“C’è un rimedio a tutto //Bakudeku” (La commovente storia d’amore tra due personaggi che non c’azzeccano nulla l’un con l’altro)

Buongiorno, signori di Wattpad.

Mi chiamo Hopeist e questa è la mia prima recensione.

Lo so, lo so, il mio nick ricorda tragicamente il nome ‘Hope’ per una sfortunata coincidenza, ma nonostante questo spero che riuscirò a strapparvi una risata anche in mezzo agli orrori di questo sito! Allacciate le cinture e mettetevi comodi!

Ah, e lasciate che vi dia un consiglio da amica prima di iniziare: se ne avete la possibilità, premunitevi di una buona scorta di ansiolitici. Credetemi, ne avrete davvero bisogno!

Ma cosa andremo a recensire di assolutamente non bello oggi? Come da titolo, parliamo di una fic letta da più di settantottomila persone e con tremila e passa voti, dal prode titolo: “C’è un rimedio a tutto //Bakudeku”, di Just_Juiceish.

https://www.wattpad.com/story/240426666-c%27%C3%A8-un-rimedio-a-tutto-bakudeku

Insomma, un nome, una garanzia.

Per i fortunati che non sanno di che cosa si tratti, questa fic è incentrata su una ship molto popolare all’interno del fandom dell’anime My Hero Academia, quella tra il protagonista, Midoriya Izuku, e l’acerrimo rivale, Bakugou Katsuki, da cui il ragazzo è stato bullizzato per lungo tempo (perciò il nome è Bakudeku). No, non so da dove questa ship sia saltata fuori esattamente, e nemmeno il perché.

Vorrei però specificare un paio di cose: intendiamoci, non sono assolutamente contro le relazioni omosessuali, e sono fermamente convinta che ognuno debba essere libero di amare, indipendentemente dal proprio sesso o da quello della persona amata.

Mi sembrava importante metterlo bene in chiaro, prima di cominciare.

Inoltre, non sono contraria alla scrittura di fanfiction su questo tema, sono invece assolutamente contraria al coinvolgimento di tematiche delicate e importanti che, all’interno di alcune delle succitate fanfiction, vengono trattate con i piedi.

Un altro piccolo disclaimer: da quello che ho potuto evincere, chi ha scritto questa fic è non-binary, di conseguenza talvolta mi rivolgerò a l*i semplicemente come autor* per non mancare di rispetto.

Detto questo, possiamo iniziare per davvero.

Nell’introduzione veniamo a sapere subito che questa storia tratterà di:

-parole volgari;

-autolesionismo;

-scene spinte;

-violenza fisica e psicologica

Nel caso ve lo steste domandando, sì, questo elenco è stato copiato dall’introduzione della fic.

Con queste premesse, sono sicura che ne verrà fuori una storia d’amore che Renzo e Lucia avrebbero solo da stringerle la mano.

È una normalissima giornata in quel delle non meglio specificate scuole medie  frequentate da Izuku Midoriya, il nostro protagonista e narratore.

La fic non è neppure cominciata, e già il ragazzo si mette a fantasticare sugli occhi a detta sua splendenti di quel gran fregno di Bakugou (ricordiamo, il bullo che lo tormenta fin dalle scuole elementari).

[…] oggi i suoi occhi risplendono più del solit- A che sto pensando?! Non sarò mai alla sua altezza. Rimarrà sempre un sogno, un sogno lontano, come diventare l’hero numero uno. Tutto d’un tratto vedo una figura davanti a me, avevo la testa abbassata da precisare (stavo disegnando), oh no..è Kacchan.. preparati Izuku

Accidenti, sono le prime quattro righe e sono già provata…

Comunque, personalmente, se mai vedessi gli occhi del mio amato irradiare luce propria, come minimo chiamerei un’ambulanza.

E poi, mi raccomando, è importante precisare che il protagonista “(stava disegnando)”… Ma da dove sono sbucate fuori quelle parentesi? Bah.

Procediamo. Suddetto disegno si rivela essere un ritratto del coprotagonista e ODDIO, NON ME LO SAREI MAI ASPETTATA, CHE COLPONE DI SCENONE INCREDIBILE PAZZESCO-

Il nostro simpaticissimo coprotagonista bullo e badboy di professione e studente rompiballe a tempo perso, Katsuki Bakugou, ci viene presentato per la prima volta.

Il ragazzo, entrato in modalità ‘bambino dell’asilo’, come prima azione in tutta la fic non fa altro che burlarsi del nostro sfigato eroe, arrivando addirittura a strappare il suo disegno, apostrofandolo poi con gravissimi insulti quali:

[dopo aver strappato il disegno] ops non me ne sono proprio accorto, tanto a chi importava di quella grafite sprecata da te. Ci vediamo dopo, per mia sfortuna.

A questo punto, Izuku ci confida di essere “bulizato” da Bakugou da molto tempo, ma nonostante questo lo ama fin dalla seconda media, e non l’ha mai ammesso a sé stesso fino ad ora per la paura di essere bisessuale… Aspetta, ma in che senso? Perché dovresti avere paura di scoprire la tua sessualità? Ma poi, il ritratto? E tutta la stracavolo di introduzione del capitolo? Vabbè, passiamo oltre.

Izuku inizia a piangere, suona la campana dell’intervallo e viene raggiunto da Katsuki, che si burla nuovamente di lui, tirandogli persino uno schiaffo. Iniziamo bene. Poi, in una sequenza da far cascare gli occhi, succede questo:

[…] finisce sempre così, fra un po’ inizieranno a picchiarmi tutti, fa niente. Ormai il mio corpo è lividi e punti doloranti

D: tieni i soldi per il pranzo K-kacchan..
B: bravo stronzetto ho visto che hai capito
D: piano farò di tutto per te..
B: aaw si è preso una cotta.. GUARDA UN PO’ NON È RICAMBIATA lo prende per il collo alzandolo buttati dal tetto della scuola che fai un favore a tutti! lo lascia cadere violentemente a terra

Istigazione al suicidio, percosse, bullismo, un protagonista rassegnato che non è capace di reagire ai soprusi del suo “““amato”””… I presupposti per una relazione idilliaca alla quale tutti dovremmo aspirare ci sono, direi.

Ma hey, dopotutto potrebbe essere uno spunto interessante per mostrarci la redenzione di un bullo e un buono sviluppo del personaggio, no? Io ci spero sempre… Anche se probabilmente sarà invano.

(Ah, le scritte in grassetto sono proprio presenti nella fic, forse come approccio più creativo rispetto a delle virgolette per separare i dialoghi dagli avvenimenti, o al vecchio modo di scrivere un racconto non come se fosse un copione teatrale.)

Bakugou continua a ridere del nostro protagonista ancora un po’, e lo lascia piangente al proprio banco.

[…] io che piango, lui soddisfatto. Ma mi va bene così, si mi va bene così. spero nessuno si accorga dei temperini senza lame, ma chissene frega di uno come me, vado in bagno a..lasciamo stare.

Sì, purtroppo stiamo parlando di quello che pensate.

Siccome la pesantezza delle righe precedenti non ci era bastata, l’autor* pensa bene di aggiungere alla sua storia un elemento ancora più pesante, l’autolesionismo, che tra l’altro ci viene narrato con una leggerezza disarmante.

E il ragazzo lo pratica nei bagni della scuola.

Vorrei inoltre ricordarvi che Midoriya ama un ragazzo che lo spinge a fare tutto questo, e alla fine della storia ci si metterà pure insieme! Un bellissimo messaggio, accidenti! Questo è il livello successivo della sindrome di Stoccolma.

Di punto in bianco, il POV cambia e diventa quello di Bakugou. Così, per sport. Ci accingiamo quindi a leggere la prima riflessione offertaci dal ragazzo:

è successo di nuovo? DI NUOVO?! PERCHÉ NON RIESCO MAI A TRATTENERMI. Non mi ha fatto niente di male.. ormai è troppo tardi per rimediare, troppo tardi. Continuerò a fare così allora, come il mio solito..

Quindi… Katsuki si è pentito di aver ferito il compagno, ma siccome “è troppo tardi per rimediare” (a quanto pare, scusarsi e autodenunciarsi non è contemplato) ha la geniale pensata di fare di nuovo quello di cui si è pentito e per cui vorrebbe fare ammenda. Find the logic.

Bakugou parla con un Mister X non meglio specificato (SPOILER: si tratta di un personaggio a caso che vedremo mezza volta e non servirà a nulla nella storia), prendendo nuovamente in giro Izuku, e decide di seguirlo in bagno, chiedendosi come sia diretto lì perché, di solito, “non ci va mai”.

Effettivamente, l’idea che sia andato in bagno per espletare le proprie funzioni corporali è assurda. I vasi o le bottiglie sono estremamente più comodi e funzionali.

Evgenij:– Jeff Bezos approves.-

Comunque, Bakugou vede il nostro protagonista abbassarsi le maniche (importante, NON comprendendo si tratti di autolesionismo, non so in quale maniera) e piangere. Cosa pensate possa succedere? Cercherà nuovamente di spingerlo a suicidarsi, come ha fatto letteralmente qualche paragrafo fa? Lo prenderà in giro? Lo picchierà?

B:che ti sembri strano o no non sono qui per picchiarti, volevo sapere il perché stavi piangendo ok?!

Oh, meno male che qualcuno è arrivato a fermare Midoriya prima che sia troppo tardi. Bakugou, sei il nostro eroe! C’è giusto un piccolo dettaglio che non mi quadra del tutto… 

Perché il bullo che ha letteralmente consigliato al protagonista di SUICIDARSI qualche paragrafo fa e ha deciso di continuare a tormentarlo senza un senso logico adesso sta cercando di consolarlo?! Cosa sarà mai successo? Beh, assolutamente nulla, in realtà.

Dopo una deliziosa scenetta in cui Bakugou offre a Midoriya la sua felpa per asciugarsi le lacrime che lui gli ha provocato e qualche ciambella comprata con i soldi rubategli un secondo fa, Izuku gli si getta al collo e lui accetta la cosa di buon grado, scusandosi addirittura per il disegno strappato…

Questa scena vi è stata appena offerta dal nulla cosmico. È vero che Bakugou ha visto piangere Midoriya, ma mi state davvero dicendo che in anni di bullismo (come viene specificato da Izuku stesso) fino a quel momento non lo aveva mai visto piangere per i suoi maltrattamenti? E no, Katsuki non ha nemmeno compreso che Midoriya era in procinto di tagliarsi, quindi… Perché il ragazzo si è rabbonito di colpo? Non aveva detto due righe fa che avrebbe continuato a tormentare Izuku?!
Un conto è un’evoluzione sensata, in cui il bullo si rende conto dei suoi errori e non commette più atti del genere comprendendone la gravità… Ma qui non è successo nulla di tutto questo! Vabbè, inutile soffermarsi troppo su queste cose, altrimenti non ne esco viva.

I due continuano a parlare ma COLPONE DI SCENONE numero due, QUALCUNO BUSSA ALLA PORTA DEL BAGNO! CHE PHATOS, CHE TENSIONE! CHI MAI POTREBBE ESSERE?

… è il Mister X di prima, ancora non meglio specificato per ragioni ignote, che domanda al biondo cosa voglia per pranzo. Il ragazzo lo caccia in malo modo e lui se ne va. Izuku è tristissimo all’idea che il suo bullo lo lasci solo, ma romanticamente questi afferma che non se ne andrà finché lui non avrà smesso di piangere, al che Midoriya “poggia la testa sulla sua spalla, naturalmente”. Sì.

Bakugou è terrorizzato: la sua reputazione da bullo bad boy è in serio pericolo, deve separarsi immediatamente da Izuku! Ma niente paura, amanti dello yaoi, ci pensa la sua coscienza, sbucata fuori dal nulla cosmico anche lei, a farlo rimanere in quella posizione! In che modo?

coscienza: sta così.
NO!
coscienza: ti piace stare così è solo che non hai nessuno con qui farlo~

E VA BENE!

Sì, Qui Quo e Qua. Comunque, chi glielo spiega a questo che sentire le voci nella testa non è esattamente normale? Nella realtà, questa cosa sarebbe da ricovero, e da cure psichiatriche. Ma questa è una ficcyna, quindi… Tutto normale!

Comunque, Bakugou si rompe i coglioni (un po’ come me) e se ne va. Cosa ne pensa Izuku di questo avvenimento con il ragazzo che, nonostante “““ami”””, lo ha seviziato e tormentato per anni?

È STATO BELLISSIMO QUEL MOMENTO CON KACCHAN VORREI RIFARLO ALTRE MILIONI DI VOLTE! […] Ho ancora il suo profumo addosso che bello..mi odoro la camicia, che buono. Sa proprio di..Kacchan!

Ragazzi, se è stato qualcuno di voi ad ordinare una sindrome di Stoccolma grande quanto Saturno per il protagonista, si faccia avanti per favore! Giuro che non vi succederà nulla di male… Forse.

Izuku esce dal bagno e vede che Bakugou & Amici Generici® lo attendono fuori. Credendo che Katsuki sia rimasto con lui solo per aspettare gli amici allo scopo di seviziarlo in gruppo (un ragionamento tragicamente sensato) si mette a piangere di nuovo perché, come viene sottolineato nel testo, “(IZUKU È SENSIBILE)”. Sì, è scritto proprio così.

E comunque, sfido io a rimanere impassibili davanti a una prospettiva del genere.

Bakugou però intima ad Amico1 (sì, nella storia lo chiamano così… Poveraccio, nemmeno un nome gli hanno dato) di lasciarlo in pace, e Izuku (sempre non capendo da dove sia sbucata tutta ’sta gentilezza improvvisa, cosa che ci stiamo chiedendo tutti, in effetti) torna in classe tranquillamente.

Il POV si sposta nuovamente su Bakugou, che dice all’amico di voler solo illudere un altro po’ Midoriya prima di riprendere a tormentarlo. Ottimo, direi. A questo punto rientra in scena la SIMPATICISSIMA coscienza del ragazzo (che mi sta facendo salire l’omicidio) la quale, perché hey, dovremo pur far avvicinare i protagonisti in qualche modo, chiede:

coscienza: solo amici~?

SI.

coscienza: non mi sembra proprio

STA ZITTA

coscienza: io te l’avevo detto!


Ok, piccolo discorso serio. Sono convinta che chi ha scritto questa fic, con questo terribile ‘personaggio’, stia tentando di farci capire che Katsuki, in qualche modo, sia a sua volta attratto da Midoriya. Non essendo però in grado di far riflettere il personaggio normalmente, ha preferito usare questo terribile escamotage, riciclandolo poi come sottotrama comica scadente o Fata Madrina cringe all’occorrenza.

Tra l’altro, dopo qualche altra apparizione sporadica, non sentiremo mai più parlare di questa coscienza. E meno male, aggiungerei.

Ebbene, non funziona così. Non basta questo, per farci capire che un personaggio che ne sevizia un altro sia in realtà inconsciamente innamorato di lui. L’‘amare’ qualcuno implica il volere il meglio per l’altra persona. Questo è semplicemente un ‘amore’ malato, anzi, nemmeno definibile tale.

Comunque, procediamo.

Bakugou e Amico1, che viene rivelato chiamarsi Ushima (non mi chiedete il perché ce l’abbiano detto solo ora e non quando hanno presentato il personaggio, perché NON LO SO) iniziano a prendere di mira Midoriya, che sta disegnando. Bakugou lo sbatte letteralmente contro la parete, soffocandolo e facendolo SVENIRE.

Caccia poi Ushima (non rivedremo più manco lui) e, con un “CHISSENE FOTTE DELLA REPUTAZIONE IN QUESTO MOMENTO” (perché sì, è questo il motivo per cui Bakugou ha quasi rischiato di ammazzarlo… La sua reputazione di bullo bad boy, che viene prima di tutto e tutti, e non ci sono voci nella testa che tengano) lo prende tra le braccia e lo porta in infermeria.

Quindi ricordate, bambini: restare in silenzio di fronte al bullismo che si subisce per anni è cosa buona e giusta, perché con la forza dell’AMMOOORE, il bullo alla fine si redimerà… per tipo CINQUE MINUTI, riducendovi poi nuovamente a una pezza ma portandovi in infermeria perché fanculo la reputazione, lui è una brava persona. Un altro splendido messaggio! Chissà quanti altri ce ne saranno in serbo per noi?

Passa un po’ di tempo, e Midoriya si risveglia. Probabilmente ancora stordito a causa della botta ricevuta, il ragazzo ci fa sapere che:

ricordo solo che ero stato picchiato da Kacchan “per la sua reputazione” ma se lui mi volesse davvero bene non lo farebbe….lui non mi vuole bene che sto dicendo! non so neanche come sono arrivato qui- chi mi ha portato? a nessuno interessa di me quindi…il professore?

Stendiamo un velo pietoso. L’infermiera gli fa sapere che a portarlo lì è stato proprio Bakugou (COLPONE DI SCENONE numero tre), a Midoriya viene un mezzo infarto e si addormenta di nuovo.

POV di Bakugou (DI NUOVO!). Il ragazzo ha un altro dialogo con la sua ILARISSIMA coscienza, una roba del tipo: “Tu ci tieni a lui!” “E invece no! Gne gne gne!” “E invece sì!” “Ok, sì!”, e decide di andare a trovare il ragazzo che LUI ha ridotto in questo stato. Sarebbe da espellere da scuola a calci in culo, altro che visita, ma soprassediamo per l’ennesima volta.

Entra nella sala, e, come se nulla fosse, prende ad accarezzare la guancia di Izuku, che si sveglia. Ora, una reazione normale da parte del ragazzo sarebbe intimare allo stronzo che l’ha ridotto così di andarsene o per lo meno ritrarsi spaventato, ma NO, vadano a quel paese i personaggi con una caratterizzazione realistica! Infatti, l’unica reazione di Midoriya è chiedergli se sia lì per visitare un suo amico, al che il biondo rivela di essere lì per lui. Izuku lo RINGRAZIA (sì) e il biondo se ne va. A questo punto, la sua coscienza (sta iniziando a darmi davvero fastidio) se ne esce con un:

coscienza inizia a preparare l’appuntamento

appuntamento?

coscienza si appuntamento.

ma io-

coscienza tu niente.

Ora, voi vi aspetterete che questa sia l’ennesima cavolata buttata lì per farci capire che Bakugou è attratto dalla sua vittima (perché è questo che Izuku è per lui).

E invece, NO. Non è così. Il giorno dopo, infatti, Bakugou trascina Midoriya in bagno e gli chiede di andare assieme in un pub. Vi ricordo che i nostri protagonisti frequentano le scuole medie, parliamo quindi di un massimo di tredici anni di età.

Ragazzi di tredici anni in un pub. Mi sembra sensato.

Midoriya accetta dunque CON ENTUSIASMO la proposta. Non sto esagerando.

i-io, Kacchan mi ha chiesto di andare con lui?! ad un…pub? davvero?! sono felicissimo! cosa mi metto..? ci penserò dopo… AAH CHE BELLO

Sì, CHE BELLO quando il bullo che mi sevizia per anni mi invita ad un appuntamento!! Per qualche motivo, non mi sta nemmeno passando per l’anticamera del cervello neanche il minimo sospetto che potrebbe essere una scusa per rubarmi i soldi o picchiarmi lontano da scuola! È proprio vero che l’AMMMOOORE rende ciechi, e anche masochisti, a quanto pare.

Bakugou dice a Midoriya che si farà trovare sotto casa sua per le dieci, e i due ragazzi tornano a casa. Dopo due foto dei loro outfit perché Just_Juiceish non aveva voglia di descriverceli (per la gioia di Evgenij), giungono le fatidiche ventidue e Bakugou (dopo aver specificato che “NON E’ UN APPUNTAMENTO, DEVO SOLO PARLARTI DI UNA COSA”) porta Izuku in un pub. Come andrà l’appuntamento? Siete anche voi in fibrillazione per questo Risvolto di Trama Assolutamente Prevedibile®? No? Lo immaginavo.

I ragazzi entrano finalmente nel locale e, dopo un rassicurante annuncio, “ancora non sono presenti parti smut” (Grazie a Ares! Siamo salvi… Per ora), Midoriya chiede a Bakugou:

D:di che volevi parlare? :3

Ragazzi, sto per cedere :3.

Il biondo risponde:

B:in realtà di niente, volevo solo passare del tempo con te
D:con me?
B:si con te. fa strano anche a me, ma non mi è sembrato giusto quello che…ti ho..fatto.

E parte questa scena assurda:


D: O-O o-ok..
B: scoppia a ridere la tua faccia scioccata mi fa ridere
D: s-scusa..
B: tranquillo, siamo quasi arrivati era qui vicino
D:come mai non me ne sono mai accorto? cioè, È VICINO CASA MIA!
B:sei troppo innocente Midoriya
D:lo so…
B:fa niente gli scompiglia i capelli

HEY, HEY, FERMI UN ATTIMO! Ma Midoriya è SVENUTO letteralmente una scena fa a causa delle percosse di Katsuki, da dove è saltata fuori questa stucchevole scenetta cuore e amore?! E poi, cosa dovrebbe significare il ‘sei troppo innocente’?

È un ragazzino delle SCUOLE MEDIE, è NORMALE che non frequenti un pub! Il problema vero, semmai, è il contrario! (Ah, e comunque quell’ O-O è decisamente un tocco di classe.)

I due ragazzi entrano nel locale, dove Bakugou, dopo aver nuovamente detto a Midoriya che è “troppo innocente”, qualunque dannata cosa voglia dire, ordina da bere per entrambi, perché Izuku voleva un succo di frutta, che non si addice affatto a questo fikissimo lokale per adulti.

Katsuki ordina due cocktail, che gli vengono consegnati SENZA ALCUN PROBLEMA (RIPETO, I DUE RAGAZZI FREQUENTANO LE MEDIE).

Ah, ma niente paura! Just_Juiceish ci rassicura, facendoci capire che questo enorme problema ha una spiegazione logica e sensata:

//avete rotto con i commenti sulle medie, è una fanfiction, è immaginaria, posso fare quello che mi pare.

Insomma, no kritike. Avete capito, dannati puntigliosi? La fic è immaginaria, e chi la scrive può fare quello che gli pare!

E invece, NO. Mi dispiace, autor*, ma non funziona così.

Non puoi stravolgere le leggi dell’universo ‘realistico’ che tu stess* hai creato, semplicemente perché nella tua testa la scena era molto più fika con un cocktail in un pub invece che da qualche altra parte.

Se avessi voluto inserire a tutti i costi questo elemento, avresti semplicemente potuto ambientare la storia durante gli ultimi anni delle superiori dei protagonisti, non credi? Perché, invece, hai voluto introdurre questo elemento insensato? Non si possono cambiare tutte le carte in tavola in una storia, di qualunque natura, per capriccio.

Ora, però, basta con questi inutili pipponi! Finalmente sono arrivati i drink, è ora di ubriacarsi!

Izuku è però, per qualche stranissimo motivo, restio a bere il cocktail. Una cosa fuori dal mondo.

Katsuki rientra in modalità ‘bambino dell’asilo’, e gli dice che “non lo finirà mai, gne gne gne!”, al che Midoriya si scola il drink tutto d’un fiato (senza nemmeno considerare l’ipotesi che Bakugou ci abbia messo qualcosa dentro… Effettivamente, perché avrebbe dovuto? È semplicemente un bullo che lo sevizia da anni, dopotutto: una persona che merita la massima fiducia).


Stranamente, la minaccia che ci fosse un lassativo o qualcosa di simile nel drink viene parzialmente scongiurata (anche se io, un po’, continuo a sperare in un veleno dall’effetto a lunga durata…).

Il nostro protagonista va quindi in bagno, ma si spaventa perché “ha paura della gente e ce n’è troppa” e chiama Bakugou il quale, ora improvvisamente relegato a ruolo di tata, va immediatamente a recuperarlo.

B:Midoriya che ci fai qui?!

Già, a quanto pare il fatto che Izuku debba andare in bagno resta inconcepibile per Bakugou. Perdonatelo, ragazzi, anche lui ha dei limiti.


Midoriya fa segno a Katsuki di abbracciarlo, e lui, seppur titubante (gli impulsi a comportarsi da badboy sono estremamente difficili da controllare!), lo accontenta.

I due tornano del locale dove, dopo un’altra interminabile litigata, Bakugou convince Izuku ad accompagnarlo in un posto (no, Midoriya non ha idea di dove stiano andando… ma tranquilli: ripeto, Bakugou è un ragazzo DEGNO DI FIDUCIA!).

Katsuki lo porta dunque in un luogo estremamente suggestivo, perfetto per una serata cuore e amore di alto livello come questa. Il bagno. Di nuovo.

Sto cominciando a pensare seriamente che questa attrazione per i gabinetti sia un kink di cui non conoscevo l’esistenza.

Il ragazzo chiude la porta a chiave (giuro che nonostante l’avviso a inizio capitolo mi stava salendo l’ansia) e assistiamo a questo terrificante dialogo:

D: K-kacchan mi fai p-paura…
B:io ti faccio paura..?
D:si.. p-perchè hai chiuso la porta a c-chiave?
B: perché devo dirti e fare una cosa
D:e ma perché con la porta chiusa..?
B:non voglio che tutti ci sentano..soprattutto sentano te
D: perché dovrebbero sentirmi?
B:no nulla, succederà tutto velocemente ok?
D:o-ok..
B: lo bacia a stampo penso che tu abbia capito…
D:…


Sì, ragazzi, anche io ho sudato davvero freddo, ma state tranquilli!

Prima di assistere a una scena da galera, infatti, per qualche miracolo Bakugou riesce a far funzionare quel microscopico neurone solitario che si trova nel cervello, avendo la decenza di capire che Midoriya non può assolutamente ricambiarlo, dopo tutto quello che…

D:ok.

B:cosa ok?

Aspetta, non credo di aver capito… Intende “ok, ora però staccati”, vero? VERO?!

D:non so cosa tu intenda, ma mi è piaciuto
B:ah…
D:secondo me è meglio non parlarne, passiamo ai fatti
B:ai…fatti?
D:si ai fatti. lo bacia inserendo la lingua

Se state provando il fortissimo impulso improvviso di cavarvi gli occhi con delle forchette… Beh, SIETE IN BUONA COMPAGNIA.

Consoliamoci, però: poteva andare peggio, per lo meno l’iniziativa non è partita da Bakugou, evitandoci il supplizio di leggere una violenza sessuale gratuita, ma stiamo comunque parlando della vittima che bacia inserendo la lingua il bullo che lo ha seviziato per ANNI.

E d’accordo, capisco che in qualche modo lo “““ami ””” (coff coff Sindrome di Stoccolma coff coff), ma com’è possibile che lo baci tranquillamente, dimenticandosi di tutto lo schifo che ha dovuto subire per colpa sua (tra cui percosse e istigazione al suicidio, e sono una piccola parte di tutte le colpe di Bakugou)?! Ah, e tra l’altro…

Davvero a Midoriya non è MINIMAMENTE passato per la testa che questa ‘gentilezza’ improvvisa possa essere un ennesimo trucco per illuderlo e poi riprendere a seviziarlo? Le persone mica cambiano da un giorno all’altro e senza un motivo! Ma qui siamo in una ficcyna, dopotutto, e in questo magico universo tutto è possibile (anche ordinare cocktail a tredicianni, ricordiamocelo!).

Comunque, ci tenevo a riportarvi anche la deliziosa frasetta di fine capitolo:

[Bakugou] alla fine era arrivato ad accettare che gli piacesse Izuku, e lui nonostante tutto quello che gli ha fatto lo ha accettato lo stesso per com’era…

Ho già detto sindrome di Stoccolma, unita a un buon grado di personaggi con una caratterizzazione che non sta né in cielo né in terra? Ah, tra l’altro, belli i cambi di tempo verbale e di POV piazzati lì totalmente a caso.

Andiamo avanti. Dopo un limone di appena due minuti, Izuku si stacca dal compagno e Bakugou, cercando disperatamente di salvarsi la reputazione (Pshh, dilettante! Sento Hardin Scott deriderti fin da qui!), lo prende per il culo perché non ha resistenza. Sta iniziando davvero ad urtarmi i nervi.

Poi, totalmente a caso, improvvisamente insicuro di sé stesso (molto in linea con il personaggio, devo dire) Katsuki chiede:

B:ok la smetto, comunque…cioè..ti è..piaciuto..?

Al che Midoriya replica:

D:in realtà ho s-sempre avuto una cotta per te, ma non te l’ho mai detto..
B:per me?!
D:si per te.
B:oh, ma quindi ora..cosa siamo?
D:questo dobbiamo deciderlo…tu cosa vorresti essere-?

Ma buongiorno, fiorellino! In realtà se n’è reso conto molto prima, eh (letteralmente qualche capitolo prima: [Bakugou, rivolgendosi a Midoriya] aaw si è preso una cotta.. GUARDA UN PO’ NON È RICAMBIATA) ma shhh, tutto questo non è mai accaduto, voi non fateci caso.

Ricordiamo, inoltre, che sono entrambi mezzi ubriachi… Probabilmente prenderanno una decisione ancora peggiore di quelle prese finora.

A questo dialogo segue una discussione fuffosa che vi risparmio, al termine della quale i nostri due brillanti protagonisti decidono che… che… SI METTERANNO INSIEME. IO LO SAPEVO!

Giuro che è andata così, io non ho skippato nulla!

La motivazione (seppur tremendamente idiota, la reputazione da bad boy era considerabile tale) di Bakugou va a farsi benedire, gli anni di bullismo subiti da Midoriya pure. E la vita ci sorride.

Comunque, che ora vi mettiate insieme o meno, rimarrete sempre vittima e carnefice e dubito che la situazione cambierà (o, per lo meno, non in maniera sensata o logica).

I due si recano a casa, dove Izuku, ancora un po’ alticcio, chiede a Bakugou di fare sesso. Così, dal nulla cosmico (lo stesso luogo dal quale provengono i tre quarti degli avvenimenti della ficcyna, d’altra parte).

Il ragazzo, riacquistando però un minimo di lucidità, ha la decenza di rifiutare queste advanches, rimandando il tutto a quando saranno sobri.

E questo nonostante la scena alla Fifty Shades buttata in mezzo al capitolo alla cavolo, che (lo ammetto) durante la prima lettura mi ha fatto prendere un enorme spavento:

diciamo che Bakugo potrebbe aver perso anche lui un po’ la testa, ad esempio il tempo che Izuku era andato in bagno potrebbe aver preso QUALCOSINA in più […]

B:non qui, ti porto in un bel posto

Got me looking so crazy right nooooow…

Per concludere in bellezza, ecco la ROMANTICISSIMA scenetta che chiude il capitolo. Roba da far accapponare la pelle.

B:lo abbraccia vieni hai bisogno di riposare
D:ma io-
B:tu vuoi riposare fine.
D:e va bene…
B:si distende ti metti accanto a me?
D:certo! si distende sopra il suo petto
Kacchan…non so cosa sto per dire…
B:cosa?
D:..ti amo..
B:oh..
D:i-io, scusam-

Bakugo gli lascia un leggero bacio in bocca per poi dargli la buonanotte ed abbracciarlo più forte di prima

Non riesco ad articolare un pensiero intelligente che non contenga almeno quindici imprecazioni e due bestemmie. AIUTATEMI.

E c’è persino di peggio: il famigerato angolo autor*, che stavolta valeva la pena menzionare:

(è abbastanza corto lo so. ma non ho idee :3)

“E ora ho bisogno di una valanga di commenti che mi rassicurino del contrario e mi riempiano di complimenti”

Questa è la mia interpretazione del messaggio, potrei essermi sbagliata, ma l’ho percepito così. Nel caso dicesse sul serio, però, mi permetto di offrire un piccolo consiglio: se non hai idee, non aggiornare.

Fai con calma, prenditi tutto il tempo che vuoi, ma non aggiornare la storia se lo fai tanto per fare: pubblica qualcosa che soddisfa te in primis.

Detto questo, ripartiamo.

POV di Bakugo. Il ragazzo si sveglia la mattina seguente ma, per qualche stranissimo motivo, non trova Midoriya a letto con lui.

Preoccupato, si reca a scuola sperando di trovarlo lì, senza pensare di chiamarlo al cellulare perché è intelligente. Ovviamente Midoriya è lì, e ci fa sapere che “non può dormire fuori o ritirarsi tardi” (però a quanto pare può sfondarsi di alcolici a tredici anni… La coerenza, questa sconosciuta). Ma, ATTENZIONE ATTENZIONE, Izuku ha qualcosa di estremamente importante da comunicare a Bakugou:

D:ho capito che non voglio stare con te…perché dopo tutto quello che mi hai fatto n-non sarebbe minimamente coerente..non sapevo come…beh l’avresti presa quindi scusami Kacchan, ma non possiamo stare..insieme…
B:sei serio? penso che tu stia scherzando GIUSTO?!
D:i-in realtà no…e volevo chiederti se…non mi trattavi più m-male..
B:io trattarti male di nuovo. Dovrei pensarci sai non ho motivo per farlo, ma non ho neanche un motivo per non farlo..
D:Kacchan ti prego… fa gli occhi dolci
B:solo perché è l’ultimo anno di medie. non farti strane aspettative
D:grazie…

No, no, no, aspetta… Cosa sta succedendo?

Ma perché diavolo Midoriya dovrebbe rifiutarlo ORA, che in qualche modo è diventato ‘gentile’, dopo averlo amato per ANNI e aver sognato tanto a lungo questo momento? E come mai si è svegliato così, di botto, dopo avergli chiesto di fare sesso la sera prima? E perché diavolo Bakugou accetta di non seviziarlo più, nonostante (almeno secondo il “““carattere””” del personaggio finora) avrebbe dovuto arrabbiarsi ancora di più per essere stato rifiutato?!

Ma certo, aspettate un attimo, ora è tutto chiaro! Come ho fatto a non accorgermene prima? Midoriya possiede lo Sharingan (ecco spiegati gli occhi dolci ipnotici), e ce lo ha tenuto nascosto fin’ora! E ha lasciato che Bakugou lo tormentasse per anni perché è un masochista, e…

…. ok, credo di stare impazzendo. Devo sbrigarmi e finire questa recensione, o il mio cervello non reggerà.

Il POV cambia ancora, e Midoriya ci spiega nel dettaglio perché ha fatto quello che ha fatto:

sapevo che non l’avrebbe presa bene eppure ho ragione! cioè, mi ha trattato male per tutto questo tempo e dovrei perdonarlo così! da un momento all’altro. Ok che sono gentile però fino ad un certo punto. Devo finire questo anno in tranquillità, si spera…

Il che, in pratica, si potrebbe paragonare a qualcosa del tipo: “Questo tizio mi ha rapinato per anni, e io l’ho sempre assecondato, ma ora che ha deciso di smettere e di restituirmi i soldi non lo voglio più avere attorno, però non lo denuncerò perché gli sono troppo affezionato”…

Time skip di un anno. Così, di botto, senza senso.

Dopo la serie di eventi che caratterizza l’inizio del manga, che qui non vengono narrati perché tanto li sappiamo tutti, i due ragazzi si iscrivono entrambi al liceo UA (ah, mi sono scordata di dirvi che anche in questo mondo sono presenti i Quirk, i superpoteri ai quali ruota attorno tutto l’anime originale… Anche se nella fic, per ora, non ci sono stati nemmeno mostrati, quindi non ho idea del perché siano stati effettivamente implementati anche qui) e si ritrovano entrambi nella stessa classe perché… ESPEDIENTE NARRATIVO BUTTATO LÌ PER FAR ANDARE AVANTI LA TRAMA.

I due protagonisti vivranno molte avventure insieme ma come prenderanno il fatto che sono tutti e due nella stessa classe? E Bakugo come si spiegherà che Izuku abbia un Quirk? Beh lo vedrete…

Oh, perdonatemi, citavo il testo, che mi ha fatto davvero salire l’hype alle stelle. Peccato che la seconda domanda non avrà mai risposta, perché il Quirk di Izuku non verrà mai più menzionato… Ma psshh, a chi importa alla fine di queste sciocchezzuole?  Andiamo avanti, dunque!

Primo giorno di scuola. Dopo aver fatto la conoscenza di Uraraka (l’amata best girl della serie “CHE SARÀ SOLO LA SUA MIGLIORE AMICA”) Midoriya arriva in aula, dove scopre che Bakugou sarà un suo compagno di corso.

Figlio mio, tu c’hai proprio la sfiga addosso. Oppure chi scrive ti vuole male.

Però hey, non è ancora detta l’ultima parola, magari in un anno Katsuki ha fatto qualche progresso, e…

B:DEKU DI MERDA CHE CI FAI QUI?!
D:i-io..
B:NON ACCETTO CHE TU SIA QUI NELLA MIA STESSA CLASSE
D:scusami…
B:È INUTILE CHE TI SCUSI, POI ANCORA IN QUESTO MONDO SEI?! NON HAI CAPITO CHE NESSUNO TI APPREZZA!

Idiota io che ci spero pure. Ma poi, mica aveva accettato di non dargli più fastidio? Cos’è successo nell’arco di quest’anno?

… Oh, giusto, gli eventi del manga, CHE L’AUTOR* NON CI HA NEMMENO DESCRITTO. Così, questa de-evoluzione (anche se non so se si possa definire tale, in quanto una vera evoluzione non c’è mai stata) assurda del personaggio non ha il minimo senso.

U:non ha ragione! io ti apprezzo mi abbraccia

Oddio, una possibilità di intraprendere una relazione sana… Ti prego, Midoriya, metti in moto il criceto e fai la cosa giusta! Non buttare via il tuo tempo, fai amicizia con lei, se è cosa mettitici pure assieme, e manda a quel paese quell’altro idiota mal caratterizzato con una personalità frammentata (anche se nemmeno tu scherzi, in questo campo)!

Bakugou vede il tutto, e ci giochiamo anche il suo ultimo briciolo di raziocinio. Difatti, il ragazzo se ne esce con un discorso allucinante del tipo “Tu mi hai lasciato per metterti con lei, brutto stronzo! Lo sapevo! Ora capisco tutto!” al che Izuku gli fa giustamente notare che lui e Uraraka si conoscono da tipo due minuti… E HA RAGIONE, SANTA ARTEMIDE!

Bakugou, da grande simpaticone qual è, replica malignamente che nessuno vorrebbe essere suo amico dal nulla e se ne va, tronfio come un tacchino il giorno di Natale.

Al che, io ho solo una cosa da commentare:

Vaffanculo, Katsuki Bakugou.

In classe arriva il professore, e parte un giro di presentazioni totalmente inutile e molto ma molto cringe, pieno di doppi sensi DIVERTENTISSIMI al livello di ‘ma pisello la verdura o quell’altra cosa?’ che vi risparmierò perché sono caritatevole.

Giungiamo quindi nei dormitori, dove ogni studente avrà la propria stanza nella quale si dovrà trasferire (cosa che succede anche nell’anime, ma non certo il primo giorno di scuola… queste però sono sottigliezze).

Midoriya chiede a Bakugou di essere amici, e lui… accetta. COSA DIAMINE STO LEGGENDO? MA SE HA ACCETTATO DI ESSERGLI AMICO PERCHÉ LO HA PERCULATO FINO A DUE SECONDI FA?!

Per Crono, devo calmarmi, non posso cedere proprio adesso… Forza, Hopeist, un respiro profondo… Ce la puoi fare.

Letteralmente due righe dopo questa conversazione, a Bakugou piglia l’embolo, e si mette a STROZZARE quella poveraccia di Uraraka, che passava di lì per caso. Sì, a STROZZARLA, come se nulla fosse.

vado da Uraraka e noto Kacchan stringerla dal collo attaccata al muro

Midoriya, tesoro mio, voglio darti un consiglio spassionato. Esiste questa cosa chiamata TSO… Spediscici quel mentecatto del coprotagonista. Adesso. Con la forza, se necessario.

Andiamo avanti.

Izuku tira fuori le balle e, grazie al cielo, riesce a fermarlo. E nonostante tutto Katsuki, prima di andarsene, non si risparmia dal mandarlo affanculo e a schernirlo beffardamente, facendogli inoltre sapere che non vuole più essere suo amico, gne gne gne. Poco volubile, il ragazzo.

Il POV passa ancora a lui (ormai in ’sta storia ci sono più passaggi che in una partita di calcio), e ci tocca subire un’altra delle sue COERENTISSIME riflessioni:

quel nerd…mhh che fastidio che mi da! non posso riavere una cotta per lui, è impossibile! ormai è una parte del mio passato e non voglio che sia parte del mio presente.

Awww, ma quindi mi stai dicendo che, se Bakugou ha quasi strozzato quella poveraccia, lo ha fatto per amore?! Credo che il livello di psicopatia abbia appena raggiunto quello di Edward Cullen… Fantastico!!

Tra l’altro, questa riflessione non ha il minimo senso… Anche se Bakugou ha cambiato idea a caso, perché diavolo inizialmente ha detto che essere amici sarebbe andato bene? Non poteva dire di no a Midoriya fin da subito? E per cosa si sarebbe arrabbiato esattamente? Perché il ragazzo gli ha impedito di commettere un dannato omicidio?!

Comunque, Katsuki se ne torna in classe come se nulla fosse (certo, anche io sarei estremamente calma dopo aver quasi ammazzato una poveraccia per NIENTE) e si siede accanto a Kirishima, un compagno di classe dei due protagonisti che (qui come nell’anime) stringe un rapporto di amicizia con Bakugou. O, per lo meno, il suo intento dovrebbe essere quello.

“E come?” vi chiederete voi. Beh, ragazzi miei, è semplice: in questo modo, così poco realistico che c’azzecca quanto uno sviluppo serio della trama con Fairy Tail:

B:non ho intenzione di fare amicizia con nessuno.
K:e daii non ti sto chiedendo tanto!
B:beh per me è tanto ok?!
K:
si gira dal lato opposto
B:vorresti fare l’offeso solo perché ho rifiutato di essere tuo amico?davvero?!
K:si.
B:possiamo..provare ad essere amici. PROVARE
scandisco bene la parola
K:DAVVERO?
B:si..
K:evvai! vuoi studiare da me oggi?
B:da..te?
K:mhmh è normale no?
B:
abbasso di poco lo sguardo per me no
K:oh…lo diventerà!
B:se lo dici tu..
faccio spallucce

Ok, d’ora in poi in questa recensione la parola d’ordine sarà SOPRASSEDIAMO. Soprassediamo a questo dialogo assurdo, che è meglio per la mia e la vostra sanità mentale.

POV di Izuku, che ha sentito tutto.

Il ragazzo si deprime perché Bakugou sembra essere diventato subito amico con Kirishima (“perché lui sì e io no?”), e entra in classe con uno sguardo vuoto manco gli avessero succhiato via l’anima.

Mentre si siede al banco, il ragazzo decide quindi di prendere le distanze dal nostro non molto intelligente coprotagonista (e noi inneggiamo al miracolo, anche se ho paura che non durerà a lungo) anche se “un’amicizia o qualcosa di più con lui l’avrebbe voluta lo stesso”. Sigh…

Kirishima, nel mentre, si scopre un esperto Legilimens e capisce che tra Midoriya e Bakugou è successo qualcosa. Chiede dunque a Katsuki di cosa si tratti, e lui (per qualche motivo) racconta al ragazzo appena conosciuto e con cui non voleva avere nulla a che fare qualche riga fa tutto quello che è successo a velocità Rap God.

Terza persona POV.

Vi lancio una sfida, ragazzi, contate tutti i cambi di POV avvenuti fino a qui e scrivete nei commenti quanti sono. Secondo me arrivano almeno ai dieci in otto capitoli.

Comunque, Midoriya esce dall’aula in tutta fretta.

Bakugou vorrebbe andargli dietro, ma viene fermato da Shoto Todoroki, un altro compagno di classe dei due che probabilmente avrà il solo scopo di creare un inutile triangolo amoroso strutturato da cani, visto che una buona parte del fandom shippa anche lui con Midoriya alla cavolo.

Però, ammetto che, al contrario di Katsuki, il ragazzo mi risulta subito simpatico fin dal suo esordio, che definirei una goduria:


Shoto da dietro: ci vado io, tu gli hai causato fin troppo.
B:ma chi ti credi di essere?!
S:Shoto, piacere
B:già mi metti il nervoso! vacci tu dal nerd tanto ormai sta con chiunque basta che non sia io!
S:mi spiace se sei antipatico e arrogante va lentamente verso la porta

Shoto, sei la voce del popolo! Ti farei una statua d’oro! Non so come tu abbia fatto a inquadrare la situazione in tre nanosecondi, ma, giunti a questo punto, non me ne importa niente!

Todoroki si appresta quindi ad andare in bagno, dove consola un Izuku piangente (tanto per cambiare) in modo migliore di come potrà mai fare quel deficiente del nostro coprotagonista, e lo riaccompagna in classe mano nella mano.

Ma allora LO VEDI, che chi ha ideato questa roba sa scrivere personaggi decenti, o per lo meno con un po’ di morale?! Perché Midoriya non si mette con lui, a questo punto, o con Uraraka?!!

Bakugou assiste alla scena e accusa Izuku di essere un… uomo dai facili costumi, anche se non c’è scritto proprio così.

Il ragazzo, però, lo prende da parte e gli chiede di parlare chiaro.

Ora. Ora. ORA. Voglio riportarvi la scena integrale, perché credo sia quella che merita di più in questo obbrobrio di fanfiction.

D:quello che faccio io a te non deve interessare. Posso fare quel cazzo che mi pare ok?! dopodiché se me la faccio con tutti non è un problema tuo anche perché se dice ironicamente non me la faccio con te, SE NON ME LA FACCIO CON TE UN CAZZO MOTIVO CI SARÀ ED INOLTRE si gira verso Kirishima non voglio prenderti in causa Kirishima tranquillo torna a guardare Bakugo SAI CHE TI DICO. VATTENE CON LUI AL POSTO DI CONTINUARE A PENSARE A ME! IO HO TROVATO DI MEGLIO bacia Todoroki ma si stacca immediatamente

SÌ CAZZO, ANDAVA DETTO! Tralasciamo la stesura della scena, così confusionaria che prima di capirci qualcosa necessita almeno di due riletture, e il fatto che Todoroki si sia trovato invischiato in tutto questo contro la sua volontà. Non roviniamoci il momento.

A quello ci ha già pensato l’autor*. Difatti, l’evoluzione del protagonista dura circa tre decimi di secondo. Solo per un attimo, ci avevo creduto.

Midoriya si scusa immediatamente con Bakugou (anche se non si capisce bene perché lo faccia: aveva tutto il diritto di fare quello che ha fatto) il quale, senza alcuna pietà, gli dice di andarsi a fare pure un’altra compagna, così sarà più felice. Vaffanculo, va.

Izuku scappa allora in bagno, di nuovo, dicendo che chiunque lo seguirà non farà una bella fine.

Da qui in poi si scatena il delirio, quello vero, che probabilmente mi ha fatto tirare giù dal Paradiso anche santi che non esistono.


Vi ricordate dell’autolesionismo, citato di sfuggita nei primi capitoli e mai più menzionato?

Izuku ha sempre sofferto di autolesionismo per colpa di Katsuki. Ma in questo periodo ne stava davvero abusando. L’hanno fermato due volte Shoto ed Uraraka senza rendersene conto [NO, NON HO IDEA NÉ DEL QUANDO, VISTO CHE QUESTO È UNO DEI PRIMI GIORNI DI SCUOLA, NÉ DI QUANTO DUE PERSONE POSSANO ESSERE DEFICIENTI PER BLOCCARLO DUE VOLTE SENZA RENDERSI CONTO DI UNA COSA DEL GENERE], le altre volte non l’aveva visto nessuno considerato che era dentro la sua stanza in dormitorio, Bakugo non si rendeva mai davvero conto del male che provocava ad Izuku, fino a quando questa volta, Bakugo, ha davvero esagerato ed in bagno non è successo niente di positivo.

A tutto questo segue una scena raccapricciante, in cui Izuku si taglia ancora e ancora, così tanto da perdere i sensi. A ritrovarlo svenuto sul pavimento è Uraraka, che corre in classe a chiamare aiuto. I ragazzi si precipitano ad aiutarlo e lo portano in infermeria.

Shoto riprende quindi Bakugou:

S: rivolgendosi a Bakugo sai che questa è tutta colpa tua vero?
B:ma smettila! quello l’ha sempre fatto
[MA DA QUANDO LO SAI TU, SCUSA?!], non so cosa gli sia preso
S:le tue parole gli sono pesate davvero tanto anche se a te non possa sembrare, non è facile se una persona a cui tieni inizia ad insultarti e dirti che sei una puttana
B:da quando il nerd tiene a me?
S:da sempre, ma tu non l’hai mai ascoltato
B:dici?
S:si.
B:forse però hai ragione..
S:lo so
B:ma la smetti di essere così modesto?
S:no❤️
B:vado a vedere come sta. HANNO DETTO CHE SI PUÒ ENTRARE OK?
S:fai quel che vuoi
B: entra nella stanza di infermeria e si reca nel lettino di Izuku u-umh..Midoriya..come stai..?

Ho una voglia talmente irrefrenabile di farmi un cocktail di candeggina e cianuro, che riesco a stento a trattenermi.

Lasciando perdere il siparietto comico totalmente inadeguato in una situazione del genere, qualcuno sarebbe così gentile da spiegarmi PERCHÉ CAZZO QUESTO TIZIO È LIBERO DI FARE QUELLO CHE VUOLE, NONOSTANTE SIA CHIARO A MEZZO MONDO CHE SIA UN CRIMINALE E LA CAUSA DEL MALESSERE DI IZUKU? E PERCHÉ TODOROKI NON LO FERMA, ANCHE SE HA LA SITUAZIONE PERFETTAMENTE CHIARA?

Scusate lo sfogo in caps, ma cose del genere mi fanno davvero imbestialire.

Proseguiamo dunque con questa tragedia.

Bakugou si avvicina a Midoriya e prova addirittura ad accarezzargli la guancia, quando dovrebbe ricevere un ordine restrittivo e stargli almeno a 20 km di distanza, come minimo.

Poi, grazie a Zeus Izuku lo scaccia e il deficiente esce, lasciando quindi che entrino Uraraka e Shoto. Todoroki affronta poi in maniera seria e responsabile il problema gigantesco dell’autolesionismo del nostro protagonista:

S:prometti che non lo farai più?
D: annuisce titubante

Basta. Fine del problema. Non sentiremo mai più parlare di autolesionismo per TUTTA LA DURATA DELLA FANFINCTION. Voglio morire, qui e adesso. MA CHIAMATE UNO PSICOLOGO, GLI SERVONO DELLE CURE, BRUTTI IDIOTI!

Purtroppo i due, fregandosene altamente del problema, si limitano semplicemente a fare a Izuku qualche discorso fuffoso ed escono dalla stanza per lasciarlo riposare.

Il giorno dopo, Midoriya entra in classe, fresco come una rosa (dopo essere quasi morto dissanguato il giorno prima, giustamente), e si siede tranquillamente accanto a Bakugou perché era l’unico posto libero. Quando come minimo dovrebbe volerlo vedere morto. Ormai non so più cosa dire, ho finito le parole.

Come se non bastasse, Izuku invita il deficiente in CAMERA SUA, DA SOLI, non appena sarà finita la scuola. È stupido pure lui, stupido per davvero, e senza un minimo di coerenza nelle sue azioni. Questa fic è un’enorme tragedia.

Ma cosa mai succederà nella camera di Midoriya? Aperto il toto scommesse nei commenti, fate la vostra puntata, il premio è una randellata nei denti a Bakugou. Quasi quasi partecipo anche io. Vi do anche un indizio: il titolo del capitolo è “•sei il mio scemo♡”, scritto così.

Si preannuncia qualcosa di ancora più orripilante dei capitoli precedenti.

I due entrano nella stanza, e Midoriya si chiede perché all’improvviso a Bakugou interessi di lui. Avanzo un’ipotesi: forse è perché ti sei quasi ammazzato a causa sua? Beh, assolutamente no. La risposta di Bakugou è difatti:

B:Izu- Midoriya mi è sempre interessato di te. Solo che quando sono arrabbiato non penso mai a quello che faccio, ti sembra facile?!

Non ho mai sentito una stronzata così grande da quanto mi è stato detto che i film di Percy Jackson sono adattamenti dei libri apprezzabili e fatti bene.

I due discutono ancora un po’, fin quando Midoriya non chiama Bakugou “il mio scemo”. Un’ambulanza. Qualcuno chiami un’ambulanza, sto per avere un cedimento.

A questo punto, Bakugou (lusingato dopo il ‘complimento’ ricevuto) lo ABBRACCIA. E Midoriya… Beh, lo lascia fare, ovviamente.

Poi, perde del tutto quei bricioli di dignità e sanità mentale che aveva quasi riconquistato, più o meno, scoppiando a piangere di nuovo e supplicando il demente:

D:ti prego non lo fare mai più..ti supplico [intende il bullizzarlo]
B:h-hey va tutto bene sta tranquillo.. gli mette una ciocca di capelli dietro l’orecchio e gli alza la testa con le sue mani morbidi ora va tutto bene..
D:ne sei si-sicuro?
B:annuisce e gli asciuga le lacrime

Giuro che vengo lì con una motosega e te le amputo, quelle dannate “mani morbidi”.

E ora, la ciliegina di melma su questo cumulo di letame.

Dopo qualche attimo in cui Midoriya si chiede in modo molto inutile se sia giusto o sbagliato, i due si limonano. SI LIMONANO, DOPO TUTTO QUELLO CHE È SUCCESSO. Senza chiarimenti, senza prendere provvedimenti per l’autolesionismo, senza aver fatto un minimo di ordine nei loro cervelli bacati, senza che sia successo assolutamente nulla.

Poi, i due piccioncini si sdraiano a letto, teneramente abbracciati l’uno all’altro, e il resto del capitolo è tutto un cuore e amore che mi ha fatto salire il vomito.

Anche il capitolo dopo è tutta fuffa cuore e amore che avrei preferito di gran lunga non leggere, e l’unica cosa concreta che viene fuori è che Katsuki vuole portare Midoriya in un posto, ancora una volta non meglio specificato.

L’altro ovviamente si fida e i due si preparano per uscire.

Poi, l’angolo autor* ci preannuncia il disastro che sicuramente avverrà nei prossimi capitoli:

//SCUSATE L’ASSENZA sono stato occupato con la scuola e mi è uscito di mente la fanfiction, ho pensato a molte idee oggi a scuola quiindi ci vediamo banane🥺💛 ~Al

Geniale: altro che signori di Wattpad, avrei dovuto chiamarvi banane fin dall’inizio. Ho sbagliato tutto.

Comunque, quelle molte idee mi spaventano non poco.

Vabbè. I due escono dalla stanza e si trovano davanti Todoroki. Come reagirà il ragazzo vedendoli assieme? Manderà affanculo Bakugou e darà dell’idiota a Midoriya? Beh, lo spero vivament-

si trovano Shoto davanti, inizia a spingere Midoriya indietro
B: BASTARDO A METÀ CHE FAI?!
D:Kacchan…
S:tu vieni con me in bagno

No. NO. NON OSARE. NON OSARE FARE QUELLO CHE STAI PER FARE.

B:APRI BASTARDO!
S:speraci. riguardo a te Midoriya, mi avevi detto che amavi solo me giusto
[QUANDO, PER L’AMOR DEL CIELO? QUANDO SAREBBE SUCCESSO?!]?
D:T-todoroki mi sbagliavo scusami

LASCIALO ANDARE. ORA. SUBITO. FERMA QUESTO CAZZO DI CAMBIO DI PERSONALITÀ SENZA SENSO AL SOLO SCOPO DI TROVARE SCUSANTI PER BAKUGOU.

sento Todoroki darmi uno schiaffo sulla mia guancia candida che in un secondo diventò rossa, per poi scoppiare a piangere

Non lo accetto. NON LO ACCETTO, DANNAZIONE!
Ma ormai è troppo tardi. Shoto, vittima dei malvagi Cambi di Personalità a Fallo Canino per Far Risaltare il Badboy di Turno®, continua a seviziare Midoriya, il tutto mentre Katsuki abbaia come un cane rabbioso fuori dalla porta del bagno invece di correre a chiamare un professore. Che amarezza.

Finalmente, dopo un calcio nello stomaco che fa quasi svenire Midoriya per l’ennesima volta, Todoroki si decide ad aprire la dannata porta.

Bakugou si fionda dentro e, siccome è un principe azzurro, porta di volata Izuku (che non si è saputo difendere dall’aggressione nemmeno con un Quirk che gli dona una grande superforza, tra l’altro… Mi chiedo perché siano stati inseriti, a questo punto, essendo totalmente inutili e venendo menzionati solo un paio di volte di sfuggita) in infermeria.

Dalle 15:00 alle 19:54 di sera (no, non so perché siano stati aggiunti degli orari così precisi di punto in bianco) Midoriya non riprende conoscenza e Katsuki veglia su di lui da bravo ragazzo qual è (poveri noi). Bakugou riceve poi il verdetto del medico:

[È l’infermiera della scuola a parlare] il signor Midoriya è in condizioni gravi, si dimetterà fra due mesi e le visite si potranno fare solo a richiesta del paziente. In questo momento dorme appena si sveglierà gli chiederò se vorrà vedere qualcuno, mi spiace..

Ma cosa diavolo ha fatto Todoroki per ridurlo così? Lo ha preso a sprangate con un tubo di ferro? Lo ha investito con un tir? E perché se è così grave non lo mandano in un fottuto ospedale?

Bakugou esce dall’infermeria, e riflettendo arriva alla conclusione che Todoroki ha usato il suo Quirk contro Izuku. Ma allora, perché Midoriya non ha risposto all’attacco ma ha subito passivamente il tutto? Capisco che Shoto fosse un suo amico, ma un minimo di istinto di conservazione, eddai!

Skip time, di nuovo. È mezzanotte e mezza, e Izuku ha finalmente ripreso conoscenza.

Chiede di Bakugou, il quale si precipita nella stanza. I due fanno i piccioncini per un po’ e poi il ragazzo, chiaramente in preda a deliri masochistici, chiede di poter vedere Todoroki. E io continuo a sostenere a gran voce che questo qui avrebbe bisogno di uno psicologo, uno bravo possibilmente.

Bakugou lo fa desistere (anche se immagino fosse ben contento quando suddetti deliri avvenivano con lui) e prende la mano a Midoriya, che arrossisce.

Come dice l’adagio, “lo vedo arrossire che da un broccolo diventò un pomodoro” (cit di Bakugou). Katsuki ha decisamente sbagliato carriera, sarebbe stato un poeta eccezionale.

Midoriya lo supplica di dormire con lui, al che Bakugou chiede all’infermiera il permesso che gli viene concesso perché VIVA LO YAOI, IN CULO LE REGOLE.

Time skip, di nuovo. Stavolta, però, di DUE MESI. Al che mi chiedo… Ma perché stabilire un ricovero tanto lungo, se poi non ci viene descritto nulla di quel periodo di tempo? Bah.

Scopriamo che Bakugou ha la testa tra le nuvole perché è preoccupato per Midoriya, che col “““carattere””” del personaggio fino ad ora non c’azzecca una minchia. Scopriamo anche che la classifica dei migliori della classe, fino a due mesi fa, era

Midoriya [E ALLORA VEDI CHE IL QUIRK LO SA USARE, PORCA DI UNA-]
Bakugo
Shoto

Nell’anime non è così ma shhh, non importa. Comunque, quella attuale è

Shoto
Iida
Uraraka

Oddio, una tragedia. Bakugou non è tra i primi tre.

Anyway…

Bakugou sta facendo i compiti, quando sente la porta della sua camera aprirsi e ODDIO, CHI MAI POTREBBE ESSERE??? NON CI CREDERETE MAI!!!

… Sì, è Midoriya (COLPONE DI SCENONE NUMERO BOH), ripresosi qualche giorno prima che lo dimettessero ufficialmente dall’osp- DALL’INFERMERIA. Scopriamo che Katsuki, ora diventato il fidanzatino dei sogni totalmente a caso, si è fatto sospendere dalla scuola per stare di più con Midoriya.

Non sapevate che ci si può far sospendere a piacimento dalle attività scolastiche se il vostro amore è in ospedale? Bene, nemmeno io.

Comunque, Bakugou propone a Midoriya di andare in un posto, DI NUOVO, e Izuku ovviamente dice di sì, dopo una scenetta imbarazzante in cui Katsuki gli offre una sua felpa e lui accetta.

Poi c’è un altro po’ di fuffa, all’interno della quale l’avvenimento più rilevante è probabilmente:

-perche mi stavi fissando..?
-mi sono perso nei tuoi occh-
-aww che cosa carina..- dice strizzandomi le guance
-n-non è vero! baka!
-awww
-smettila Izuku

Tra poco questa ficcyna si trasformerà in un hentai. Io ve l’ho detto.

Ah, però c’è una nota positiva in tutto questo: non so perché l’autor* all’improvviso abbia deciso di non scrivere più il testo in stile copione teatrale, ma vorrei comunque ringraziarl*. Dal profondo del mio cuore.

Insomma, dopo altra fuffa romantica, i due si apprestano finalmente ad uscire… E il capitolo finisce. Già, non è successo un cazzo. Chissà cosa ne penserà l’autor*?

//scusate se è corto ma sono stupidx e l’ho pubblicato

Ok, un bel respiro. 3, 2, 1… E ALLORA NON PUBBLICARLO, PRENDITI IL TUO TEMPO!!!

Andiamo avanti. I due stanno per uscire, ora lo posso dire, e-

[A parlare è Bakugou] -ci andiamo domani
-uh? perché?
-sei stanco, ti hanno fatto molte cose..anche troppe…
-Kacchan…
-si vede..ti stai per addormentare, sto accanto a te, ti do bacetti..quel che vuoi ok?

Vi detesto, sappiatelo. È da tre capitoli che ci rompono le scatole con questa fantomatica uscita, che senso ha farci aspettare ancora?

Dopo le ennesime coccole fuffose, Midoriya si addormenta, ma prima che Bakugou possa fare altrettanto, nella stanza entra Kaminari (un altro compagno di classe, l’ennesimo Personaggio Introdotto a Fallo Canino®), che voleva sapere come stesse Izuku, e nota che Midoriya ha indosso la felpa di Katsuki. Sì.

E poi esce dalla stanza con un “facciamo che vi lascio da soli”. A cosa è servito tutto questo? Credetemi, se vi dico che NON LO SO.

Ennesimo skip time (l’autor* ci sta prendendo gusto, a quanto pare).

Midoriya si sveglia dopo un incubo nel quale Todoroki stava ammazzando Bakugou, buttato lì tanto per farci capire chi è il vero cattivo della fic, e lui, per tranquillizzarlo, vuole portarlo a prendere un gelato e poi in quel cazzo di posto, FINALMENTE.

arrivati prendo un cono alla fragola e Kacchan ne prende uno alla vaniglia (😼)

Quel… Dannato… Gatto…

Ditemi che l’autor* non ha fatto un riferimento a Boku no Pico, ditemi che non l’ha fatto davvero, vi prego, ditemi che non l’ha fatto davvero…

Giuro che quella… cosa è tutto ciò che possa esserci di sbagliato al mondo racchiuso in una sola animazione.

Se non lo conoscete, fatevi un favore e NON CERCATELO. Credetemi, lo dico per la salvaguardia della vostra sanità mentale.

I due si mettono a mangiare il gelato al parco, dove assistiamo a una scena a dir poco imbarazzante (tra l’altro, ora che ci penso: mettetevi nei panni di quei poveri bambini che volevano solo giocare in pace e hanno avuto la sfortuna di imbattersi in ’sti due cerebrolesi):

[A parlare è Midoriya] -il gelato è mio- incrocio le braccia intorno al mio petto sporcando l’unica parte di pelle scoperta
<<ma davvero sono così sfigat- >> [Bakugou] mi lecca la parte sporca di gelato, che di conseguenza mi portò a mettere le braccia sulle sue spalle
-baka- dissi io arrossendo
-preferisci così?- prende un po’di suo gelato mettendolo in bocca baciandomi appassionatamente, dopo qualche minuto ci staccammo

Sembra l’inizio di un film a luci rosse di serie B, e ho come l’impressione che la ficcyna non copierà solo l’incipit dai film a luci rosse scadenti.

Dopo questa scenetta stucchevole, Bakugou propone a Midoriya di andare in quel dannato posto. Finalmente avremo l’occasione di capire che diamine di luogo sia…

E INVECE NO, perché a quanto pare il ragazzo sta ancora troppo male a causa dell’incubo con Todoroki in versione Jack the Ripper, e quindi TUTTI A CASA.

Vi detesto ancora di più di prima.

Scenetta cuore e amore (ma che ve lo dico a fare) e tutti a nanna.

Il giorno dopo, Bakugou assale il “““compagno””” e stanno quasi per dare il via a un rapporto sessuale, quando…

Il capitolo finisce. Di nuovo. Ora, capisco che interrompere sul più bello serva a mantenere viva l’attenzione del lettore, ma piazzare un cliffhanger in quasi ogni capitolo mi sembra esagerato.

Non prendetela come una critica, questo è più uno sfogo personale, lo ammetto.

Ok, non avrei mai voluto dirlo, ma l’incipit del capitolo è letteralmente (sono presenti parti smut). Mi dispiace, mi dispiace tanto.

Riprendiamo direttamente da dove ci eravamo interrotti:

quando [Bakugou] se ne esce con un
-ti va?-
-Kacchan è la prima volta non saprei come comportarm- – mi mette un dito sul labbro
-tutti hanno una prima volta su tutto ed anche tuu-

Tuu… Tuuu… Tuuuu… Risponde la segreteria telefonica. Prego, lasciate un messaggio dopo il segnale acustico.

Vabbè, comunque il capitolo è un sesso selvatico continuo che non ho la minima intenzione di riportare perché a voi ci tengo.

E, incredibile a dirsi, siamo giunti all’ultimo capitolo. L’ULTIMO DANNATO CAPITOLO DI QUESTO SCEMPIO. Signori, ancora un piccolissimo sforzo, ce la possiamo fare.

Il capitolo altro non è che il classicissimo ‘e vissero tutti felici e contenti’, con i due che si diplomano e diventano una famigliola felice con bambini usciti fuori da chissà dove. Ma, COLPONE DI SCENONE finale, scopriamo che a narrare questo ultimo capitolo è stato All Might, un altro personaggio mai menzionato prima, aggiunto ora… PERCHÉ SÌ.

E, dopo una caterva di foto CARINISSIME di loro sposati e di loro con dei bambini (Evgenij, spero tu sia contento), posso finalmente dire la parola FINE.

Evgenij:– Contento non è la parola giusta, diciamo.-

Ragazzi se è stato un viaggio. Non credevo che avrei penato così tanto, e mi scuso tanto casomai fossi risultata pesante in alcuni punti della recensione, ma certe cose in questa fic mi hanno fatto davvero imbestialire. Per riassumere abbiamo:

  • Personaggi principali caratterizzati con i piedi, che non stanno né in cielo né in terra
  • Personaggi secondari totalmente inutili, aggiunti per allungare il brodo e basta
  • Temi importantissimi e molto delicati, come l’autolesionismo, buttati lì per donare drammaticità alla storia e mai più ripresi, cosa che mi ha fatta incazzare davvero tanto
  • Elementi inutili (i Quirk, il fatto che i minorenni possano bere alcolici) aggiunti perché sì
  • Una trama inconcludente, che non si capisce dove voglia andare a parare (sempre se si possa definire tale)
  • Il terribile comportamento di Bakugou e anche quello di Todoroki, entrambi rimasti impuniti, il primo grazie alla forza dell’AMMOOORE, mentre il secondo… Boh, una volta screditato, alla fine, a chi importa più di lui?

Ebbene sì, signori, questa è la fine. E meno male, direi.

A chi mi ha seguita fin qui, voglio semplicemente dire grazie. Grazie di avermi supportata (e sopportata) fino alla fine. Spero, nonostante la terribile ficcyna recensita, di essere riuscita a strapparvi un sorriso e ad intrattenervi un po’.

Con enorme sollievo,

Hopeist

….

….

….

Hey, ma aspettate, forse ho dimenticato qualcosa…


IL DANNATO POSTO, CHE COS’ERA??? MANNAGGIA A-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...