“AUSCHWITZ-Lady Oscar” (La Belva delle SS)

Lady Oscar, o “Le Rose di Versailles”, è uno dei manga e anime di genere storico più importanti mai fatti, nonché una grande storia drammatica in sé e per sé. Si sperava che, grazie al fatto che non contiene roba eccessivamente tamarra, e che è abbastanza vecchio e senza revival moderni, fosse protetto grazie a questo relativo anonimato dal contagio del Male Assoluto che circola su Wattpad. E invece no: qualcuno ha avuto la brillante idea di scrivere una storia in cui Oscar gioca a “Ilsa la Belva delle SS” e si redime con l’aMMMMMMoreH!

“The Story Of A Jew” (Romeo e Giulietta in un lager!)

In occasione della Giornata della Memoria, verrà recensita una pessima fic che tratta dell'amore tormentato tra un'ebrea ed un nazista, nazista che - udite, udite - non è impersonato dai nostri cantanti preferiti, questa volta!

“Il ragazzo ebreo e il soldato nazista – la storia d’amore sbagliata” (Fare coming out in un lager!)

In che modo si può dare un tono drammatico ad uno yaoi tra gli One Direction? Semplice: lo ambientate al tempo della Shoah, specie se è uno yaoi tra un ragazzo ebreo ed un soldato tedesco!

“Love me if you dare” (Butta la correttezza storica dalla finestra, e rivendicalo con orgoglio!)

Nazisti con nomi in codice in inglese, un membro delle SS mezzo pakistano che s'innamora di un'ebrea, la Seconda Guerra Mondiale che inizia nel 1938 e tanto tanto altro ancora!
Ebbene sì, questa è la recensione del remake di "Salvami. Ti Salverò", scritta in collaborazione con il mitico Cavalier Scalogno!

“World War II” (Hitler ha costruito il muro di Berlino…)

Lo so, può sembrare assurdo e inconcepibile scrivere fanfictions insensate come quelle già recensite su questo blog che però si svolgono al tempo della dittatura nazista e addirittura dentro i campi di sterminio. Verrebbe da pensare che, di fronte ad una delle più grandi tragedie della storia dell’umanità (forse la più grande), ogni persona dovrebbe necessariamente mostrare rispetto e rendere omaggio alla memoria delle vittime innocenti (tolti neonazisti, razzisti e negazionisti, ma appunto ho detto ‘persona’, non bestia).

Eppure, le nostre adorate autrici innamorate degli One Direction e di Justin Bieber non si fermano di fronte a nulla.