Kelsey: il male senza ragione

Nelle ficcine, le Hope sono entità molto variegate: a volte sono buone buone, altre delle stronze siderali, delle ipocrite e/o delle rintronate. Una si distingue dalla massa: Kelsey di "Danger", che, è, potenzialmente, l'unica Hope veramente malvagia. Non stronza e basta. Siamo a livelli di malvagità decisamente superiori a quelli di Azula e paragonabili a quelli di Joffrey, ma a differenza di costui Kelsey non ha motivi di essere così malvagia e instabile.

Train de vie – Un treno per vivere

“Volavano via i nostri compagni, volavano via appesi a una stella gialla, trascinati da un vento furioso. Avevano negli occhi il terrore. Volavano via gli uccelli, e non torneranno mai più. Si spegneva il sole e non comparivano più stelle. Solo nuvole nere, e il fuoco.”

Ramses il faraone: orgoglio e amore fraterno

Ramses è forse l'antagonista più tragico mai creato dalla DreamWorks: nell'originale Libro dell'Esodo, il Faraone non ha neanche un nome, e ha come unico scopo starsene lì a farsi indurire il cuore da Geova, in modo che il Capo abbia la scusa per continuare a fare sfracelli.

Tauriel e il falso femminismo

Oggi il vostro fanwriter91 vi parlerà di Tauriel, personaggio femminile aggiunto nella trilogia cinematografica de Lo Hobbit. Immagino che il motivo fosse inserire una figura femminile forte, sia per "stare al passo coi tempi", sia per offrire al pubblico femminile un punto di riferimento. Purtroppo è andata molto male.