“Knockout” (Il seguito di “Dark”!)

[Potete trovare qui la recensione di “Dark“: prima, seconda e terza parte.]

Re Robert, armato di lancia, attendeva la carica del cinghiale.
Prese la mira e scagliò la sua arma, ma i sensi erano annebbiati dal vino e mancò il bersaglio.
In risposta il cinghiale lo caricò e lo infilzò con le zanne.
Urlando di dolore, re Robert stramazzò in un lago di sangue.

(L’immagine si ferma e si scopre essere un filmato. Qrow e Ruby si portano al centro dello schermo).
– Ogni anno si verificano incidenti dovuti all’assunzione impropria dell’alcool. A me piace molto bere, ma ci sono momenti in cui è meglio non farlo. – spiegò l’uomo.
– Bevete responsabilmente. Altrimenti danneggerete la vostra salute… e quella di chi vi sta attorno! –
(I due si abbracciano, l’immagine si dissolve e appare la scritta “Pubblicità Progresso”).

Ebbene followers, io sono mattheus93 e vi do il benvenuto alla recensione del seguito di “Dark”!

H28, l’autrice originale di “Dark”, poteva esimersi dal scrivere un seguito della sua popolarissima fanfiction, specie considerando che la conclusione della storia era abbastanza aperta?

La risposta è: certo che poteva evitare un seguito, ma il successo è un qualcosa di talmente inebriante da farti fare le stranezze più varie.

Pensiamo alla Rowling: dopo il successo planetario di Harry Potter, ha promosso l’opera teatrale “La Maledizione dell’Erede” e ha scenneggiato i film di “Animali Fantastici” e il risultato… beh… il non più canonico Universo Espanso di Star Wars era più interessante a mio parere.

Riassuntino di “Dark“: a Londra (anche se l’ambientazione si capisce solo alla fine), Bo, una ragazza bella, pura, casta (e deficiente) finisce coinvolta in una strana relazione amorosa con Harry Styles, un bellissimo e muscoloso giovane che si guadagna da vivere insegnando pugilato in palestra e partecipando a incontri di boxe clandestini.
Harry, pur proclamando a gran voce il suo rifiuto sullo stupro e sulla violenza sulle donne, pare non accorgersi che i suoi metodi di corteggiamento basati sulle molestie e sullo stalking siano contradditori coi suoi ideali (ma di fatto è l’autrice che ha cambiato di botto le carte da gioco).
Inoltre, Louis, un amico di Harry che lavora con la polizia, usa le sue abilità di hacker per cancellare dai registri della polizia le risse o eventuali atti di vandalismo in cui il bad boy finisce coinvolto.
Ma tranquilli: Harry si comporta così perché ha avuto un padre abusivo e c’è gentaglia molto peggiore di lui in città!
Sta di fatto che Bo, una volta saputo il triste passato di Harry, lo aiuta a cambiare (più a parole che altro) e cementa il loro Amore con la A maiuscola.
La storia si conclude però con Styles che, scosso da un incontro/scontro con un redivivo padre abusivo, se ne va da Londra, “chiudendo” la storia d’amore con Bo, quella ragazza così diversa dalle altre che volevano solo scopare con lui.
Esclusa quella sua amica che Harry stesso aveva difeso da un pugile più bad di lui. Sì, Harry aveva anche almeno “un’amica”, non “scopamica”, ma non importa, visto che è finita nel dimenticatoio come quasi tutti i personaggi secondari.

Prima di cominciare la recensione devo fare una grande premessa: le traduzioni italiane ritrovabili di “Knockout” sono tutte incomplete.

Sia su EFP:

https://efpfanfic.net/viewstory.php?sid=2564567&i=1

Che su Wattpad:

https://www.wattpad.com/story/14274565-knockout-sequel-to-dark

https://www.wattpad.com/story/21070263-knockout-sequel-to-dark-italian-translation

La traduttrice ufficiale di “Dark” e “Knockout” (almeno su Wattpad), è però un’utente di Wattpad di nome hugmejameshoran.

Alcune traduttrici, come sostansia su Wattpad, dicono di fare riferimento alla traduzione ufficiale di hugmejameshoran, la quale ne ha pubblicata una anche su EFP (sotto lo pseudonimo di H28):

https://efpfanfic.net/viewstory.php?sid=2625012&i=1

https://www.wattpad.com/story/16917784-knockout

Ogni capitolo della traduzione ufficiale su EFP è preceduto dalla seguente nota:

“Inizio col dire che le traduzioni sono mie, ovvero, @hugmejameshoran , e non nascondo il fatto che mi dia urto che altre ragazze stiano spacciando per proprie le traduzioni qui su EFP. Seriamente, io ci perdo ore a tradurre i capitoli, poi vedo che bel ringraziamento! Comunque, ora comincio anche io a postare “Knockout” su EFP, anche perché mi pare giusto. ;)”

E su questo non le si può dare torto: anche copiare una traduzione senza chiedere il permesso è una forma di plagio.

Dal profilo dell’autrice su Wattpad:

“Sono @hugmejameshoran ed ho tradotto gli ultimi capitoli di Dark ed ora sono la traduttrice di Knockout.”

Gli ultimi capitoli di “Dark”? Mh, e il suo profilo EFP ha per nickname “H28”, lo stesso dell’autrice originale… non è che la stessa traduttrice di “Dark” su EFP? Quella traduzione che aveva ricevuto più di settemila commenti?

Le traduzioni di “Knockout” sono però tutte a un punto morto: arrivano a poco più di una decina di capitoli (il sesto e il nono sono divisi in due parti, il decimo in tre parti). Su Wattapd le altre traduttrici avvisano che aggiorneranno quando un nuovo capitolo tradotto sarà disponibile e, soprattutto, quando Hannah, ovvero l’autrice originale H28, aggiornerà.

Su EFP, la traduzione di hugmejameshoran è iniziata nel maggio 2014 ed è ferma dal giugno 2015. Inoltre le recensioni su EFP sono pochissime: nove quella “ufficiale”, quattro quella “non-ufficiale”.

Anche su Wattpad, “Knockout” non ha avuto lo stesso successo di “Dark”, anche se migliaia di visual e centinaia di like li ha macinati comunque.

(fanwriter91 sclera)

A gennaio 2018 hugmejameshoran ha avvertito che non aggiorna più la traduzione di “Knockout” perché le si è rotto il PC.

Poco male, mi accontenterò del poco che c’è in italiano.

Ho trovato anche la versione Ziam di “Knockout”, dove Zayn Malik “interpreta” Harry e Liam Payne “interpreta” Bo.

https://www.wattpad.com/story/70045816-knockout-%C2%BB-ziam

A parte il fatto che nelle Ziam è sempre Liam quello che interpreta la “femmina sottomessa” della coppia… queste “versioni gay” non hanno senso a mio modesto parere: sono un semi-plagio della storia originale con due nomi diversi per i protagonisti principali!
E con scene di sesso leggermente modificate per adattarle alla nuova coppia.

Finito questo lungo excursus, iniziamo!

Partiamo dal titolo: che vuol dire “Knockout” in inglese? Essenzialmente significa “tramortire”, e cosa verrà tramortito? Harry da un cazzotto di una Bo che non lo vuole più tra i piedi? Staremo a vedere!

La storia è sempre narrata in prima persona da Bo.

Il primo capitolo si apre con la classica scena: di mattino Tiff, un’amica di Bo, sveglia il ghiro perché rischia di fare tardi al seminario.

Lady R: – Tiff? Abbreviazione di Tiffany? La mia OC di Dark Souls si chiama così. Ucciderò qualcuno stanotte. –

fanwriter91: – Almeno non è Giffany. –

Bo ora condivide un appartamento del campus universitario con due coetanei di nome Tiff e Rob.

Fantasma di Robert Baratheon:- Tu sei Robb!-

Coi due preferisce non parlare del “ragazzo che si è lasciata alle spalle”, dato che non riesce a dimenticarlo e il dolore della separazione è ancora forte.

E forse perché, tale ragazzo, alla fine della precedente storia, ha dimostrato a Bo che, pur non frequentandola più, continua a vegliare su di lei come un vero cane da guardia.

Evgenij:- Inquietante, ovvero romantico, visto che Harry è figo.-

Dopo un intermezzo comico che gioca sul ritardo, la nostra protagonista va di corsa alla lezione che deve seguire.

“ “Corri, Bo! Corri!” gridò Rob, mettendo le mani a coppa.”

Grande, pure la citazione alla celebre frase di Forrest Gump.

Jill Valentine:- Corri, scappa, c’è il Nemesis!-

La nostra Bo è, per fortuna, in ritardo di solo pochi minuti, e partecipa a una lezione di letteratura, condita da domande sul saggio da portare la settimana successiva. Tutto ciò produce in un forte senso di pesantezza per la lezione da parte di Bo.

Poi Bo ci mostra di avere la labirintite come Bella di Twilight e Anastasia di 50 Sfumature:

“Uscii dalla classe ed inciampai sulle gambe distese a terra di qualcuno che decise che il pavimento fosse un posto meraviglioso per aspettare il proprio seminario. Veramente non dovrei lamentarmi, poiché sono la prima che crolla accanto ad un muro per leggere gli articoli che ci vengono assegnati e che dovrebbero essere completati in pochi giorni.”

Presso i distributori automatici, Bo incontra un suo conoscente universitario, tale James. Con cui è in buoni rapporti amichevoli.

“Indipendentemente dalle riflessioni che mi aveva fatto fare Tiff, ero felice di vederlo. Lo sono. E’ una specie di sfigato, un non-mi-importa-se-non-è-più-in-stagione-ma-voglio-indossare-il-mio-maglione-natalizio in uno strano modo.”

fanwriter91: – “Una specie di sfigato”? Bel modo di definire una persona perché si veste in modo insolito. E meno male che nel prequel aveva urlato a gran voce che non bisognava giudicare dalle apparenze. –

The Someone (uscendo dalla solita riproduzione in miniatura del Monte Calvo):- Boh, magari abbiamo fortuna e James in realtà è Freddy Krueger…-

Durante il weekend, Bo va a trovare la madre e a stare un po’ con lei, nulla di strano.

È durante tale visita che Bo trova un volantino particolare: l’annuncio di diversi incontri di pugilato, tra cui…

“Styles vs Simmons”

Oh, fantasmi del passato che tornano!

The Someone:- Sarebbe troppo sperare che l’avversario Simmons sia in realtà Al Simmons detto Spawn, e che triti Harry Styles? Tale speranza fa di me una brutta persona?-

Dal tizio che distribuisce tali volantini, Bo ha la conferma che Styles combatterà domani.

Non resistendo alla tentazione di rivedere il suo ammattissimo bad boy, Bo esce la sera programmata, mentre la mamma sta allegramente parlando con un amico, naturalmente non spiega al genitore dove andrà quella sera.

fanwriter91: – E questo perché… ? Cioè, la madre stravedeva per Harry. –

L’incontro si svolge nella zona meno pulita (in tutti i sensi) della città:

“Si trattava di una zona piuttosto malridotta, con i lampeggianti della polizia come sfondo. L’edificio sembrava mimetizzato da fuori; tutto su un unico piano, con le pareti piene di pubblicità attaccata. Non è un luogo che vorrei frequentare, o dove trovarmi degli amici, in quanto pieno di moto parcheggiate fino a sembrare che fossi la loro colazione. Ero sulle mie e a disagio.

Tuttavia, facevo progressi nel procedere coraggiosamente a camminare verso il buttafuori alla porta. Le persone in fila mi insultavano, in quanto non stessi aspettando il mio turno come loro, ignorando la coda, e forse non era una buona idea.”

Bo entra nell’edificio, facendosi accompagnare da uno di nome Mack, rivelatosi poi proprietario del locale, in una sequenza di cui non ho capito la logica (complice forse lo stile narrativo non sempre al top): volontariamente domanda al bodyguard “è legale?”, quello si inquieta e la fa accompagnare dentro da Mack, il quale afferma che non c’è nulla di illegale in quel business, solo un paio di scommesse sugli incontri, ma loro non c’entrano nulla in questo.

Perché si inquietano? Pensano davvero che Bo sia uno sbirro in ricognizione?

fanwriter91: – Wow, sono così terrorizzati all’idea di star facendo qualcosa d’illegale da spargere in giro volantini in cui spiegano bene cosa stanno facendo? Beh, d’altra parte, che ci aspettavamo? L’autrice è la stessa del “oh, Bo, ho visto fuori dalla porta uno sconosciuto palestrato e di due metri che si era accampato davanti a casa nostra, così l’ho invitato dentro!” –

The Someone:- E che c’è di male? L’ho fatto pure io…- (Da dietro il modellino del Monte Calvo emersero un luchador messicano in cerca di qualche colonna vertebrale da spezzare, una specie di uomo-montagna di colore con un guanto d’armatura sproporzionato, un omaccione in gonnellino a piastre armato di ascia decorata d’oro, un bestione in armatura rossa con l’elmo che sembrava la testa di Stewie Griffin e un tabagista talmente muscoloso che la sua schiena formava il volto di un demone. Ignorando i recensori che si chiedevano come facessero a starci, lì dietro, essendo il modellino del Monte Calvo alto appena due metri e mezzo e non avendo loro cinque esattamente il fisico di Piero Fassino, il quintetto si sedette per terra e cominciò a sgranocchiare pop-corn cotti nella caldera del Monte Calvo in miniatura.)

In ogni caso Bo, riesce a cavarsela in quel posto malfamato:

“Questo posto non era paragonabile ad un vero ring, ma ero abbastanza sicura che le persone non erano lì per un qualcosa di raffinato; e la maggior parte di loro non capivano la differenza, data la quantità di alcool che girava.

L’illuminazione rendeva il posto ancora più sporco, rendendo gli angoli cupi, dove non funzionavano le lampadine.”

Finalmente arriva il tanto atteso match tra “l’imbattuto campione” Enrico Stili e quel Simmons, un tizio che va sul ring a piedi nudi e con un ghigno, “il primo esempio di quanto fosse immaturo e desideroso di sfida”, secondo Bo.

La nostra eroina è emozionatissima nell’osservare di nascosto Harry, dopo tanto tempo di assenza, ma allo stesso tempo è sorpresa nel vedere braccio sinistro e fianchi di Harry coperti di tatuaggi.

“Non sembrava più il mio Harry.”

Il match inizia, coi due che si menano senza esclusione di colpi: Bo nota subito che nessuno dei due indossa i guantoni e non si fanno problemi a tirare calci. Mack infatti conferma che quello non è pugilato: è un combattimento sporco, dove non ci sono regole.

fanwriter91: – Quindi vediamo: niente guanti, niente protezioni, personale terrorizzato dall’idea che sia illegale, avanti fino alla morte o quasi… e girano i volantini? –

Evgenij:- La prima regola del fight club di Styles è fare una gran pubblicità al fight club?-

Tabagista:- Così mi piace! Un bell’incrocio tra MMA e Vale Tudo!-

“Si fa per un migliore intrattenimento.”

Luchador:- Principiantes. Mi rompì el Murcielago.-

Durante un momento di tregua, Harry ha un breve litigio con un uomo che gli ha urlato qualcosa di scortese, e Mack deve spronarlo a lasciar stare uno che ha scommesso e a tornare sul ring, dove finisce la lotta con Simmons, mettendolo al tappeto da un unico cazzotto.

OOOOOOOOONE PUUUUUUUUUUUUUUNCH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Uomo-Montagna di colore (ammirandosi il guantone high-tech):- Poser. Però approvo che questa storia diffonda l’idea che la violenza sia la giustizia!-

“L’intera stanza aveva capito cosa stava per succedere, e con un pugno nauseante di Harry in viso all’altro povero ragazzo, capii che non era l’Harry che mi ero lasciata alle spalle.”

Tradotto: Harry, forse per la lontananza dall’amata, è diventato ancora più “dark” di prima.

fanwriter91: – Sicuri? A me sembra lo stesso che picchiava la gente fino a farla crollare (vedi Scott) in un bagno di sangue al grido “sei solo uno spreco di spazio, che razza di uomo picchia una donna?!” –

Bestione in gonnellino (solleva un cartello con la scritta “IO”):- Ugah.- (Tutti lo guardarono male.)

Mentre beve un drink analcolico al bar (visto che deve guidare), Bo chiede a Mack quando Harry combatte di solito. Quasi tutti i fine settimana, risponde Mack, e se lei vuole incontrarlo, lui può organizzare qualcosa, ma la avverte che, da quando Harry ha cominciato i combattimenti, la quantità di donne che gli vanno dietro durante le notti di lotta sono aumentate.

fanwriter91: – Quindi orde di ragazze non vedono l’ora di farsi sverginare da un violento che comunica urlando e ringhiando. E Harry, anziché allenarsi, dedica praticamente tutto il suo tempo a fare sesso? –

Evgenij:- Ah, ecco a cosa servono i volantini!-

Luchador (pensieroso):- Vuoi vedere che Cheetah cercava di dirmi qualcosa?-

Un po’ casualmente, Bo e Mack finiscono per parlare sulle lettere che quest’ultimo scrive alla sua ragazza per farle piacere, rivelando un lato tenero.

“ “Non è che non le parlo mai al telefono al giorno. Vuole che scriva i miei sentimenti e che glieli mandi.”

“Penso che sia una cosa dolce.”

Un sentimento di gioia si propagò, felice nel sentire che l’amore esiste all’infuori delle mie pericolose esperienze.”

Ok, questa parte non è poi così malaccio, ma torniamo alle faccende serie.

Bo, si offre di aiutare Mack con la composizione delle lettere, se lui la lascia sedere ai futuri combattimenti e l’uomo accetta.

Timeskip: Bo, la sua amica Tiff e l’amico mangione e imbranato Rob fanno la spesa al supermarket; per il weekend Bo disdice un appuntamento con l’amica al cinema affermando che va a casa dalla madre.

fanwriter91: – Preghiamo per l’amico mangione. Stiamo parlando di un palese maschio omega che è vicino a una Hope. Ricordate che Harry urlava solo perché vedeva Bo parlare con qualcuno di cui lui stesso si fidava. – (I cinque culturisti si misero in posa alla Squadra Ginew, per ricordare che loro erano invece Maschi Alfa che più Alfa non si può.)

Ovviamente sono tutte balle: Bo va in quella palestra malfamata ad aiutare Mack e ad assistere agli incontri di Harry.

Dato che però Harry arriva in anticipo, per avere i soldi vinti la scorsa notte, Bo deve nascondersi sotto la scrivania di Mack.

“Non lo vedevo ancora, non era entrato del tutto in stanza e mi sentii ancora più infantile nel nascondermi di più; celando i miei problemi invece di affrontarli. Era un’idea stupida. La mia agitazione non doveva pesare su altre possibilità, non c’era tempo. Ed ora che ero seduta, incastrata in un piccolo spazio, non significava che avvicinarsi ai venti anni di età potesse togliermi dalla testa una domanda, sarebbe stato davvero così brutto se lui mi avrebbe visto?

Non potevo uscire in quel momento, però, sembravo pazza per nascondermi.”

Eh, sei tu che ti fai i problemi mentali, sciocchina, non di certo io.

fanwriter91: – Cribbio, “se lui mi avesse visto”, suona meglio! –

Tuttavia, Harry trova il burrocacao di Bo, lo prende con le “sue mani da orso” (ma quali?!) e lo mostra Mack chiedendo se ha una donna lì dentro.

Mack afferma che non sta tradendo la sua ragazza: probabilmente apparteneva ad una delle ragazze del bar passata lì per ritirare lo stipendio.

Harry accetta la spiegazione, prende i soldi e se ne va. Anche Bo decide che ne ha abbastanza, e torna a casa, non volendo rimanere per l’incontro.

fanwriter91: – Sarà sconvolta dal fatto che Harry non possa comprendere un ragionamento quale “anche un maschio può aver bisogno di ammorbidire le labbra”? –

Evgenij:- Meh, penso che sia solo stupida e agisca in modo inconsulto.-

Benché ammetta una mancanza di buon senso, Bo continua a tornare a quella palestra, raccontando sempre a Tiff di stare andando a trovare la mamma. Quando in realtà si agita per il suo tanto amato bad boy:

“Il mio ginocchio non riusciva a smettere di saltellare, muovendosi per l’eccitazione. Era una strana combinazione di sentire le farfalle nello stomaco, altrettanto confuse come me. Le loro ali battevano contro le mie viscere, non appena vidi Harry aprire la porta ed uscire a grandi passi. Era una missione.”

Lady R: – Come me quando bevo la Coca Cola. –

Omaccione vestito di rosso:- O come me quando gli autori si ricordano che ho una personalità oltre a “grosso forte e stupido”.-

Dopo l’ennesimo incontro di pugilato in cui Harry si conferma il campione del mondo, Bo osserva il suo uomo al bar del locale, propinandoci i soliti pipponi in cui ci viene detto che sembra più “cupo” rispetto a prima, che ora primeggia il colore nero nei suoi vestiti, eccetera, eccetera…

fanwriter91: – Perché, in “Dark” si vestiva di bianco? A questo punto anziché “Knockout” potevano intitolarla “Darker”. Poi sarebbe uscito il terzo libro, “The Darkest”. –

Tizio inquietante con coda di cavallo e vestito in completo bianco elegante:- Salve.-

fanwriter91:- …-

mattheus93:- …-

The Someone:- Ah, non guardate me, eh. Questo non l’ho invitato io.-

Una ragazza al bar, notando come Bo fissa Harry, le chiede se le piace e che potrebbe andare a parlargli, ma Bo svia a parole sia la domanda che la proposta.

La ragazza anonima però quasi spinge quella che sicuramente ritiene come una tipa timida ed impacciata verso Harry, per poi abbordarlo.

“ “Vuoi bere qualcosa, bello?” chiese, con voce calda e sensuale.

Probabilmente era il peggior modo di aprire una conversazione che avessi mai sentito; così orribile che per un momento mi persi ciò che stava accadendo di fronte a me, per poi costringermi a guardare di nuovo. Una fitta di rabbia mi penetrò, oltre ogni apprensione, nello stomaco. La mia mente era scattante a mantenere lucidità accanto alla ragazza senza nome, e in quel momento mi resi conto che non era rabbia, ma gelosia. Non volevo che lei stesse accanto a lui e la parte più giovane del mio cervello aveva etichettato Harry come mio. Solo mio. Doveva togliergli le mani di dosso.”

Ecco, “il mio amato è mio e nessuno lo tocca”, bel ragionamento proprio, al livello del “quel giocattolo è mio anche se non ci sto giocando”.

fanwriter91: – Punto 1: non ci vedo niente di male nell’approccio di lei, è l’equivalente di un “ciao bella!”, magari non elegante, ma niente di drammatico. Punto 2: vorrei ricordare a Bo che Harry si è approcciato a lei trascinandola a forza e facendole cadere il bicchiere, inchiodandola al muro, facendole un succhiotto, palpandola contro la sua volontà e dicendole “come ti chiami, bellissima?” Mh, quest’ultima frase mi è familiare, devo averla letta poche righe fa… –

Comunque, Harry rifiuta l’offerta e si arrabbia quando la ragazza prova ad insistere.

“ “Beh, forse potresti offrirmene uno.”

Stronza.”

Ad altre avances della ragazza (preciso che almeno Bo non la definisce mai “sgualdrina” o simili), Harry sembra cedere, con grande scorno di Bo.

Scorno che si tramuta in paura e imbarazzo quando la ragazza propone ad Harry: “puoi scoparci insieme”.

Harry, anche se a causa della penombra e delle luci al neon del bar non riconosce Bo, rifiuta bruscamente l’offerta della tipa, affermando che:

“ “Non sono qui per il vostro divertimento malato”, sputò Harry.”

E dalle con le traduzioni del cavolo del verbo “to spat” che fanno sembrare Enrico Stiloso un lama.

fanwriter91: – Narra la leggenda che Harry sia arrivato secondo al campionato mondiale di sputi. L’oro lo vinse un certo Yoren. –

The Someone:- Non parlarne! Altrimenti evochi…-

Cacciatore francese villoso (decantando mentre mastica tabacco):- Sono proprio imbattibile a sputazzare!-

The Someone (faceplamando): – … lui.-

Evgenij:- A parte queste lunghe disquisizioni sugli sputi, direi che, una volta tanto, Harry ha ragione. Insomma, è nel suo pieno diritto non voler partecipare ai giochi erotici di quelle che per lui sono due sconosciute.-

“Non mi scoperò né te né la tua amica, quindi fate un favore a voi stesse.”

Beh dai, almeno questa volta Harry non pare ricalcare lo stereotipo del puttaniere.

Tabagista:- Magari sta suggerendo loro di dare una chance all’amore saffico?-

Harry se ne va, Bo si separa dalla ragazza e va nel parcheggio, decisa a tornare a casa.

Qui viene però importunata da tre individui ubriachi marci, complice anche la lingua lunga della Hope, la faccenda sembra stare per finire male, ma i tre vengono messi in riga da Styles.

“Non ero la damigella da salvare, e non ero nemmeno sicura che il nuovo Harry fosse l’eroe, ma il suo tempismo non poteva essere più perfetto. L’aria si riempì di una nuova tensione che mi metteva doppiamente fuori gioco.”

fanwriter91: – Non ero la damigella da salvare… e forse Harry non era l’eroe… Eru, dammi la forza… – (Si squarciarono le nubi e apparve il creatore di Arda in persona.)

Eru Iluvatar:- No, ti do la pazienza, perché se ti do la forza qui ci scappa il mortammazzato…

The Someone:- mattheus93, mi chiedevo, come fanno a starci tutti in camera tua?-

Harry intimidisce i tre balordi che girano i tacchi e se ne vanno, ed è allora che riconosce nella ragazza importunata la sua Bo.

Bo cerca di defilarsela, ma tra il motore dell’auto che fa i capricci e le urla di Harry, alla fine desiste e si riunisce con l’uomo che ha così tanto amato.

“Con il cuore pesante lo raggiunsi, sedendomi alla sua destra; abbastanza lontano da sembrare due estranei per chi fosse passato di fronte a noi in quel momento. La testa di Harry si alzò come se potesse sentire nell’aria che il mio corpo si fosse spostato. Non mi guardava. Lo spazio tra noi si era riempito di tutte le cose che non potevo dire. Avevo paura che qualsiasi movimento o parola avrebbero fatto chiudere ancora di più a riccio Harry. Non potevamo rimanere lì tutta la notte.

“Mi dispiace”, respiro.

Il ronzio del mondo attorno a noi cadde in silenzio come se fossimo noi la vetta dell’esistenza. E lentamente mi uccide non appena Harry tolse la distanza tra le parole. Per favore, dì qualcosa.

“Per cosa?” chiese, come se ci fossero un milione di cose per cui chiedere scusa. Probabilmente non c’era ragione.

“E’ stato sbagliato andarmene. Non avrei dovuto.”

Annuì con delicatezza, non so se per una conferma o perché mi aveva ascoltata, o se fosse d’accordo sul fatto che non dovevo scappare. Ero solo felice per la sua risposta data dal movimento della mascella, prendendosi il labbro inferiore da mordicchiare tra i denti. Il miglior profilo laterale mai offerto.”

Ma Bo non se n’è andata: è Harry che ha deciso di andarsene e chiudere la relazione, perché sconvolto dall’incontro/scontro col padre abusivo.

Evgenij:- Eh, ma mica vorrai costringere il grande Styles a chiedere scusa?!-

Harry domanda a Bo cosa ci faccia lì, asserendo che quello è un posto pericoloso.

“Anche se guardavo per terra, mi sentii crollare esternamente.

“Non lo so”, ammetto.

Curiosità credo, la mancanza di forza nel dire: “basta, basta così”. Non sarei più tornata.”

Harry però è restio ad aprirsi, sottolineando che non sta affatto bene (dal punto di vista esistenziale). La stessa Bo pensa che “Non c’era rimasto molto da salvare” e medita di lasciarlo lì e di non dargli più il suo tempo.

fanwriter91: – Beh, a me questo Harry sembra meno inquietante dell’altro. Facciamo i confronti: il primo Harry era uno stalker e molestatore che traeva piacere dal terrore che causava nelle vittime. Qui pare un tipo cupo che vuole solo essere lasciato in pace. Forse Enrico Bastardo Abusatore si è evoluto in un Enrico Cattivo Ragazzo? –

The Someone:- Secondo me l’autrice ha semplicemente giocato a Tekken mentre scriveva… –

Infine, però si offre di accompagnarlo a casa, dato che Harry non ha l’auto, e il bad boy accetta.

Noi, tramite il punto di vista di Bo, veniamo a sapere che Harry vive in un nuovo appartamento parecchio povero e spoglio situato in un condominio dello stesso tenore. Mamma e sorella di Harry non vengono nemmeno a fargli visita (e forse lo stesso Harry non ha contatti con loro).

fanwriter91: – E la Range Rover? E il precedente appartamento? E tutti i soldi che doveva aver messo da parte? Beh, è un ret-con, ma qui ha senso! L’autrice è migliorata! –

The Someone:- Headcanon. Dopo essersene andato, Harry è stato convinto da Don King, già manager di Myke Tyson, a comprare alcune azioni della Parmalat. Dopo il tracollo finanziario, andò ad affogare i dispiaceri nell’alcool a Pripyat, dove incontrò Della Duck, madre di Qui, Quo e Qua, e se ne andò con lei a spacciare eroina in Cambogia. Lì le presero da John Rambo, e Harry decise di morire in modo demente, unendosi al raid dell’Area 51. non morì perché protetto dalla Plot Armor e spese i successivi sei mesi a degustare oppioidi altamente concentrati con Johnny Deep in una fumeria nell’East End di Londra. Ecco spiegata la sua condizione “diversamente agiata”.-

Inoltre, guardando meglio il giovane, Bo scopre che è diventato mezzo cieco all’occhio sinistro e ha una cicatrice lì vicina.

Bo domanda come si successo e Harry spiega che si è trattato di una coltellata durante un litigio molto acceso, su qualcosa che riguardava la droga.

“Mi spostai a disagio sul letto, cercando di scacciare dei pensieri come “il mio Harry non sarebbe così sciocco, non è così”. Ma naturalmente non era il mio Harry, non più; ed ora quel ragazzo inginocchiato al pavimento era più che un estraneo per me.

“Ha detto che era legale, non so quanto lo sia stato però. Ma ora non c’è più niente qui”, aveva la fronte sudata. “Mi sono liberato ormai. Mi ha reso di nuovo felice.”

Avevo voglia di piangere, sgridargli, ma non lo feci perché la sensazione di Harry perso e sentirsi felice con qualcosa del genere mi fece sentire ferita. Volevo abbracciarlo ed urlargli allo stesso tempo.

“Non potevo permettermelo e ho scoperto solo più tardi che il fornitore conosceva uno dei miei concorrenti principali. Ero un doppio guadagno per lui, quindi immagino fossi come un bonus”, gesticolò a mezza bocca.”

Qui la spiegazione è abbastanza confusionaria, non so se sia dovuto alla traduzione italiana, a errori dell’autrice originale o se l’autrice originale ha scelto volutamente di mettere un Harry molto vago nelle risposte.
Harry poi precisa che la polizia è venuta a interrogarlo in ospedale per la coltellata, ma non ha sporto denuncia sui due tizi con cui ha litigato.

fanwriter91: – Harry le ha prese?! –

“ “Perché so che hanno pensato che me lo meritassi”, ammise Harry sommessamente col capo chino per la vergogna. “Il modo in cui mi guardavano mi ha fatto sentire inutile, come se fossi una perdita di tempo.”

“Questo è il loro lavoro, Harry. Ti stavano aiutando.”

Il mio ragionamento non venne preso sul serio.

“Non aveva senso, comunque. Era come buttare benzina sul fuoco. Io so chi è stato, ma è meglio non giocare con quelle persone, Bo.” ”

Bo domanda se Harry acquista ancora stupefacenti (o almeno credo che sia questo il senso di “ci stai ancora sotto?”), ma Harry assicura di no, che lo hanno aiutato. Chi, non si sa.

Bo è palesemente delusa da questo Harry, e fa per andarsene. Ma il bad boy, disperato, la prega di rimanere.

“Gli occhi di Harry vagavano per la stanza come a cercare qualcosa che mi impedisse di andare. Era straziante, perché una volta sarebbe bastato un sorriso a farmi rimanere, ora sarei voluta correre verso di lui. Ma adesso non faceva abbastanza per farmi rimanere; e lo sapeva.

“Per favore” disse in fretta. “Resta…Resta solo un altro po’.”

Le sue mani tremavano, il labbro inferiore morso come un bambino. Se avesse avuto in mano un orsacchiotto, poteva essere un bambino sul punto di piangere prima di dormire.

“No.”

Mi allontanai da lui ed andai verso il divano, dove spostai i cuscini per prendere la giacca. Mi sentivo soffocare, volevo uscire. Avevo bisogno di allontanarmi da lui, mi stava trascinando in basso, in un posto in cui volevo uscire.”

Alla fine però la nostra Bo rimane, specie perché, ritornata pochi minuti dopo per recuperare la borsa dimenticata nell’appartamento, trova Harry steso a terra sul pavimento in preda ad una crisi di “attacchi d’asma”.

fanwriter91: – Di panico, direi –

Dopo qualche minuto Harry si calma e Bo rimane a passare la notte con lui nell’appartamento. Poi gli domanda se alla palestra lo sanno di questa sua menomazione.

“ “Cosa pensi attiri le folle nelle notti di lotta?” chiese con aria di sufficienza. “Mezzo cieco da un occhio e può prendere ancora a calci in culo qualcuno su un marciapiede. Dei perdenti.”

La sua piccola spiegazione non ebbe commenti, perché so che potrebbe dargli fastidio sentirsi dire che quelle persone pagano per far crescere i loro guadagni. Non si preoccupano di lui.”

fanwriter91: – Ha senso. Sto leggendo delle righe del seguito di “Dark” e hanno davvero senso… – (Il suo sguardo si perde nel vuoto.)

Poi Harry chiede cosa fa Bo attualmente: lei spiega che va ad un’università sulla costa del Sussex e fa la facoltà Sviluppo e Relazioni Internazionali. Spiega poi che le piace lì e ha fatto amicizia, tacendo però di James e del fatto che è molto legata a lui.

Infine, quando il sonno si fa sentire vanno a dormire insieme. Senza fare le cosacce.

“ “Sei come un angelo”, mormorò Harry assonnato. “Sei venuta a salvarmi?” ”

Don Rodrigo (apparso da un buco di trama):- Come un angelo dannato/la mia sete sazierai!- (La voce fece andare una finestra in frantumi; i vetri caddero e colpirono il Passante.
Trecentoventotto punti di sutura, perdita di ambo i Tendini d’Achille, otto mesi in trazione, prognosi riservata, incisione dello scafoide sinistro, lacerazione dello sternocleidomastoideo destro, distacco della retina destra, e ticket da pagare pari a sei chili e ventiquattro grammi di cambiali.)

“Si rilassò per riposarsi e quando tirai su la coperta ripensai alla sua domanda. Piccole lacrime cadevano ai lati, rendendomi conto che era ciò che volevo. Volevo portarlo via da qui, volevo liberarlo da quella vita che lo stava intrappolando, volevo amarlo.

“Mi piacerebbe,” disse quasi con la faccia pressata sul mio stomaco. “Essere salvato, voglio dire. Sarebbe bello.” ”

Il sabato successivo Harry combatte di nuovo, ma, con preoccupazione di Bo e Mack, stavolta è in difficoltà contro un avversario più alto di lui, probabilmente a causa della sua menomazione.

fanwriter91: – Più alto? Ricordando che in “Dark” Harry era costantemente descritto come un colosso, dalle “grandi mani” questo qui deve essere un vero gigante! E chi è, ser Gregor? –

The Someone (indicando i cinque palestrati):- O uno qualsiasi di questi simpaticoni.- (Intanto, il bestione in gonnellino giocava a Twister con Robert, il tizio vestito di bianco e Don Rodrigo, quello vestito di rosso pomiciava con una donna verde in tailleur, e gli altri tre si erano messi in posa con in sottofondo il tema degli Uomini del Pilastro.)

Ma ci pensa la nostra eroina a salvare l’amato: si avvicina al ring e sprona Harry ad alzarsi per lei. E così Enrico Stili, urlando “ADRIANAAAAAAA!!!!!!!!!!” si rialza e… SPEM!, avversario a terra.

Nah, scherzo, in realtà non va così: Harry prova a reagire, ma è ostacolato dal fatto che dei colpi ricevuti sul viso lo rendono quasi del tutto cieco, così Bo riesce a ottenere dall’arbitro un time-out.

fanwriter91: – Mi sto immaginando i vari tizi massacrati da Harry che esclamano “si poteva chiedere un time-out?!” –

Evgenij:- Eh, ma loro non erano membri di una band di cantanti che piaceva alle ragazze.-

Un po’ rincuorato dalla breve pausa, Harry torna alla carica, ma di nuovo l’avversario, che ci viene ripetuto essere un bestione più grosso di lui, lo sovrasta.

fanwriter91: – Ripeto, questo deve essere davvero ser Gregor in persona. –

Ma tutti i manga e anime insegnano che più un personaggio le prende più ha la forza di rialzarsi e vincere, specie se è l’eroe, manco avesse la semblance di Yang.

“Mi spostai e vidi Harry rotolare sul suo lato. Stava male, molto male, cercando di alzarsi in piedi. Aveva il corpo pieno di lividi, tagli che sarebbero diventati cicatrici. Il bruto scherzava ancora con la folla, ignarò di ciò che stava accadendo alle sue spalle.

Harry mi guardò ed io gli diedi un semplice cenno del capo.

Si potè sentire il crack del pugno sulle costole dell’uomo, rompendole. Lanciò un grido che superò il chiasso el club. Si reggeva per tenersi le ossa rotte, inerme. Harry non ebbe pietà nel prenderlo per le spalle e sbatterlo a terra. E mentre l’uomo si contorceva agonizzando, Harry salì su di lui lottando nel tenergli le braccia prima di mettergli le cosce intorno al collo. Harry mantenne la presa anche dopo averlo messo di lato.

Il volto del suo concorrente divenne rosso, poi blu, ma Harry lo lasciò prima di farlo svenire. La folla incitava Harry a finirlo, ma la lotta era già vinta. Ogni ulteriore azione da Harry lo avrebbe condannato a una violenza ingiustificabile. Si stava aspettava il ko. Per quanto li riguardava, non era finita fino a quando qualcuno non si avvicinava alla morte.”

fanwriter91: – E adesso il bruto lo sbilancia afferrandogli una caviglia! Dai che lo fa! –

Harry lascia a terra l’avversario senza inferire ulteriormente ed esce accompagnato dall’amata.

fanwriter91: – Non so se essere deluso perché Harry è ancora in vita o felice perché in questa scena decide da solo di fermarsi e di mostrarsi migliore di ciò che era un tempo. Nel dubbio farò entrambe le cose. –

Clayton:- Sii uomo.-

Tarzan (spaccando il fucile):- Non un uomo come te!-

La serata si conclude nello spogliatoio, col nostro antieroe pugile che viene accudito da Bo. Lì, Bo si lascia sfuggire il nome “James” e, alle domande di Harry, spiega che è un ragazzo che sta frequentando al momento e sembrano vicini al fidanzarsi ufficialmente.

“ “Sai” iniziò con amarezza, “dopo che ci siamo lasciati, mi ubriacavo fino a diventare cieco”, il suo gioco di parole non passò inosservato con il piccolo sorriso. “Mi piaceva bere, tutte ti assomigliavano.”

La sua rivelazione mi fece male allo stomaco, volevo andarmene.

“Alcune ragazze non si preoccupano, ad altre so che interessa” fece un gesto verso il suo volto. “Ho portato una ragazza a casa mia, era alta come te più o meno, ma aveva i capelli scuri.”

Tentennava nel suo discorso, un piccolo sorriso quando i miei capelli scivolarono tra le sue dita. Speravo non continuasse dopo la pausa.

“Lei non aveva il tuo odore quando l’ho portata a letto e le ho baciato il collo, però.”

“Vaffanculo.”

Rimasi stupita dalla forza con cui aprii la porta. Mi affrettai verso l’ufficio di Mack dove trovai il mio cappotto e la borsa appoggiati sullo schienale della sedia. Harry cominciò ad inseguirmi qualche secondo più tardi, avevo i suoi passi dietro. Era dietro di me, ma io rimanevo lontana. La rabbia invadeva il mio corpo bruciando.”

Harry la raggiunge e lei lo accusa di essere crudele. Harry allora racconta che quando ha portato in casa quella tipa l’ha chiamata “Bo” in preda all’alcool, e lei l’aveva schiaffeggiato forte.

“ “Mi ha schiaffeggiato così forte che sentivo il dolore anche dopo due giorni” scherzò. “Non ci ho mai portato nessun’altra dopo questo.” Allontanò le mani dal volto ferito. “Sei tu, sarai sempre tu.” ”

Bo, non più arrabbiata, abbraccia Harry, pensando che uno che ha solo bisogno di qualcuno che sia dolce e gentile con lui.

“Qualcuno doveva liberarlo.”

Bo dice ad Harry che combattere non gli fa bene, e lei non vuole che lui si faccia male di nuovo, e propone di parlarne con Mack.
Harry però la informa che ha perso il precedente lavoro da allenatore in palestra, per questo è finito lì a combattere.

Bo, allora lo sprona a cercare impiego in qualche altra palestra; Harry assicura di voler uscire da quella situazione, ma non sa che pesci pigliare.

Arrivano però Jack, l’avversario di Harry, e due uomini brutti e cattivi, Mr Dax e il suo bodyguard, che si lamentano col pugile vincitore per le scommesse perse. Bo li invita con fermezza ad andarsene e ad accettare la situazione.

The Someone:- Seh, Dax il Distuttore o Daffy Dax? … Devo lavorare al mio repertorio, le battute si fanno stantie… –

Salta fuori che Mr Dax è il tizio da cui è venuto Harry per dimenticare Bo con la “troca”, ed è quello che avrebbe dato ordine di colpire Harry con una coltellata vicino agli occhi.

fanwriter91: – Oh, hanno mirato alla testa? –

Prima che la situazione degeneri arriva Mack che invita i tre ad andarsene e questi se ne vanno, non prima di aver avvertito Harry che non sarebbe durato a lungo sul ring.

Dax lascia anche delle pillole per Harry. Bo le intasca perché Harry non le assuma, anche se quest’ultimo la rassicura sul fatto che non aveva intenzione di prenderle.

Evgenij:- Questo trafficante gli ha lasciato della droga gratis? Mh, forse è perché spera che la dipendenza lo uccida in modo “pulito”, va bene, ci può stare. Pazzesco, questo seguito di “Dark” sembra molto più verosimile del predecessore.-

Mack poi promette di fare qualcosa per aiutare Harry ad uscire da quella situazione. I due colombi vanno poi a casa di lui, dove passano la notte dormendo abbracciati e dandosi qualche bacio.

fanwriter91 (con un cronometro): – Quasi dieci capitoli e non una scena di sesso?! Ecco perché questa storia ha così poche visual rispetto a “Dark”: è fatta decentemente! –

Il capitolo successivo presenta solo scenette tranquille tra i due colombi il mattino dopo. Entrambi ammettono che sono cambiati moltissimo, ma che sarebbe bello se entrambi potessero ritrovarsi, e decidono di provarci.

Più tardi, mentre studia in libreria con Tiff, Bo viene interrogata su quell’Harry con cui messaggiava. Sebbene svii il discorso, Tiff capisce che Harry è il ragazzo che Bo si è lasciata alle spalle.
Bo afferma di non star tradendo James, o almeno non fa sesso con Harry e spiega più chiaramente la situazione attuale a Tiff: ora come ora, Harry sarebbe andato da sua madre. Spera infine che Harry si renda conto che le persone sono disposte ad aiutarlo.

La traduzione ufficiale di “Knockout” è ferma in questo punto, alla prima parte del capitolo nove. Dal febbraio 2018 non ci sono più stati aggiornamenti.

Ed è qui che, curiosamente, la versione Ziam della fic, scritta da withoutlou, mi viene in aiuto.

Pur essendo la “versione gay” dell’originale, è paradossalmente quella con più capitoli tradotti in italiano, essendo ferma alla terza parte del decimo capitolo.

La fic pare direttamente tradotta (e modificata) dall’originale, poiché lo stile di scrittura non è lo stesso usato da hugmejameshoran.

Inoltre, sono cambiati i nomi dei personaggi secondari: James è diventato Mark, Tiff è diventata un certo Joel, Mack è diventato Damon, Rob è rimasto Rob. Gemma, la sorella di Harry è stata sostituita con una certa Walyha, sorella di Zayn; entrambe corrisponderebbero a persone reali, se non mi sbaglio.

Puntualizzo infine che l’autrice pare avere l’abitudine (come confessa lei stessa nelle note) di adattare in versione Ziam diverse fic trash, tra cui “Dark” e “Knockout”.

Il resto del capitolo nove si apre con Bo e Tiff che preparano un torta di compleanno per Rob, quando alla porta della casa, o quel che è, suona Harry.
I due colombi passano un po’ di tempo girando su un molo sul mare, e tra le altre cose, Harry afferma che sua sorella è incinta e partorirà a luglio.

fanwriter91: – Harry è maturato al punto tale da non minacciare il compagno della sorella?! Ecco perché Bo non lo considera più il suo Harry: è diventato un personaggio decente e forse perfino interessante! –

Poi chiede come vanno le cose tra Bo e James. Lei afferma che non si vedono più: hanno parlato e sono giunti alla conclusione che è meglio restare amici.
Parlano anche del fatto che Harry ha spezzato in mille pezzi il cuore di Bo, scegliendo di troncare la relazione e poi Harry fa vedere una lettera di Mark per la fidanzata e afferma di sapere che certe frasi significative sono state scritte da Bo. Capisce che lei ci tiene ancora a lui, insomma.
Festa di compleanno di Rob, James incontra il famoso Harry e il pugile passa la notte nella casa condivisa.

fanwriter91: – Wow. Niente minacce a James? –

Il decimo capitolo si apre con Bo che prende la laurea dal rettore dell’università e tra chi applaude c’è anche Harry. Dopo le foto ricordo, il gruppo di familiari e amici va a mangiare per festeggiare la neo laureata, ma Harry preferisce levare le tende e lasciare Bo con la famiglia, non fornendo chiare spiegazioni per il suo gesto.

Più tardi, Harry invita Bo per un appuntamento notturno. I due vanno a un corso di autodifesa tenuto da Harry stesso e Bo farà da assistente.
Ed è qui che apprendo che abbiamo fatto un timeskip non indifferente oltre che improvviso, dato che Harry afferma che la sua nipote adesso ha due anni e mezzo. Inoltre, Styles ha trovato una palestra disposta ad assumerlo ed è diventato un istruttore certificato.

fanwriter91: – E che cavolo, proprio ora che cominciava a farsi interessante? Sembra un finale sbrigativo… –

Evgenij:- Già, perché questo salto temporale a caso e non spiegato chiaramente come nelle ultime due stagioni di Game of Thrones? In ogni caso, è un problema veramente da poco rispetto alla valanga di buchi di trama che troviamo di solito. –

Harry mostra alla fidanzata il suo nuovo appartamento in affitto, più ampio e decisamente migliore del precedente, dove tutto “profuma di Harry”, dotato persino di uno spazioso giardino sul retro.

Dopo che Harry non sembra mostrarsi eccessivamente geloso del fatto che prima che si rivedessero Bo ha avuto una sveltina con un tizio biondo, i due innamorati riaccendono i fuochi della passione facendo sesso. Lo stesso Harry va e torna velocemente da un benzinaio in fondo alla strada per comprare i preservativi (nella versione Ziam prende anche il lubrificante).

O meglio, non ci viene mostrato loro che fanno sesso, il capitolo si interrompe prima della parte più mlmlmlmlml.

fanwriter91: – Siamo passati da “la trama è un pretesto per mostrare scene di sesso” a questo?-

Fine, la “Knockout” Ziam finisce qui, ferma al febbraio 2018, con lettrici che supplicano la traduttrice/adattatrice di inventare nuovi capitoli perché “ne hanno bisogno”.

L’autrice della versione Ziam ha in effetti informato chi legge che H28 non aggiorna “Knockout” dal luglio 2017 e quindi il sequel del ben più celebre “Dark” è di fatto incompleto. Spero quindi che l’autrice originale, oltre ad avere perso interesse, sia maturata e abbia compreso di aver scritto roba che promuove relazioni abusive.

Evgenij:- Sapete cosa? Credo che l’autrice sia proprio maturata nel frattempo, e che, forse, rileggendo quello che ha scritto fin dal principio forse si è resa conto di quanto fosse incoerente l’inizio della storia con questo seguito oggettivamente meglio strutturato. Dunque, indecisa su cosa fare, ha deciso di lasciar perdere per il momento. Ma chissà, e se in futuro riscrivesse “Dark” con lo stesso stile del seguito? Magari non avrebbe più lo stesso seguito, ma potrebbe diventare una storia decente. –

Quindi, questo era “Knockout”: che dire?

Sebbene sia scritta in modo decente, è la classica fanfiction dotata di una trama con del potenziale, ma che non riesce a catturare l’interesse del lettore. È molto, ma molto, pallosa, senza la minima traccia di trash che ti intrattenga o di robe che ti facciano scandalizzare.
Qui devo fare un paragone con Adriana, l’autrice di “Danger” e dei suoi seguiti. Se Adriana ci aveva messo “passione” ed “impegno” a scrivere quella robaccia malata di “Danger’s Back“; Hannah, di contro, sembra aver scritto “Knockout” con meno passione rispetto a “Dark“.

Infatti, a differenza di “Dark”, “Knockout” è veramente innocua: non promuove alcuna relazione abusiva, anzi, i personaggi di Bo ed Harry sono migliori di quanto apparissero nella precedente storia, sembrando davvero la ragazza pura e l’antieroe tenebroso ma buono che (forse) avrebbero dovuto essere fin dall’inizio.

fanwriter91: – Esatto. L’unico problema di “Knockout” è il prequel e qualche trashata idiota, ma proviamo a guardare il contesto. Vediamo Harry come uno che campa di combattimenti, mezzo cieco, disinteressato al sesso, vive in un appartamento sporco, è caduto nel giro della droga, avrà sì e no un amico, non ha l’auto e, quando Bo viene minacciata, scaccia i delinquenti senza ricorrere subito alla violenza; non massacra nemmeno l’avversario sul ring, limitandosi a ridurlo all’impotenza, e lo fa per sua scelta. L’Harry di “Dark” invece non faceva altro che scopare, provava un sadico piacere nello spaventare le ragazze (almeno nei primi dieci capitoli), era stracolmo di amici che lavoravano nei più disparati campi, inoltre era ricco (aveva la Range Rover) e non si capiva perché. Proviamo a immaginare una versione alternativa integrando le due storie.
Harry da ragazzino vedeva il padre che abusava della madre e soffriva perché non poteva fare niente. Cresciuto, si dedicò alle arti marziali in modo agonistico per essere pronto a difendere la famiglia, e si presentò la necessità quando dovette difendere Gemma dal fidanzato violento. Di fronte agli sguardi terrorizzati dai familiari (anche qui Harry lo massacra), il ragazzo fugge. Cade nel giro della droga, e non sapendo fare altro che combattere comincia a darsi alla lotta senza regole. Subisce qualche batosta, poi si fa più forte e continua a lottare. Non tocca le ragazze neanche con un dito e non può tollerare la violenza nei loro confronti. E in un’occasione, magari dopo averla difesa da dei teppisti, conosce Bo, che, col tempo, riesce a scavare in lui e lo aiuta a riallacciare i rapporti con la famiglia. Vogliamo far ricomparire il padre abusivo? Facciamolo, ma concludiamo il tutto con Harry che esce dal giro e si ricongiunge alla famiglia. La morale della storia sarà che nessuno deve essere lasciato solo, che tutti combattiamo le nostre battaglie e che a volte è necessario avere qualcuno al proprio fianco per poter vincere.
Non male, no? –

matthues93: – Peccato che non sia andata così. –

Vi saluto caldamente,

mattheus93

E che fine fecero tutti i tizi entrati in casa di mattheus93 di straforo?
Accorgendosi che forse stavano rendendo sovraffollato l’appartamento, scelsero di andarsene di straforo dalla finestra più vicina (e demolendo la parte di muro adiacente ad essa per uscire, dato che non erano esattamente dei nani).
Eru (che non passò per finestre) si limitò a tornare lassù in cielo, mentre tutti gli altri individui trascorsero il resto della giornata a bazzicare per Fanficcinopoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...