui le fa la foto (che non esiste) vanno ancora al parco e qui trovano il padre. Ancora! Questa fic è abbastanza ripetitiva.

E questi spara di nuovo alla figlia. Dannatamente tenace.

“MA CHE CAZZO FAI!?” Urlò Harry, prendendolo a pugni in testa. Lo stese KO.”

Oh, wow. Che pathos. Che lotta. Quindi il punto debole di questo criminale introvabile erano… i pugni?

Evgenij:- Ecco un altro buon momento per condividere questo mitico trailer!-

Qui Harry non fa pugilato, non ci viene descritto, sarà tipo un ragazzo prestante, e tuttavia il padre, pur essendo armato, non riesce a fare niente.

Harry porta DI NUOVO la protagonista in ospedale.

“QUALCUNO MI AIUTI PER FAVORE!”

Le lettrici fanno notare che è un copia-incolla della scena precedente.

Evgenij: – Ma la traduttrice come reagisce a queste critiche? –

fanwriter91: – Manco risponde… –

Harry poi avvisa Liam. Saputo che Lia è in ospedale, se ne esce con una domanda del tutto coerente con la situazione:

“Ti piace?”

La prima cosa da chiedere! Neanche un “Oddio, che è successo?”
A tal proposito, vorrei far notare una cosa: Harry ha “tramortito” il padre, non lo ha ucciso o fatto arrestare. Non lo ha nemmeno disarmato. Il che vuol dire che è ancora armato e pericoloso!

Il dottore arriva e comunica una terribile notizia: Lia è in coma.

“Sembra che il proiettile abbia rotto un tipo di vena. Non abbiamo ancora scoperto tutto”.

Le lettrici continuano a ridere.

“Non volevo un mondo senza Lia.”

Lord Beerus è pronto ad aiutarti, tranquillo!

HacchanADL:- Qui c’è anche Enrico Pucci che vuole dare una mano, eh!-

Harry va a vedere la protagonista.

“Appena entrai vidi il suo corpo senza vita”.
(Si sentono le trombe di gioia.)

Davvero? Hope muore? Ci faranno davvero tal favore?
Non si sa. Segue uno stacco. Nel capitolo dopo, Harry appare pensieroso.

“Se volevamo essere onesti, mi era sempre piaciuta. Ero incazzato perchè l’amavo così tanto da fare il bullo con lei”.

images - Copia

 
Dalla descrizione, Lia appare essere solo in coma: che la traduzione sia stata fatta male, o che la contraddizione fosse anche nel testo originale?

Dopo un po’ di tempo, lei si risveglia.

““Torna a dormire.” Le dissi baciandole la fronte.”

Questa frase si commenta da sola!

Dopo un po’ di fuffa, Liam (o Harry, l’autrice ha usato entrambi i nomi) va ad aprire a una certa Emily.

Chi è Emily? Non si sa, pare essere in ottimi rapporti con Lia. Che in realtà sia Amanda, l’Amica Generica che ha fatto due camei? La comparsa che l’ha aiutata?

Boh?

Le due si mettono a fare il karaoke insieme.

Evgenij: – Ma non era in ospedale? È già uscita? –

fanwriter91: – Non ho capito nulla… E poi quello è il passato! Una Hope non muore così!-

Harry riceve un messaggino da parte di Laney, dicasi Amica Generica dell’Oca Generica, che lo invita alla festa. Un’altra?

Alla festa, in un modo non chiaro, Oca Generica 2 bacia con le sue “labbra grossolane e spaccate” Harry, che cerca di spingerla via, ma lei non si schioda. Ammazza, e che è? Una piovra?

Lia, nella miglior tradizione, vede tutto e scappa. Mamma mia, questa è già la terza volta che corre via dalla festa.

Ma dopo ciò che è successo non prova neanche ad ascoltare Harry? Le ha salvato la vita, fatto da scudo, ha steso (ma non fatto arrestare) il padre criminale, e lei fugge via senza lasciarlo spiegare?

Evgenij:- Come al solito, nelle fyccine la protagonista si arrabbia più per l’infedeltà del bad boy che per le legnate che le ha dato?-

HacchanADL:- In ogni caso, questa ragazza avrebbe un futuro fra i Naruto-runners, dritta in prima linea per assaltare l’Area 51.-

Zapp Brannigan: – Esatto, non potranno fermarli tutti! –

Luigi Cadorna: – Se una mitragliatrice può neutralizzare cento soldati, basta mandarne centouno! – (I due si battono il cinque sotto gli sguardi disgustati dei recensori)

Dai, ripetiamo ancora la sequenza…

“tre mesi dopo”

Ah, uno stacco di tre mesi? Veramente?

Viene fuori che Lia ha tagliato i rapporti con Harry (in realtà, meglio per lei), è andata a vivere con le amiche e sono andate anche in vacanza assieme.

“Ero felice che non ero mai corsa da Harry durante l’estate”.

Google traduttore. Senza rilettura.

“Mi mancava un casino Harry, ma mi aveva rotto il cuore, e mi aveva totalmente rotta.”

Che poesia.
Che lessico.
Che profondità.
Che schifo!
“Ogni giorno ricevevo dei messaggi da lui, in tutto avevo ricevuto 5014 messaggi e 273 chiamate perse.”

Aspettate, prendo la calcolatrice… 5014/90 = 55,7 messaggi al giorno, mentre 273/90=3,03 telefonate al giorno.

Evgenij:- E ora pure lo stalking, perfetto.-

Io continuo a domandarmi dove sia finito il padre: sarà caduto in un buco di trama e starà ancora precipitando?

Totalmente a caso veniamo a sapere che Lia, avendo perso dieci chili, è più in forma (mh, un bel calo!), fa pugilato (what…?) e si sente più sicura.

Dato che, dopo anni passati a odiarla, ora tutti l’amano, trova nell’armadietto almeno venti bigliettini coi numeri di telefono, ma ecco che Louis la raggiunge ancora, seguito dai tre dell’Ave Maria.

Ripeto: se tutti loro vogliono bene a Lia, perché non fanno qualcosa?! Hanno avuto mesi per pensarci!

Segue una lite tradotta alla cavolo.

“Sappiamo entrambi che non lo sei.” (Cosa? Boh!)

Louis carica un pugno e…

Come dite? Arriva Harry?

No! Hope lo ferma da sola e lo stende con un colpo nelle palle!

Ostia! Dimagrire e allenarsi nella boxe per un mese ha dato i suoi frutti!

Harry ha visto la scena, ma, dato che la storia è incoerente, anziché cogliere l’attimo per affrontare la questione, la spintona e se ne va.

“Prima che potesse andare lontano, inciampai e caddi sul suo viso.”

Nel caso non aveste capito la dinamica:
– Harry si gira,
– Hope fa per andarsene,
– Hope inciampa, fa tipo un volo di due metri e cade su Harry,
– Harry deve essersi girato proprio in quel momento e lei gli è caduta addosso.

Non conosco altri modi per dare un senso a questa dinamica!

Segue una scena rapidissima in cui Lia soccorre una certa Megan (nessun dialogo) che è caduta, Lia prende lo skateboard e Harry la spinge giù. Ma qui si comunica proprio a suon di spintoni, eh?

Il rasoio cade (non so cosa ci facesse lì), Harry afferra una spalla di Lia, che cade e si sloga DI NUOVO una caviglia.

“Mi tirai su e cominciai a camminare, ma mi prese in braccio a mo’ di sposa”.

La storia si conclude con la frase finale di Harry:

“Avevo intenzione di farla ingelosire, forse sarebbe tornata strisciando”.

In conclusione, questa storia è una noia assoluta, o almeno, lo sarebbe se non fosse per gli strafalcioni e la trama sconclusionata. Sono presenti temi tragici, come i lutti familiari, la criminalità, il bullismo e altre forme di violenza, e vengono trattati in modo demenziali e offensivi, in un goffo e ridicolo tentativo di far spessore.
Va segnalata e rimossa.
Un abbraccio,

il vostro fanwriter91

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...