“Magic” (Due schiaffi ed è già amore “shoccante”)

Ciao a tutti, sono Clara, conosciuta su Wattpad come nebbiabianca. Questa è la mia prima recensione, spero sia di vostro gradimento!

Comincio la recensione di questa fic, “Magic” di stefy_Niall11, dicendo che, a differenza di molte altre fanfiction sugli One Direction, questa ha Louis Tomlinson (altro membro degli 1D) come Bad Boy. Poverini, nessuno di loro si salva dall’onda putrida delle fanfiction di questo genere.

La copertina (un’unione di foto di Louis e della prestavolto della protagonista) è carina, ma già leggendo il prologo ho capito che la storia non lo sarebbe stata tanto.

La storia, lo ammetto, non è terribile come tante altre, ma tratta delle tematiche gravi con una leggerezza ridicola.

La fanfiction (che si verrà poi a sapere essere un fantasy, circa) si apre con il prologo che viene strutturato come fosse un diario in cui la ragazza, con una punteggiatura che fa accapponare la pelle ed errori grammaticali e morfologici in quasi tutto il testo (es. “scapare” e “confino”). Tale prologo descrive la scena che ha permesso lo sviluppo di quella che dovrebbe essere la trama, in cui viene spiegato che la protagonista vede suo nonno che fa uccidere dalle guardie due bambine che poi si riveleranno essere le sorelle del bad boy. Ecco il primo pezzo del prologo:

4 settembre 1800.

Non ricordo molto di quel giorno ma mi adatto a quello che i miei genitori mi raccontarono.

Era pomeriggio inoltrato ed io stavo tranquillamente giocando con delle bambole di stoffa , quando sentii delle forti urla provenire dalla grande sala principale dove si trovavano i miei genitori .
Spaventata corsi a vedere cosa successe e la scena che mi si presentò davanti mi fece fermare . I miei occhi non accennavano a batter ciglio , i miei piedi erano come stati incollati al freddo pavimento , non riuscivo  a muovermi , dai miei occhi non facevano che uscire lacrime di terrore , mio nonno nonché sovrano del regno aveva ordinato a due guardie di uccidere due piccole bambine indifese, forse di poco più grandi di me .

Quella scena non potrò mai dimenticarla è sempre presente nei miei incubi la notte , ricordo anche di un bambino con un ciuffo ribelle castano  che spaventato si era messo a piangere ed era scappato via con i genitori , anche loro con le lacrime agli occhi che invano stavano cercando di calmarlo.
Allora non potei fare niente ero solo una bambina .”

Tra l’altro, viene anche detto che il nonno della protagonista è il re del regno, ma quale regno? C’è una grande carenza di descrizioni.

Soprattutto, viene detto che il bad boy era un bambino (quello “con un ciuffo ribelle castano”) e sia lui che i suoi genitori sono stati lasciati fuggire senza alcun apparente motivo!

Un altro errore commesso nella narrazione è che l’anno dell’accaduto è il 1800, e la nostra protagonista Isabella (una sirena che, si verrà poi a sapere, ha la capacità di trasformarsi solo quando entra a contatto con l’acqua) era una bambina. Nel paragrafo successivo siamo nel 1821, lei stessa ci dice che sono passati ventun’anni, ma che ne sta compiendo diciotto! Le sirene hanno anche il potere di controllare il tempo?

Inoltre, tornando all’argomento “sirene”, lei è una sirena eppure vive fuori dall’acqua. Come? Non viene specificato.

Evgenij:- Worldbuilding di questo pseudo-fantasy non pervenuto.-

Nella stessa parte di prologo, Isabella ci descrive in maniera blanda come si sono conosciuti i suoi genitori, e ci annuncia che il suo nome è Rose Isabella Miller e che ha ereditato la sua natura di sirena dalla madre. Sulla sua famiglia, oltre a quanto appena letto, non verrà detto nient’altro.

Poi l’autrice deve aver avuto un cambiamento nella struttura del capitolo perché da diario è diventata una prosa vera e propria.

L’autrice tenta di creare suspence con una stesura che non mi ha trasmesso niente.

Infatti la protagonista viene avvisata, da un dubbio personaggio secondario, che “lui è tornato”, e che lei deve fuggire perché “lui” vuole vendicarsi su di lei per l’omicidio delle due fanciulle ordinato dal nonno.

Evgenij:- Bah, c’è un solo “lui” che possa intimorirci, e non è l’Oscuro Signore Snasato, bensì LUI, il super gangster di “Afraid of You” che rapisce ragazze curiose e impacciate per poi assassinarne le sosia.-

Alla fine del prologo viene detto che il bad boy si è allenato per anni per questo momento, eppure viene sgamato subito. Un professionista!

Il capitolo si chiude con un breve POV dell’antagonista/bad boy (niente genitivo sassone e POV messo prima del nome) di questa storia, Louis, che ci fa sapere che vuole uccidere la nostra cara protagonista Isabella. E ora la domanda mi sorge spontanea: non viene detto da nessuna parte che il nonno sia morto, quindi perché non si vendica direttamente su di lui? E, se morto, perché vendicarsi su un’innocente?

A piè di pagina c’è una nota dell’autrice scritta in grassetto dove ci informa che il capitolo è stato revisionato e questo si ripete anche nei successivi capitoli! Seh, non ci credo manco se mi paghi oro!

Inoltre, costei si augura di raggiungere almeno le 5 recensioni, e ciò è un po’ borderline, visto che su EFP è vietato chiedere recensioni.

Nel secondo capitolo i tempi verbali vanno a farsi benedire e sarà così per il resto della storia.

Questa sottospecie di protagonista decide di scappare dal castello in cui vive con i genitori e le guardie reali per andare nella villa di Londra dove i genitori trascorrono le vacanze.

Allora… tu sei inseguita da un assassino che vuole ucciderti per vendicarsi di tuo nonno che ha fatto ammazzare tutte le sue sorelle e decidi non solo di fuggire senza una degna protezione, perché “non vuoi che nessun altro muoia a causa tua” (va solo con il suo “amico” Niall), ma, invece di andare in un bunker o in un posto super protetto, te ne vai in villeggiatura?! Stai scherzando?

La protagonista viene fatta accomodare da qualche parte (penso sia una carrozza, ma non viene detto dove viene fatta sedere) e dopo “molto tempo” si trova già al confine del regno, anche in questo caso non viene specificato quale.

Evgenij:- Allora, vuole scappare a Londra, e si muove in carrozza: ne segue che si trova già in Gran Bretagna (a meno che la carrozza possa viaggiare sull’acqua). Allora, di quale confine del regno sta parlando?! Di quello fra la Scozia e l’Inghilterra? Peccato che nel 1821 fossero già unite. Va bene che lei è una sirena e quindi questa è una storia fantastica, ma allora, se vuoi creare una qualche geografia immaginaria, devi farlo per bene! –

Qui la carrozza si ferma improvvisamente e la protagonista, invece di insospettirsi, scende e si trova davanti Louis che, a quanto pare, aveva ingaggiato Niall per portarla da lui.

Evgenij:- Gran bell’amico, questo Niall.-

Segue uno scontro tra quello che dovrebbe essere un assassino addestrato e una ragazzina con un vestito così lungo e ingombrante che per scendere dalla carrozza è stata costretta ad alzarlo. Lui, invece di ucciderla all’istante, fa uno di quei giochetti in cui le blocca i polsi e le sussurra cose all’orecchio. Lei, di tutta risposta, riesce a dargli un calcio nella pancia, prendere un cavallo e scappare.

fanwriter91: – Wow, che super assassino. Anche ammettendo che Isabella sia allenata, è pur sempre una ragazzina contro un presunto super agonista. –

Questa scena è praticamente inutile perché lui la insegue e la riacciuffa subito; e adesso mi dovete spiegare come Louis possa prendere in braccio una donzella a cavallo, perché un equino è alto in media un metro e sessantacinque al garrese.

Tutto questo ci fa solo capire che lui è un incompetente e lei si sofferma su quanto lui sia affascinante e, quando lui pronuncia il suo secondo nome, appunto Isabella, a lei vengono i brividi (nulla da togliere al vero Louis, che è anche un bel ragazzo, ma spero che i brividi di Isabella siano di orrore). Niall, per tutto il capitolo, non viene descritto, ci viene solo riferito che: “Vedo  Niall scappare , sa già che più avanti ci sarà un cavallo con i quattrini che gli ho promesso.

La protagonista, alla fine, invece di domandarsi se effettivamente sia stata una buona idea andarsene in villeggiatura, si chiede come Niall abbia potuto farle questo e si addormenta tra le braccia di quello che dovrebbe essere il suo assassino…

Ma andiamo avanti!

Anzi, prima devo dirvi che ogni capitolo di questa storia si apre con delle citazioni che, in un contesto diverso, sarebbero belle. Ad esempio: “Le delusioni più forti le ricevi da chi hai dato fiducia”; o ancora: “Mi piace piangere nell’oceano perché solo qui le lacrime sembrano piccole” (Nelson Mandela).

Così però non vogliono dire poi molto.

Segue POV inutile di Louis in cui ci informa che vuole portare Isabella a Doncaster (e da questo particolare capiamo che ci troviamo ancora in Gran Bretagna), e che lei dorme tranquillamente. Ma ‘sta cretina sta “dormendo tranquillamente” nella carrozza con il suo assassino di fianco!

Capisco che lui non sappia interpretare bene il suo ruolo, ma cavolo, stai almeno un po’ vigile. Inoltre, pure lui si addormenta vicino a lei e da qui parte un salto temporale che ci porta a lui che si sveglia e lei che arrossisce vedendo quanto sono vicini.

Lui “chiede duro” alla principessa se vuole mangiare pane e acqua, lei accetta l’acqua e lui: “Principessina non si abitui troppo a questa parte gentile di me perché arrivati al castello cambierà tutto!”

Ma quando di preciso hai mostrato la tua gentilezza? Inoltre, perché a lei vengono i brividi sentendogli dire questa cosa?!

Isabella lo descrive come crudele, io mi sarei messa a ridere!

Ci viene poi presentata una scena che ci fa capire quanto sia intelligente la principessa: si mette a piovere, Louis entra nella carrozza, a lei cadono delle gocce di pioggia sulla mano e per non trasformarsi lei le asciuga. E, siccome lui la guarda, Isabella per il resto del viaggio pensa che Louis sia preoccupato per lei.

“Incomincia a piovere a piccole gocce  , sento la carrozza fermarsi tutto d’un tratto, entra Louis già tutto bagnato e fradicio , dalla porta mi arrivano delle piccole gocce d’acqua sulla mano , le asciugo subito non posso trasformarmi adesso come farei e poi davanti a lui .
 Dopo poco riprendiamo il viaggio visto che ha smesso di piovere ma io non riesco a smettere di pensare al suo sguardo che trasmette tanto dolore ,quando le piccole gocce di acqua mi sono finite sulla mano sembrava quasi preoccupatodel mio gesto .

Mi viene da piangere… Isabella cara, come puoi pensare che quello che voleva ucciderti sia preoccupato per te solo perché ha visto che ti sei asciugata due gocce di pioggia dalla mano?

fanwriter91: – Trasformarsi… ma dove siamo? In Mermaid Melody? –

Si passa poi dal passato remoto al presente con una velocità disarmante e lei viene portata da quello che voleva ucciderla in un castello (cit. Isabella) “non di quelli loschi ed antichi ma di quelli belli ed eleganti”.

Evgenij:- Che descrizione! Ma d’altra parte, meglio questi quattro aggettivi buttati assieme a casaccio, che una… un qualcosa di inesistente che causa molto dolore alla retina.-

Louis viene accolto da non si sa chi che gli dà del re e qui c’è il pensiero della protagonista: “anche loro è rimasto solo”.

… Sì, anche io rimaniamo scioccati.

E lei solo da questo “Bentornato… re” capisce che i suoi genitori sono morti e che per questo lui è arrabbiato e addolorato. Già.

fanwriter91: – Hm, essere il re non implica non avere fratelli/sorelle o amici. Insomma, prendiamo Faramir: gli sono morti il fratello, il padre e un numero imprecisato di soldati. Sarebbe anche il caso di spiegare perché il padre di Isabella ha ucciso le sorelle di un re (e prima del passaggio, figlie del re), quindi delle principesse/duchesse/quello che sono. Di solito avere prigioniera una principessa e sposarla è un ottimo modo per legalizzare la propria ascesa al trono. –

Evgenij:- In effetti, tutto ciò è davvero poco chiaro, per usare un eufemismo.-

Adesso ci viene descritta una scena flash in cui Louis porta Isabella nei sotterranei, la fa rinchiudere, lei si chiede come una persona possa essere così crudele e spietata, e, dopo essersi rimessa in piedi a fatica per il dolore al ginocchio e ai polsi, intona “Let It Go” di Elsa di Frozen! COSA STO LEGGENDO?!

E… niente, tenete a mente che: IL CAPITOLO È STATO REVISIONATO.

fanwriter91 (canticchiando): – L’arcobaleno è la mia scia, che navigo in cerca, di quella montagna! Luce all’alba melodia… –

Nel capitolo successivo entrano in scena altri due membri degli 1D: Zayn e Liam, i cavalieri di Louis.

I due vengono descritti con una così forte carenza di virgole che ho dovuto rileggere la frase tre volte.

Nelle successive righe le virgole sono messe a cavolo e frasi che dovrebbero essere domande dalla punteggiatura sembrano invece affermazioni.

Per esempio:

“Principessa , se non le sembriamo scortesi ma perché vi ha catturata , cosa gli avete fatto , a noi non ha voluto dire niente”chiese Liam preoccupato della mia risposta.

Ed ecco cosa non si dovrebbe scrivere in una scena con due guardie che dovrebbero essere al servizio del re che vuole vederti morta:

“Io non c’entro nulla con questa storia , la colpa e [l’accento si è volatilizzato] dei miei nonni che si vollero vendicare della sua famiglia perché i Tomlinson stavano complottando alle loro spalle , così fece uccidere le sorelle di Louis che tanti anni fa aveva solo sette anni ed adesso è tornato per vendicarsi”dissi spiegando molto velocemente tutta la storia , era vero io non c’entravo niente avevo solo tre anni e non capivo cosa succedeva intorno a me , solo dopo mi accorsi di stare piangendo , non piangevo da molto tempo ormai , lo stavo facendo soprattutto per sfogare tutta la mia rabbia.
“Principessa cacciate via quelle lacrime e sorridete adesso ci siamo noi a farla compagnia”disse Liam
“Sarà l’inizio di una piccola ma grande amicizia !” urlò Zayn
“Siiii!!”urlai io , ero una principessa ma ho sempre amato trasgredire le regole: sorridere sempre , non rispondere mai , non ridere , non urlare … sono regole che non ho mai rispettato e mai farò.

Questa scena mi fa capire che Isabella è un’idiota; che non sa fare i conti perché se al momento dell’accaduto avevi tre anni dopo che ne sono passati ventuno non ne hai diciotto, ma ventiquattro; che le descrizioni sul suo carattere sono prive di concretezza e che la sua ingenuità non è del tutto non giustificata.

Infatti, subito dopo, ci viene fatto intendere che le due guardie non sono per niente professionali.

“Principessa , principessa mi ascolti stà per arrivare il re faccia finta di dormire cercheremo di  coprirla noi”disse Zayn e Liam annuì convinto , presi la coperta ed il cuscino mi stesi su di esso , chiusi gli occhi , sapevo quello che mi aspettava , avevo paura , ma dovevo essere forte per me stessa che sa affrontare tutte le difficoltà della vita dalla prima all’ultima .

In primis descriverei il tutto con la parola “tradimento” e le due guardie come due beoti che diventano migliori amici della prima sconosciuta dai capelli castani! Secondo, dove mi è stato dimostrato che lei “sa affrontare tutte le difficoltà della vita dalla prima all’ultima”?

Capisco perfettamente che la parte più difficile in un libro, oltre alla trama, sia la caratterizzazione dei personaggi, ma figghia me, così non ci siamo proprio! Isabella è una vera e propria Mary Sue.

fanwriter91: – E vogliamo parlare del fatto che le guardie non sappiamo nulla dei vari eventi? Non erano al servizio del re? Possibile che non sappiano nulla della tragedia dell’omicidio delle due principesse reali?-

Arriva poi Louis che non crede al trucco e, tirando i capelli della protagonista, le chiede se abbia paura. E lei risponde come solo una ragazza forte e coraggiosa sa fare: annuisce piegando leggermente la testa.

Scena di violenza in cui lui la sbatte al muro, lei si ribella e gli dà un calcio che lo fa piegare in due, ma lui si mette su di lei e con un coltellino (uscito da un buco di trama) le fa un minuscolo taglio sul collo che fa sì che Isabella urli. Secondo Louis, lei lo avrebbe sfidato (e ciò giustificherebbe la violenza). Poi, si alza e se ne va minacciandola di tornare.

Bene! Sappiate che la storia in totale ha ricevuto novantatré recensioni, novanta delle quali sono positive! Che tristezza…

C’è però una nota positiva: l’autrice accetta le critiche! L’ho notato leggendo le restanti tre recensioni a cui lei risponde ringraziando coloro che le hanno scritte dicendo che le sono state utili.

Dove le dovrebbero essere state utili? La storia è piena di errori!

Ma andiamo avanti: il capitolo si apre con Zayn e Liam che rischiano il posto di lavoro per una sconosciuta. Il re li sbatte nella cella con lei, Isabella si sente terribilmente in colpa, e per questo la prima cosa che dice ai due grandi cavalieri è: “Datemi del tu”.

Zayn e Liam le dicono che non è colpa sua, che si erano stancati del comportamento del re e bla bla bla. Guardie infantili, addestrate da uno più beota di loro.

E Zayn sfida il re a duello per una sconosciuta con la scusa che lui è il migliore tra i cavalieri!

Vabbè, i prigionieri vengono portati in “un enorme sala” cit. Isabella.

Louis e Zayn combattono, Louis si dimostra più abile del suo cavaliere e qui avviene una cosa che mi ha fatta ridere: “Louis strappò la spada a Zayn lanciandola verso i nostri piedi”.

Grazie a questa mossa astuta da parte di Louis, Isabella con una gomitata si libera dalla presa della guardia che la stava tenendo, prende la spada e salva Zayn prima che il re gli tagli la gola.

A questo punto, dopo un battibecco alquanto infantile, Isabella e Louis si mettono a duellare.

Io sono femminista, ma lei, che nella cella non ha saputo difendersi da un coltellino, ora è agli stessi livelli di un re che si è allenato per anni per ucciderla?

Faccio scherma da ormai undici anni e tra maschi e femmine c’è differenza nella velocità, i maschi sono più veloci, soprattutto con un fisico snello e slanciato. C’è anche da precisare, e qui non ci vogliono undici anni di allenamento, che le spade non schioccano (come sta scritto nella fic); quando entrano a contatto, o tintinnano o, se il colpo è forte, fanno scintille.

In ogni caso, Louis decide di barare e minaccia di far uccidere Zayn.

Comunque, alla fine della scena i due (Isabella e Louis) finiscono in una camera da letto, viene solo scritto che è perché lei osa sfidarlo pretendendo che a Zayn non venga fatto del male, ma non è specificato perché non la rimandi in cella. E Louis che fa? La fa entrare nel bagno privato e, dopo averle ordinato di lavarsi e cambiarsi, se ne va. Lei si trasforma in sirena e qui viene detto che i suoi capelli diventano magicamente biondi.

fanwriter91: – Cacchio, è davvero Mermaid Melody! –


Segue fuffa di lei che si veste e trucca; il bad boy arriva e già si capisce che sta cedendo al lato oscuro perché vedendola: 

“rimane a bocca aperta come se non avesse mai visto niente del generema…”

Io, da sorella maggiore, se mi avessero ucciso la sorella e tramassi vendetta, la mia “vittima” la appenderei per i piedi e gliele darei con un tubo d’acciaio. Sicuramente, non cadrei ai suoi piedi né al secondo capitolo, né al ventesimo.

Autrice, se vuoi proprio che Louis si innamori di lei, visto che comunque non è colpa sua se le sue sorelle sono morte, fallo molto lentamente, fammi sentire l’angoscia, i sensi di colpa, i pensieri che mi fanno empatizzare con lui, con il fatto che (parole mie) Louis pensi costantemente al fatto che i genitori siano morti con la tristezza di aver perso due figlie allo stesso tempo e l’attenzione e le responsabilità che hanno riversato su di lui.

Chiudendo questa parentesi, i due devono andare a un ballo (non viene specificato quale), e in tutto questo passiamo dal presente indicativo al passato remoto. Louis, il re crudele che fino allo scorso capitolo l’ha picchiata, ora le fa un complimento e lei arrossisce. No comment!

E il quinto capitolo si conclude con un POV di Louis che recita:

“È  davvero stupenda , con quel vestito bianco a sirena e non posso fare a meno di dirglielo , la cosa che mi ha colpito di più è stato quando a difeso Zayn ed ha rischiato la vita per lui , era davvero brava a maneggiare la spada , la cosa mi meraviglia visto che è vietato alle principesse .
Ma adesso non dovevo pensare a lei quando l’ho sbattuta vicino al muro , mi sono sentito bene , stavo avendo la mia vendetta , la stavo uccidendo lentamente ed era quello che volevo ,farla soffrire e poi dargli il colpo di grazia .
Arriviamo finalmente a destinazione e prima di scendere le dissi :
“Stia sempre vicino a me” annuii pensierosa …”

Intanto la “h” di “ha difeso” se l’è data a gambe dopo questo pezzo così incoerente. Sì, incoerente, Louis prima pensa a quanto lei sia stupenda e brava, dopodiché ci esprime il suo desiderio di vederla soffrire per mano sua e ucciderla lentamente. Poverino, l’hanno recuperato dall’ospedale psichiatrico e l’hanno gettato in queste pagine.

Mancano solo quattro capitoli. Una tazza di cioccolata calda dovrebbe permettermi di andare avanti.

Sorseggiando, noto scritto che lei viene portata, vestita e impupata, in un posto dove neanche lei sa cosa si festeggia. Perché far dire a Louis che erano al compleanno di un’ipotetica zia Concetta era troppo difficile, no? Troppe descrizioni in un’unica storia!

Tra la folla di persone Isabella si accorge, per i capelli biondi (e da qui mi ha fatto immaginare questa testa galleggiante bionda tra tante parrucche ottocentesche…), non per qualche particolare o perché quest’ultima l’ha guardata dritta negli occhi, della sua migliore amica Alysia. Questo personaggio ci è solo stato accennato nel prologo, mi sembrava così inutile che neanche l’ho menzionato prima perché, solo grazie al partner che l’accompagna, la protagonista capisce che Louis ha degli occhi ineguagliabili.

Vi taglio una buona parte noiosa in cui lui balla con lei e lei è preoccupata, ma allo stesso tempo si accorge che lui ha un buon profumo.

Alysia e Isabella si incontrano in bagno e la prima le promette che la aiuterà. Ne dubito fortemente, anche perché Isabella non vuole essere salvata, non le chiede neanche di aiutarla.

fanwriter91: – Io le chiederei almeno di inviare una lettera ai genitori… A proposito, possibile che nessuno stia cercando questa Isabella? È pur sempre la principessa (di un regno fantastico che non si capisce dove sia). –

Fuori dal bagno Louis chiede alla protagonista se possono parlare un attimo, così la prende per mano e la porta in un terrazzo, dove i due iniziano a discutere. Durante il diverbio, quest’ultimo le tira uno schiaffo così forte da farla girare dall’altra parte.

Schifo! Solo perché ha il sospetto che lei possa aver detto a qualcuno di aiutarla.

Evgenij:- Va però detto che lui è il suo rapitore: ha senso che non voglia che nessuno la aiuti a fuggire e che la tratti con violenza. Il problema in tutto questo sta nel volerci infilare a forza una relazione tossica.-

Ah, in questa parte non ho potuto non notare “annusco”, termine aulico proprio dell’ottocento.

Quando sta per arrivarle un secondo schiaffo, l’azione viene interrotta da una coppia. Il maschio della coppia ci prova con Isabella, e Louis, secondo lei geloso, la porta via; ma proprio quando stanno per arrivare alla carrozza il nostro caro bad boy che fa? Esatto, dopo quasi due schiaffi e una scenata in pubblico la bacia! Un bacio a stampo da cui lei ne esce scossa, e con tanto di arrossamento delle guance e “fyling” e non feeling, in lei nasce una scintilla. Tutto il momento ““magico”” viene interrotto da lei che si addormenta in carrozza.

Quanto patos! Quanto fyling!

POV di Louis che ha i dubbi esistenziali del tipo: “La amo? No, non posso”.

Entrambi si risvegliano l’indomani e sentendo un: “tintinnio nella mente” si recano in biblioteca separatamente.

Lei cerca un libro di sirene che casualmente si incastra e, sempre casualmente, lei cade dalla scala e finisce tra le braccia di Louis… Che coincidenza!

E tra errori grammaticali e di punteggiatura finiamo questo capitolo con Louis che, vedendo il libro sulle sirene che Isabella voleva prendere, la fa di nuovo rinchiudere con Zayn e Liam.

fanwriter91: – Ah, i due erano ancora in cella? Non ci sono altre guardie? –

Evgenij:- Louis avrà fatto dei tagli al personale: c’è crisi…-

Il capitolo sette si apre con la descrizione del Flyling. Ora, io lettore che sono arrivata solo ora al capitolo sette, la parola del capitolo prima mi sembrava un errore, solo adesso mi viene spiegato che il Fyling è:

“l’attrazione che avviene tra una sirena e la sua anima gemella , un amore a prima vista che fa nascere una piccola scintilla in entrambi , essi sono destinati a stare insieme per l’eternità e non potrebbero stare lontani che avrebbero bisogno l’uno dell’altro . In passato molti di loro tentarono di sciogliere questo imprinting ma non ci fu nulla da fare , i due erano destinati . Si può riconoscere la propria anima gemella dal colore degli occhi di “lui” se sono azzurri , verdi o marroni .Attenzione  la coda della sirena deve avere lo stesso colore degli occhi del ragazzo per far si che l’imprinting  avvenga.”

A parte il “che avrebbero” che è abominevole, praticamente abbiamo due, se non tre, elementi che legano questa storia a Twilight e sono: il secondo nome della protagonista (Isabella), e l’imprinting che ti lega all’anima gemella.


fanwriter91: – In sintesi, l’eterno amore dipende da un abbinamento di colori. –


Dopo essere stata rinchiusa, lei lancia insulti che solo uno cresciuto in una società malsana può pronunciare:

“Brutto Re da strapazzo , vi odio vi odio”.

Ma, lasciando stare questo, Zayn le chiede se Louis l’abbia toccata e lei scuote la testa “per fargli capire non in quel modo”.

Gioia, devi specificare. Dì piuttosto che non ti ha ferito con la spada, né ti ha toccata in modo volgare, ma che ti ha tirato uno schiaffo e ci mancava poco anche il secondo.

Finita la conversazione con i suoi due compagni di cella, due guardie la prendono e la portano in piscina perché Louis vuole vedere se il colore della coda di Isabella corrisponde con quello dei suoi occhi.

Che poi, ora che ci penso, per tutta la fanfiction non viene spiegato come lui effettivamente sappia che Isabella è una sirena; ma ormai non mi sorprendo più dei buchi di trama e mancanze di descrizione di questa fanfiction.

Vabbè, dopo che Louis si è buttato in piscina con lei in braccio, l’autrice ha scritto questa frase che mi ha fatta ridere: 

“Finita la trasformazione guardo Louis , respirava come era possibile ?”

Chissà… me lo sto chiedendo anch’io visto che vi trovate sott’acqua!

E la risposta arriva subito con un:

“poteva anche parlare , deve essere merito di quell’anello che aveva al dito.”

Spiegami, da cosa hai capito che era l’anello? Ha spruzzato scintille? Ah, per chi se lo stesse chiedendo le prime piscine risalgono al terzo millennio avanti cristo e quelle dell’età contemporanea al 1837 a Londra. Dai, almeno su questo all’autrice non si può dire niente (anche se ci troviamo nel 1821).

fanwriter91: – Ah, ecco come contava di arrivare al regno sottomarino. Comunque, dato che siamo nel 1821, il re del Regno Unito, rimpiazzato da Louis, avrebbe dovuto essere Giorgio IV. –

Evgenij:- Ma davvero siamo in Gran Bretagna? Da quando sono usciti dal confine del fantomatico regno di Isabella (ovvero, dalla fine del primo capitolo) tutto è diventato estremamente vago. In effetti, anche il primo capitolo non era chiaro. Va bene, non si capisce nulla dell’ambientazione. –


Louis non crede alla leggenda, però gli occhi corrispondo alla coda e i due si baciano di nuovo per vedere se è vero.

“come è possibile che la persona che vuole uccidermi , sia la mia anima gemella ?”

Cara Isabella, me lo sto chiedendo anch’io.

I due escono dall’acqua, lei magicamente (e qualche capitolo fa si spaventava di due gocce di pioggia) senza venir asciugata si ritrasforma e viene riportata in cella, ma non prima di urlare a Louis che è un bugiardo perché dice di non voler credere alla storia del Fyling. Dopo queste parole il crudele re che si è preparato per anni con l’unico scopo di ucciderla ha una crisi psicologica ai livelli di un bambino che deve scegliere quale yogurt deve mangiare:

“Sta piangendo , i suoi occhi sono lucidi , mi ha chiamato bugiardo , ha capito che ho mentito dicendogli che è tutto falso , ma non riesco a capacitarmi di questa cosa non ci riesco , non è possibile che io sono attratto da lei , io non posso, per me è il nulla, non mi posso lasciare abbindolare le donne sono tutte uguali  e per ottenere ciò che vogliono farebbero di tutto . Mi rintano in camera mia , mi guardo allo specchio , sono un bugiardo ecco cosa sono diventato , un essere spregevole e senza il minimo di sentimenti carico di puro odio e vendetta.”

La parte sulle donne capisco sia un pensiero del personaggio, magari come caratterizzazione gli voleva dare un pizzico di sessismo, ci sta (no). Ma dove mi fai capire il trauma che lui ha avuto con queste? È stato un uomo a uccidere le sue sorelle (femmine e future donne se fossero vive), non una donna!

Lui si dimostra ancora una volta incoerente andando a notte fonda a trovare Isabella in cella e, dopo averla avvolta in una coperta e dato un bacio in fronte, si chiede perché lo stia facendo visto che deve ucciderla. L’indomani mattina la protagonista si sveglia al caldo.

“cosa molto strana visto che ricordo di non avere una coperta”

Come fai a non ricordarti di avere una coperta se ce l’hai davanti agli occhi? Piuttosto di che non ti ricordavi di avere una coperta.

Vabbè, Isabella, per rispondere al suo dubbio su chi sia stato a darle la coperta, canta. Oh, questa volta niente Disney, ma Demi Lovato con la sua Heart Attack. Prendo dei grissini per poter buttare giù questa scena a caso. E non è che l’autrice mette solo il titolo, no. Mette l’intero testo, specificando però l’autore. Dei dubbi mi sorgono spontanei: queste canzoni nell’ottocento esistevano già? Demi Lovato e la Disney esistevano già? Hanno freebootato (ovvero, copiato un’opera senza citarne l’autore), la nostra cara Rose Isabelle Miller?

Così si conclude il capitolo, e un altro comincia con la piccola Mary Sue che si chiede chi le abbia portato questa maledetta coperta e, se anche fosse Louis (sì, è lui), perché?

Poi, come un nonnulla, passa a riflettere sul fatto che la notizia che Louis sia la sua anima gemella l’abbia (per citare il testo) “shoccata!”

Questa lettura è shoccante.                                                         

Lei salta da un pensiero ad un altro, urla che non ce la fa più (ricordiamoci di ciò che Isabella ha detto qualche capitolo fa: “me stessa che sa affrontare tutte le difficoltà della vita dalla prima all’ultima”) e, tanto per accorciare le descrizioni, si addormenta perché disperata e stanca del fatto che non possa vedere la luce.

Questa sono io di prima mattina!

Louis ci comunica che di notte non dorme avendo degli incubi sulle sue sorelline. E qui mi chiedo quanti anni possa avere lui visto dice che ha

“fissato da secoli un obbiettivo ,quello di ucciderla ma non so più se riuscirò a farlo.”

fanwriter91: – Da secoli? Ma se lei ha dai ventiquattro ai diciotto anni? E l’uccisione delle sorelle è avvenuta attorno ai ventuno anni fa. Per caso la faida va avanti da un millennio? –

Evgenij:- Ma no, dai, è chiaramente un’iperbole, un’esagerazione. Un’esagerazione stupida, ma tant’è.-

Da un buco di trama tanto grosso quanto shoccante torna Niall, che si scopre, dal nulla, essere il cugino di Louis.

Evgenij:- E nessun altro sapeva di questa parentela? Nessuno in tutto il regno della protagonista?! Direi che non fosse il caso di farle stare vicino il cugino del fratello delle ragazzine assassinate dal nonno di lei!-

Qui accadono due cose che mi hanno fatto storcere il naso: prima Louis comunica al lettore: “io e lui siamo sempre stati come fratelli , ci siamo sempre voluti un bene nell’anima”; poi che “ha dovuto farlo per suo fratello molto malato  , quei quattrini gli servivano per fargli fare un operazione visto che la sua famiglia fa parte solamente  della ricca borghesia e non avevano tutti quei soldi”.

Non so voi, ma se il fratello di mio cugino, anch’esso mio cugino (scusate le ripetizioni), stesse male io, il re, non manderei suo fratello a rapire un’innocente per potergli dare i soldi che servono per le cure! Avendo disponibilità economiche, e conoscendo le problematiche dell’epoca, non ci penserei due volte ad aiutarlo!

Schifo!

fanwriter91: – Ma… se è cugino del re (e il re fa parte della nobiltà) allora come mai Niall fa parte della borghesia? Non possiamo neanche dire che i suoi genitori fossero stati disconosciuti, altrimenti non avrebbe potuto frequentare il futuro re in tutta tranquillità… –

I due vogliono andare a trovare Isabella in cella, ma non prima di mostrarci una delle forme verbali del verbo annusco: “annui”.

Niall arriva nella cella di Isabella e degli altri due. Lui le spiega, dopo averla svegliata con una carezza (con me manco le bombe funzionano), perché l’ha portata da Louis.

L’autrice per dire che Niall ha ricevuto dei soldi, cita in continuazione i quattrini. Il quattrino era una moneta italiana, ma non critico più di tanto la scelta del termine, è un uso comune nella nostra lingua usare il termine “quattrini” per indicare i soldi.

Piuttosto, critico la totale mancanza di descrizioni coerenti di luoghi e contesti, immaginari o reali che siano.

Lasciando stare questo, Niall si inginocchia davanti a Isabella chiedendo il suo perdono e questa frase non mi fa capire più di tanto la scena: “chiesi piangendo , gli sono scese delle lacrime”.

Questa parte è narrata da Niall, così ho capito che lui piange, ma Isabella è diventata un lui?

L’autrice fin dal primo capitolo ci vuole far capire che Isabella ha un cuore d’oro, infatti lei confessa a Niall che lo ha già perdonato da tempo. Capisco l’abbia venduta per il fratello malato, ma fammi sentire il fastidio che lei ha provato vedendo l’unico che si è portata dietro per difenderla, venderla a colui che voleva ammazzarla.

Niall le dà un bacio in fronte, gesto ripetuto almeno una volta anche dagli altri personaggi.

Louis entra nella cella e Isabella lo prende a male parole perché ha “ricattato il cugino”; ma lui non l’ha ricattato, semplicemente ha detto che se Niall avesse rapito la principessa, lui gli avrebbe dato i soldi.

Comunque, Louis le vorrebbe dare un altro schiaffo (che uomo!), ma lei lo ferma dicendogli di vergognarsi di esistere perché sapendo che Isabella ha ragione lui risolve con la violenza.

Brava! Un minimo di carattere!

Poi il tutto scema quando lui le inveisce contro:

Voi non capite quello che ho dovuto subire per tanti anni!”urla anche lui
“Lo so ma non dovevate permettervi di ricattare vostro cugino che aveva bisogno di un aiuto per suo fratello!”ricambio con lo stesso tono di voce , prende Niall per il braccio ed uscì sbattendo la porta.”

Bella, tesoro, va bene “difendere” la causa soldi-fratello-Niall, lo comprendo, l’ho spiegato qualche riga fa; ma non puoi dire solo questo. È il momento esatto per far rendere conto a quello scimmione di un re che ha dei problemi mentali, che è un incoerente che quando capisce di aver sbagliato risolve tutto con la violenza. Tanto lui dice di volerti uccidere, ma finora, anche se hai subito violenze fisiche, respiri e canti pure, quindi non mi sembra lui ti voglia uccidere. Ti ha pure portato a una festa dove hai rincontrato la tua migliore amica.

Bah!

Riprendiamo l’analisi: Louis se ne va e prende le redini della narrazione. Qui, dopo le solite pippe (passatemi il termine) mentali, Louis ci informa che il fratello di Niall aveva contratto la malaria. Io so che la malaria si è sviluppata, alla fine dell’ottocento, in Italia (anche se degli studi riportano che è nata millenni prima) e che ha continuato a diffondersi fino in America e nelle zone industriali. Dubito fortemente che ci fosse in Inghilterra, visto che è una malattia portata da zanzare che vivono in climi caldi.

Segue un pezzo inutile in cui Louis torna nella cella di notte e si ingelosisce perché vede Isabella dormire tra le braccia di Zayn.

fanwriter91: – Metterli in celle separate…? –

Il penultimo capitolo (l’undicesimo è un avviso), comincia con Louis che vuole separare Zayn e Isabella. Il re ci spiega che lo farà perché: “Oggi per fortuna non avevo nessun impegno con il regno quindi potevo dedicarmi un po’ di tempo”

No, tu per tutto il libro non hai mai avuto impegni!

Louis va nella cella e toglie a Isabella i suoi due “grandi amici” spostandoli in un’altra cella.

fanwriter91: – Oddio, un gesto intelligente! –


Lei si arrabbia e gli dà del codardo e lui reagisce manco fosse Marty McFly di Ritorno al Futuro: le toglie il cuscino, la coperta e anche cibo e acqua. E questo è il pensiero di Louis: “ero nervoso , arrabbiato , come si era permessa di chiamarmi codardo … ma in fondo è quello che sono.”

Posso ridere? Questo ragazzo è sballato! Ma anche i suoi genitori che gli hanno lasciato il regno, non potevano designare qualcun altro?


fanwriter91: – Saranno morti tutti gli altri eredi. Era rimasto solo lui. –

Evgenij:- Tecnicamente ha due cugini. Va bene, uno è ammalato di malaria, ma Niall è sano di corpo, e forse anche un po’ più di mente.-

Louis va a farsi un bagno, fuffa su quanto la ami/la odi e poi piccola conversazione con la sua coscienza che gli fa venire i sensi di colpa.

Il re torna da Isabella, di notte (e quando mai). Altro esempio di lei che ha il cuore d’oro:

La presi in braccio ma poi mi disse: “Non fatelo se il re vi scopre vi ucciderebbe e non voglio coinvolgere altre persone” sorrisi a quel pensiero , aveva un cuore d’oro invece di preoccuparsi per se stessa , si preoccupava per gli altri.”

Quanto può essere forzata questa scena? Lei che non vede che è Louis perché nella sua cella non ci sono finestre, quindi pensa sia un altro uomo che sta provando a portarla via e lei per “difenderlo” gli dice ciò che c’è scritto sopra. E se fosse un ladro? O qualche losco figuro che non ti vuole portare via perché pensa tu sia una povera fanciulla, ma perché vuole soddisfare altri suoi desideri?

Louis la porta nella sua camera, le cambia i vestiti e si mette a letto con lei. Foto di due che si abbracciano in un letto, POV di Isabella che ci informa che lei ha capito tutto tranne con chi stia dormendo! Isabella si è infilata nel letto con quello che, per lei, è uno sconosciuto.

Tutto questo viene scritto in tre righe:

stavo quasi per entrare nei sogni più profondi quando mi ricordo che tutto questo è sbagliato e che se lo venisse a sapere il re , ucciderebbe prima lui e poi massacrerebbe me”

Questo mi fa intendere tutto quello citato sopra, più il fatto che ‘sta storia del Fyling è una cretinata. Tu non devi e non puoi avere paura della tua anima gemella!

*Apre una lattina di Coca-Cola*

Isabella capisce che quello che sta abbracciando sotto le coperte è Louis perché tra le sue braccia si sente protetta. Ma se prima ci fai capire che hai paura di quest’uomo, ora perché dici di sentirti protetta?!

Sorvoliamo la foto dei “loro” piedi che si intrecciano e andiamo alla parte successiva dove Isabella dà un bacetto sulla guancia di Louis.

Ah! *sorseggia per calmarsi*

La mattina seguente, Isabella si sveglia e, se prima è spaventata, con un bacio da parte del nostro bad boy lei sente: “mille rinoceronti attraversavano la mia pancia”

Louis le dà il buongiorno e lei si intimorisce da questo suo cambiamento visto che lui le dà un bacio sul collo e, dopo un’altra foto di uno che dà un bacio sul collo ad una donna, lei gli chiede perché lui abbia rinchiuso Zayn e Liam in un’altra cella. Lui le confessa di essere geloso di lei con una gif di Louis affianco al testo.

Argh!

Siamo giunti all’ultimo capitolo, proverò a essere veloce.

POV di Isabella che pensa a troppe cose tutte insieme, Isabella si fa un bagno e segue una frase che mi ha fatto ribrezzo:

Pensai a cosa era riferito quel grazie che aveva pronunciato prima di andarsene , non capivo il motivo , avevo bisogno di molte spiegazioni e l’unica persona che poteva darmele era stesso lui , quando le sue morbide labbra si sono poggiate sul mio collo , lunghi brividi hanno attraversato la mia schiena , ero stordita , mi sentivo sottomessa a lui …”

Sottomessa al pazzo isterico che ti voleva uccidere? Che tristezza…

Lei dice di non aver dormito tutta la notte e di conseguenza, dopo essersi asciugata e messa a letto, (per togliere spazio alla narrazione) si addormenta.

POV di Louis che ci informa che: “dovevo riscuotere le tasse di tutti gli abitanti”

Louis passione sceriffo di Nottingham.

Lui ripensa a Isabella e a quel “grazie”; ci informa che ha imparato ad amare grazie a lei perché “nessuno si era  mai permesso di criticare le decisioni che prendevo”.

I tuoi genitori, in quei pochi anni di vita, non ti hanno fatto educare per essere un buon re? No?

Louis torna in camera, sveglia Bella e incomincia una scena di soft porn in cui, se dapprima le loro labbra e le loro lingue “danzano (…)e si rincorrono”, dopo lui riesce a infilarsi sotto la sua vestaglia fino a far scontrare le loro intimità.

Il tutto si conclude con lui e lei che si danno la buonanotte.

Fine.

Sappiate che tutto quello scritto in corsivo (le parti prese dalla fanfiction) le ho dovute cambiare io in Calibri, perché tutto il testo è scritto con temi e grandezza di carattere diversi.

Inoltre ci sono continui errori di battitura, morfologia e di tempo verbale. La fic non rispetta l’epoca in cui si trova, né l’età dei personaggi (come ho spiegato nella parte del prologo).

La trama è inesistente. I personaggi sono caratterizzati male, incoerenti, e certi loro aspetti sono messi a forza nel testo. Louis, dopo aver scoperto che lei è la sua anima gemella, sembra sviluppare così, quasi dal nulla, amore verso Isabella. Lui che doveva ucciderla per vendicare le sorelle. E lei, la grande ribelle che scappa da un assassino con solo un tizio a proteggerla, si lascia poi andare al bad boy per due bacetti e una coperta. Ti ha dato due schiaffi solo perché avevi ragione, svegliati! Oltretutto si fida di quello che pensava fosse uno sconosciuto entrando nel suo letto e diventa in due secondi l’amicona di due cavalieri incompetenti. Insomma, è di fatto la descrizione dell’inizio di una relazione abusiva, con delle componenti fantastiche messe un po’ a caso.

Nel capitolo degli avvisi “vi accorgerete” viene ripetuto almeno tre volte in due righe e il capitolo risale al 25/06/2014, anche se la storia è in corso.

Con questo vi saluto e spero che la recensione sia stata di vostro gradimento!

Nebbiabianca



PS (Aggiornamento del 05/07/2021): Miei prodi, vi annuncio che, come per magia, “Magic” è stata finalmente rimossa da EFP!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...