“si papino N.H” (No, assolutamente no!)

Era un tranquillo pomeriggio domenicale, Evgenij e Sonja, si stavano riposando in cucina con una tazza di tè rooibos per l’uno e di cicoria per l’altra, mentre discutevano sulla possibilità di creare un loro blog condiviso per parlare di altri temi, al di fuori dell’universo fyccinico.

Mentre parlavano, qualcuno bussò alla porta. Quando domandarono chi fosse, rispose una voce sconosciuta ai coniugi, che con tono professionale disse: – Salve, abita qui per caso il capo del ‘Corpo di Recensione’ noto come Evgenij? –

Il recensore era leggermente inquietato per qualche motivo da quella voce.
– In realtà, non sono il capo di nulla, visto che nel gruppo dei Demoni è un collettivo; al massimo si può dire che ho iniziato a scrivere il blog, ma anche in quello sono stato ispirato dall’opera di D… Ma a parte ciò, chi è lei? – chiese l’ultima parte con tono preoccupato.

– Sono Maxwell Jones, ricercatore Senior di Livello 4 della Fondazione SCP. Può aprire per caso? Se non lo farà, i miei uomini saranno costretti a buttare giù la porta con la forza. – rispose lo sconosciuto senza esitare un attimo.

Evgenij controllò dallo spioncino della porta, per poi intravedere un individuo con il volto completamente coperto da una giacca e un cappello risalenti entrambi all’epoca della Guerra Fredda. Dietro di lui c’erano due uomini armati, con la tenuta da guardia da prigione, col volto coperto da un casco con visore, entrambi erano muniti di un FN P-90.

Evgenij si levò dallo spioncino e si voltò da Sonja, pareva essere molto scosso.
– Tesoro, chi è? Non certo qualcuno dai modi gentili. – domandò la moglie un po’ indignata.
– Va detto che un po’ tutti entravano nel nostro quartier generale sfondando porte o pareti. – interloquì Evgenij. – Quindi, se non altro, è cortese nell’avvisarci. Inoltre, se non ricordo male, la Fondazione SCP era qualcosa di cui mi aveva parlato TheBoxOfFun al tempo della recensione di “My psychopathic stalker||Lorenzo Ostuni”, ma non rammento di alcun Jones… – Ma non fece in tempo a finire la frase che lo sconosciuto parlò di nuovo, stavolta con tono più tranquillo.
– Ehi, state tranquilli, voglio solo dialogare con voi.-

Evgenij era ancora dubbioso, ma decise comunque di aprire la porta, per poi ritrovarsi davanti lo sconosciuto e i due uomini armati dietro di lui.
– Ehi, grazie mille per l’ospitalità, molto gentile. – rispose l’uomo mentre entrava nell’appartamento. Sonja lo squadrò con sospetto negli occhi verdi.

Con tono preoccupato (sia per l’intrusione sia per l’evidente fastidio della consorte), Evgenij domandò all’uomo: – Chi siete voi? Cosa volete? –
Il figuro misterioso parlò: – Oh giusto, mi scusi, ho dimenticato le buone maniere al Sito-17, mi permetta di presentarmi.-
Detto questo si levò il cappello e abbassò il colletto della giacca, mostrando il volto antropomorfo di un lupo albino dalla peluria bianca, gli occhi di un grigio chiaro e i denti leggermente aguzzi. Evgenij era ancora più confuso di quanto non lo fosse già.

– Salve, sono Maxwell Jones, ricercatore Senior di Livello 4 a capo del progetto di contenimento e neutralizzazione di SCP-5009. – continuò il signore, che pareva avere all’incirca trentacinque anni.

Evgenij era ancora di più confuso.

– Accidenti, non ho mai avuto tempo di imparare qualcosa di più su questa SCP! Ma cosa volete da noi? E dov’è TheBoxOfFun? -domandò il recensore, mentre Sonja osservava tutta la scena preoccupata più per gli uomini armati che per le sembianze ferine del nuovo venuto.

L’uomo-lupo osservò la coppia di coniugi e sorrise. – Niente di che, voglio solo provare a fare… Affari, non preoccupatevi. Quanto alla vostra domanda su PdI-67675, si tratta di informazioni riservate. – rispose, per poi fare segno ai due armati di uscire dalla stanza.

Maxwell vide che Evgenij si era leggermente tranquillizzato, gli diede una pacca amichevole sulla schiena e sorrise.
– Ehi, tranquillo, parliamone da seduti. – disse, per poi farsi accompagnare dai suoi ospiti in cucina, dove prese posto a sedere.

-Allora, faccio parte della ‘Fondazione SCP’, un gruppo sostenuto e finanziato dai vari governi mondiali. Il nostro compito è quello di mettere in Sicurezza, Contenere e Proteggere le anomalie; oggetti, persone, entità, luoghi o eventi che violano le leggi della fisica del nostro mondo. Facciamo tutto questo per Proteggere l’umanità dai vari orrori che si nascondono nell’oscurità. Noi moriamo nell’oscurità perché l’umanità possa vivere nella luce. Studiamo questi fenomeni paranormali per cercare di trovare una spiegazione logica. – disse, per poi bere dal suo thermos.

– Mh, aveva ragione il Dr. Bright. Il Caffè alla cannella è veramente buono, ti fa scordare che sei mutato all’improvviso in un lupo albino antropomorfo e successivamente allontanato dalla tua famiglia a forza per poi essere messo in contenimento e studiato… Oh, giusto, scusami, mi stavo distraendo. – disse per poi frugare nella sua borsa, tirandone fuori un documento.

– Allora, prima ti ho parlato di un certo ‘SCP-5009’. Bene, sappi che è un’anomalia che stiamo provando a neutralizzare per via dei suoi effetti collaterali altamente memetici che… Friggono il cervello dei giovani, se così si può dire. – detto questo porse il documento a Evgenij, che incominciò a leggerlo.

Pochi minuti dopo, Evgenij restituì il documento a Maxwell, che lo rimise nella borsa.
– Insomma… Voi ritenete le Fanfiction tossiche anomalie? Un’interpretazione affascinante, per quanto andrebbe testata… – disse Evgenij. – E quindi immagino tu sia qui per chiedermi di recensire qualcosa, vero? – domandò il recensore.

– Non solo, è qui che arriva il bello! – ridacchiò Maxwell.
– Allora, il vostro ‘Corpo di Recensione’ è ritenuto dalla Fondazione un ‘Gruppo di Interesse’, il millecentocinquantottesimo per l’esattezza. I Gruppi di Interesse, sono gruppi che hanno a che fare con un certo tipo di anomalie. Abbiamo gruppi rivali che creano anomalie come, ‘Dr. Wondertainment’ o i ‘Gamer Contro l’Erba’, altri che fanno scambi di anomalie come ‘Marshall, Carter & Dark, ltd.’, e gruppi che sono alleati alla Fondazione, come la ‘UIU’, che sarebbe la sezione del paranormale dell’FBI; e così via. –

Maxwell fece una pausa, per poi prendere un altro sorso di caffè alla cannella.

– In questo caso voi avete a che fare con la neutralizzazione delle istanze di SCP-5009. Il Concilio O5 mi ha mandato qui per fare una trattativa con voi, per poter unire le forze e neutralizzare una volta per tutte SCP-5009! – spiegò Maxwell.

Evgenij, rifletté qualche minuto sulla cosa.
Alla fine parve essersi convinto, fece per accettare, ma poi domandò: – Come avete fatto a trovare la nostra casa? Box per caso… –

– La Fondazione SCP ha i suoi metodi. – furono le uniche parole di Maxwell.

– Va bene, lasciamo stare. Quindi, all’atto pratico, che bisogna fare? – interloquì Sonja.
– Quello che voi dei Corpo di Recensionefate sempre: recensire. – disse Maxwell, per poi tirare fuori dalla borsa la foto della copertina di una storia intitolata “si papino N.H”.

– Vi dice niente questo libro? – domandò il ricercatore.

Per tutta risposta, Evgenij si mise le mani negli arruffati capelli ricci, e Sonja andò a mettere nel bollitore altra acqua per svariate future tazze di camomilla, borbottando “и не говори” (tipica espressione russa di sconforto).

Salve a tutti, sono il Vicedirettore del Sito-17, Maxwell Jones. Ringrazio vivamente PdI-67655 (ovvero, Evgenij) per avermi fatto partecipare a questa collaborazione.

Oggi vedremo un’istanza di SCP-5009, “si papino N.H” scritta da un’istanza anomala che si fa chiamare fuckitloveyourself, che tira in ballo alcuni membri dell’ex gruppo pop britannico One Direction (come nell’89% dei casi riscontrati fino ad ora).

https://www.wattpad.com/story/36674633-si-papino-n-h

Personaggi coinvolti: Niall Horan, Liam Payne, Harry Styles, Luois Tomilson e Luke Hemmings.

Capitoli presenti: 24 (In realtà sarebbero 17, l’altra metà è solo spam memetico generato dall’anomalia).

Avviso generale: Buona parte dei capitoli contiene degli errori grammaticali che sono Agenti Memetici Altera-Mente di Livello 4 (estremamente pericolosi per tutti gli individui privi di una protezione memetica naturale). Procedete a vostro rischio e pericolo.

Il primo capitolo si apre con la protagonista Madison e la sua amica che stanno passeggiando. Questa amica, tale Cassie, dice di essersi fidanzata con Zayn Malik, vocalista degli One Direction, che però in questa fic impersona un ragazzo normale, o meglio, “un gran figo” che “se la tira veramente troppo”.

Evgenij: – Strano che non sia un pericoloso capo di una gang di criminali specializzata nel rapimento di ragazze curiose e impacciate e nell’assassinio delle loro sosia. –

In queste prime righe non avviene nulla di interessante (e sarebbe stato meglio se la fic fosse continuata allo stesso modo), ma all’improvviso ci viene sbattuta in faccia una scena così esilarante che avrei voluto uccidere un membro del personale di Classe-D.

Eccovi riportato in seguito il testo: vi avviso, non ci capirete nulla.


Dopo aver cuaccherato un po sentimmo un urlo strozzato e ci precipitammp a controllare cosa stesse succedendo: c’era un uomo con una macchia di sangua sul petto. Immediatamente io mi avvicinai e lo aiutai mentre la mia amica si guardava intorno: eravamo in un vicolo buio di quelli in cui vorresti mai passare ed eravamo sole anche se mi sentivo un po tanto osservata [possibile riferimento a SCP-1155?]. Chiamai un’ambulanza e trasportarono il ragazzo in ospedale. Dopo di che accompagnai cassie a casa e mi diressi verso la mia.
Mentre camminavo qualcuno mi afferrò e mi mise un fazzoletto sul volto, Poi dopo il nero

Evgenij (sollevando una tazza di camomilla): – Brindo al ritorno del vicolo buio! I grandi classici non smettono mai di rallegrarmi! –

Allora, avrei qualcosa da dire in proposito a quanto abbiamo appena letto. Per esempio, le due ragazze avrebbero dovuto subito contattare la polizia, oltre che chiamare l’ambulanza. Però si può capire che fossero giustamente scosse. Allora, sarebbero dovuti essere stati i medici dell’ambulanza a riconoscere che si era trattato di un tentatoomicidio, e quindi avrebbero dovuto convocare loro le forze dell’ordine, le quali avrebbero dovuto interrogare le due ragazze su quanto avevano visto e sentito, recintare la zona del delitto, raccogliere dati, impronte, foto, ecc…

Invece no, queste due ragazze sbolognano ai medici un tizio con una ferita sanguinante in pieno petto, poi se ne tornano tranquillamente a casa.

Viva il realismo.

Evgenij: – Mi sa che i medici dell’ambulanza sono degli incompetenti che finiranno presto fra le fauci di Cthulhu. Ma poi, pure queste due tipe: mentre passeggiavano allegramente raccontandosi le loro fregnacce trovano uno mezzo morto per terra, e poi se ne tornano a casa tranquille come se nulla fosse?! Anzi, una delle due, ovvero la protagonista, torna pure a casa da sola! Ma dai, non sono neanche un minimo scosse da quanto hanno visto? Ovviamente, so bene che è del tutto inutile stupirsi per questa marea di assurdità: la scena serviva solo a dare uno straccio di motivazione al rapimento della protagonista da parte del Bad Boy di turno, quindi è servita al suo scopo. –

Finita questa carrellata di insensatezze, passiamo dal Punto di Vista (POV, ossia “Point Of View”) del “rapitore”.

Non sto scherzando, c’è proprio scritto “Il rapitore pov”.

Evgenij: – Non male, per quanto io continui a preferire il “Pov Narratore” di “Luce e ombra”. –

Il “rapitore” dice che ha provato ad uccidere Liam Payne (altro vocalista del gruppo) a casaccio, poi ha visto le due ragazze e ha deciso che si sarebbe vendicato su una di loro.

Evgenij: – Di fatto, il ragionamento è: “Queste due perfette sconosciute hanno rovinato il mio tentato omicidio con la loro presenza, quindi, anziché completare l’opera cercando di rintracciare Liam all’ospedale, rapisco una delle due per farne la mia schiava.” Perché? Perché sì! –

Insomma, dalla padella alla brace. Non solo costuiha quasi compiuto un omicidio, ma decide anche che farà delle cose brutte su una ragazza che passava di lì per caso.

Molto bene…

In ogni caso, il nostro rapitore prende Madison, la fa svenire con del cloroformio (presumo) e la porta nella sua abitazione.

Torniamo quindi dal punto di vista di Madison, la quale si sveglia nella dimora del suo rapitore, che le chiede se si sia svegliata. No, solo sonnambula a occhi aperti: ma che domanda è?

In un primo momento lei è confusa, così confusa da dire:

“Si ma tu chi sei? E dove mi trovo? Mi hai rapita tu? Chiamo la poilizia?”

E ovviamente lui, siccome ha lo stesso QI di un delfino deceduto da tre settimane risponde a tutte le suedomande.

“Ciao bimba. Quante domande!1 solo niall horan 2 non ti dirò dove sei 3  si ti ho rapita io 4 non osare chiamare la polizia se non vuoi morire angioletto.”

Evgenij (sganasciandosi dalle risate): – Poco poco ridicolo il rapitore che le dà simili risposte, per di più con un elenco numerato scritto male! –

Poi, senza se e senza ma, costui (ovvero il membro degli One Direction Niall Horan, da cui “N. H” nel titolo)detta le regole alla ragazza…

1 da oggi sono il tuo nuovo papà
2 tranquilla, conosco i tuoi genitori e gli ho detto che mi prenderò cura di te
3 tu sei mia e ora sei partita per un altro paese per tutti
4 quando hai il ciclo non potrai portare gli assorbanti ma bensì i panpers progressi, va bene?

5 non puoi scappare

6 non puoi uscire di casa

7 devi fare tutto ciò che dico

8 quando non vuoi fare qualcosa la fai lo stesdo e non ti lamenti.
E poi vedremo di metter altre regolime ok?
Ad ogni regola  equivale una punizione se non mi ascolti chiaro?

MA QUESTO È UN PAZZO.

Io non so cosa dire, quindi lascio la parola a Evgenij.

Evgenij: – Devo affrontarlo ad armi pari: potere dell’elencazione numerata, vieni a me!

  1. Per prima cosa, ci tengo a denunciare l’uso criminoso della nobile arte degli elenchi numerati per scrivere simili idiozie. Shade Owl e i suoi collaboratori si metteranno presto in contatto con questo rapitore da strapazzo.
  2. In secondo luogo, questa parte mi fa capire senza ombra di dubbio che questa fyccina è stata scritta da una ragazza giovane che voleva seguire la moda delle daddy con la lista di regole alla Cinquanta Sfumature di Catrame Bollente. Infatti, anche accettando quanto accaduto fino a questo punto (e non è facile), non ha il minimo senso che il rapitore voglia essere “il nuovo papà” della protagonista! Capirei se il personaggio di Niall ci fosse stato presentato come uno psicopatico che si diverte a rapire le donne per vivere queste sue fantasie daddy malate (ci tengo a sottolineare che sono malate in quanto Madison non è palesemente consenziente, visto che è stata rapita), ma, da quel poco che abbiamo letto, il suo scopo primario era ammazzare Liam Payne (come mai non si sa) e quello secondario vendicarsi di una delle ragazze che gli ha mandato a monte il piano (anche qui è poco chiaro il perché, ma pazienza). Da dove cavolo salta fuori il daddy kink, per Masoch?!
  3. Da notare anche come il rapitore affermi di conoscere già i genitori della protagonista: ma tu guarda il caso! Stando alla narrazione, costui ha deciso di rapire Madison perché lei e la sua amica, per puro caso, si sono imbattute nel povero Liam subito dopo il tentato omicidio: dobbiamo credere che il nostro rapitore si sia presentato ai genitori della protagonista nel mentre che lei dormiva sotto l’effetto del cloroformio? O magari, per una straordinaria coincidenza (o più banalmente per un enorme buco di trama), costui già aveva avuto il piacere di conoscere suddetti genitori?
  4. E dei genitori, non vogliamo dire nulla? Arriva da loro un tizio che conoscono (da quanto non si sa) e afferma che si prenderà cura della loro figliola per un tempo indefinito, fra l’altro portandola in un non meglio specificato “altro paese”, e non hanno la minima obiezione?! Ma questi si aggiudicano subito un posto nella Top Ten della classifica dei genitori più stupidi di sempre, a parimerito con i genitori di Jessie McCool in “Afraid of You” e Robert Beer in “Bieber’s Bitch”!
  5. Ah, la cara vecchia scusa del “sei partita per un altro paese per tutti”, un po’ come il viaggio a Parigi per Madison (lo stesso nome, tra l’altro: coincidenze?!) in “Bieber’s Bitch”! Se in quella fyccina orrida mirabilmente demolita da Lady R la cosa non aveva il minimo senso, ma almeno voleva essere un tentativo (tremendamente malfatto) di mettere una pezza a posteriori a un gigantesco buco di trama, qui ci viene sbattuta in faccia subito, “così, de botto, senza senso” (cit.). Ma poi, cosa vuol dire quel “per tutti” alla fine? Che il nostro Niall rapitore ha informato TUTTI i conoscenti di Madison della sua partenza?! Come, dove, e quando?!?
  6. In nome di Dioniso, ma perché mai questo psicopatico dovrebbe costringere la sua prigioniera a indossare dei pannoloni al posto degli assorbenti?!? Per umiliarla? C’entra col fatto che lei debba chiamarlo “papà” e che quindi lui voglia vederla come bambina?!? Per carità, se fosse un gioco fra adulti consenzienti non ci vedrei nulla di male (anche se per me sarebbe comunque strano), ma lui è il suo rapitore: è tremendamente grottesco!
  7. Le regole 5, 6, 7 e 8 sono la fiera della banalità e del superfluo: e grazie al cavolo che non deve scappare e deve obbedirti, tu sei quello che l’ha rapita e ora la sta costringendo a partecipare a questo gioco malato!
  8. Questo era solo il primo capitolo! Aiuto… –

Il secondo capitolo inizia con Madison che cerca di riflettere su cosa può fare.

Evgenij: – Occhio a non spremerti troppo le meningi, ciccia, potresti far morire di fatica l’ultimo neurone rimasto. –

Arriva Niall che le chiede cosa voglia, e lei dice che vorrebbe tornare a casa. Ovviamente lui non demorde e le ricorda che è partita in un altro paese per tutti.

Lui le chiede quand’è che le viene il periodo (ma farsi gli affari suoino, eh?), lei risponde, poi lui le dice che andrà a comprare i pannolini quel giorno. Ma perché?

Evgenij: – Perché è un pazzo psicopatico, ormai abbiamo chiarito questo punto. –

Poco dopo, Niall il Rapitore chiama Madisondalla cucina dicendole che è pronta la colazione, e lei scende.

Evgenij: – COSA?! Ma non era legata?! –

Mentre lei sta mangiando, Niall le chiede se vuole sapere di più su di lei e lei acconsente. Se questo è un modo di rifilarciil solito passato tragico, mi incazzo.

Evgenij: – Dai, prenditi una camomilla, piuttosto. –

Niall fa per parlare, ma il capitolo viene interrotto da un messaggio dell’autrice. Non lo leggeremo, dato che è solo spam memetico generato dall’anomalia, per indurre le vittime a continuare la lettura e continuare il processo di infezione mentale.

Il terzo capitolo riprende da dove si era fermato, ossia con Niall che dice alla protagonista il motivo per cui l’ha rapita.

Allora, Niall ha venticinque anni ed è un dottore generico-

(Evgenij si strozza con la camomilla, e viene salvato dall’intervento di Sonja.)

Evgenij: – Un dottore a venticinque anni?! Al massimo, uno specializzando, visto che, a meno di essere dei geni, è assai difficile diventare dottori prima dei ventisei o ventisette anni. E poi, un dottore che cerca di ammazzare un tizio e rapisce una ragazza per torturarla? Mi sa che non ha capito proprio nulla del giuramento di Ippocrate. –

Madison gli chiede il motivo per cui l’ha rapita e Niall risponde così:


Io voglio te. In tutti i sensi,ti ricordi di quel bambino che piacchiava quando avevi 3 anni?

Ora, cosa dirà? Che era lui?

Evgenij: – Al di là della risposta, mi preme sottolineare due cose. Prima di tutto, il fatto che, ancora una volta, l’autrice sta palesemente cambiando idea sulla sua storia! Inizialmente Niall la rapisce per “vendicarsi” del mancato omicidio di Liam, poi diventa un pazzo psicopatico attratto dal daddy kink, e adesso verrebbe fuori che in realtà la conosceva fin da bambino?! In secondo luogo, ci viene proposto di nuovo l’orribile stereotipo del bambino che picchia la bambina perché gli piace: no, non è vero, si tratta di un comportamento tossico e abusivo, e il bambino in questione deve essere subito redarguito, di modo che non diventi un adulto molestatore. –

In ogni caso, la risposta è no.

Il bambino in questioneera, a quanto pare, suo fratello Greg, che è morto per qualche motivo non meglio specificato.

Dopo questo racconto, Niall lascia la protagonista da sola, dato che deve andare a lavoro.

Ora, una domanda mi sorge spontanea: CHE SENSO AVEVA QUESTO DIALOGO, COSA C’ENTRA SUO FRATELLO?

Evgenij: – Onestamente, stavolta sono talmente spiazzato che non so cosa dire. –

Appena Niallescedi casa, Madison prende il suo telefono e, invece di chiamare la polizia, chiama la sua amica Cassie.

CHIAMA LA POLIZIA, GENIO!

La sua amica risponde e le chiede come stia. Lei, invece di dirle la verità, mente, raccontandole che è partita in un altro paese (senza specificare quale, non sia mai). Cassie sta per domandare altro, ma Maddy chiude la chiamata.

PERCHÉ!?

Evgenij: – Perché sì, basta. –

Saltiamo il capitolo di spam memetico e passiamo a quello successivo.

La protagonista ha (giustamente) paura di cosa voglia Niall da lei, esi lamenta pensando di non aver mai fatto nulla di male per meritarsi tutto ciò. Vero, ma allora perché non ha chiesto aiuto alla sua amica?!?

Lasciamo stare.

Niall torna a casa portando con sé un amico. Madison scende e scopriamo che codesto nuovo individuo è Harry Styles, altrovocalista degli One Direction ben più abusato come bad boy nelle fyccine squallide.

Mentre si presentano, Harry chiede a Niall come mai Madison viva con lei, e lui risponde che è figlia di un suo amico che è partito e che luiha promesso che avrebbe badato a lei.

Ovviamente, lei non reagisce in nessun modo.

Passano alcune ore e Harry se ne va a casa, poi Niall si rivolge a Madison e dice:

bellissima, non ho sonno e tu sei vergine quindi potremmo fare qualcosina…

Madison controbatte dicendo che non è vergine, lui si arrabbia e le urla contro “sei solo una troia come tutte le altre donne sulla faccia della terra”, lei risponde con un insulto sessista rivolto ai maschi, Niall si arrabbia e la trascina in una stanza buia e lurida.

E passiamo anche alle torture, molto bene.

Evgenij: – Beh, dopo il tentato omicidio di un tizio, il rapimento e le molestie, le torture erano il prossimo punto sulla checklist, subito prima dello stupro. –

Ora Madison è chiusa dentro la stanza e comincia ad avere il ciclo, quindi urla nel vano tentativo di richiamare l’attenzione di Niall, il qualeentra tranquillamente qualche minuto dopo, dicendo che stava guardando “il Barcellona”.

Lei dice che ha il ciclo e lui va a prenderele i “panpers progressi”.

Ancora non ho capito questa cosa dei pannolini, ma va bene (No, non va bene per niente).

Evgenij: – Dev’essere certamente qualcosa di legato al daddy kink, ma qui la spiegazione è più semplice: Niall è matto. –

Quindi lei si mette questi pannolini, senza mostrare (apparentemente) un imbarazzo per la cosa.

Nel sesto capitolo sono ormai passati tre giorni dall’inizio della prigionia nella stanza lurida e buia,e Madison non ha mangiato nulla, quindi dovrebbe essere completamente priva di forze.

Ma ehi, per lo meno ha bevuto, dato che ci dice che c’era un barile d’acqua nella stanza.

Entra Niall che si scusa con questa frase:


scusami per averti lasciato marcire qui ma avevo altro per la testa. Adesso esci.

Aveva altro per la testa?
AVEVA ALTRO PER LA TESTA!?

MA IO TI STACCO QUELLA TESTA, COSI’ VEDIAMO SE PENSI AD ALTRO!

Poi Madison chiede il motivo per cui si sia comportato in quel modo, e Niall si scusa con questa frase da paraculo:

ero nervoso piccola, ed inoltre mi ha dato fastidio sapere che non sei vergine…

Ed ecco uno dei motivi per cui mi sfogo sempre durante le sessioni con il Dr. Glass, lo piscologo del Sito-17, questa anomalia mi farà diventare matto!

Evgenij: – Perché, ricordiamolo, la verginità è un valore fondamentale per la donna, non certo un costrutto del tutto infondato scientificamente e tipico di una società patriarcale che vuole controllare completamente la sessualità femminile. –

E Madison in tutta la sua intelligenza risponde:

niall, ma io ti ho mentito, sono vergine

A quelle parole Niall si sente come realizzato, sostenendo di star provando qualcosa per lei, ma dice di non saper amare (clichè), poi sente Madison svenire.

Evgenij: – Ah, giusto, l’innamoramento per la propria vittima del tutto a caso! Pensavo sarebbe venuto dopo lo stupro, se devo essere onesto. –

Niall si preoccupa per Madison, non sa che fare, ma poi si ricorda che è un medico, per cui prende la flebo e la poggia sul letto.

Passiamo dal punto di vista di Madison, che si trova in un luogo sconosciuto, davanti a lei ci sono due porte, non sa quale prendere, per cui lancia una moneta apparsa sul momento, capita croce e prende la porta nera e…

Si interrompe qui il capitolo apparentemente. Ora lascio la parola ad Evgenij, devo rifornire il mio thermos.

Evgenij: – Beh, che dire, dopo questa metafora abbastanza banale per indicare il limbo tra la vita e la morte, l’autrice ha pubblicato un capitolo avviso dove spiega di non aver potuto aggiornare perché aveva “verifiche e compiti in classe al ordine del giorno” e “ho dovuto quindi studiare”. Ma magari avesse studiato qualcosa, almeno di italiano! In ogni caso, nel capitolo successivo Madison purtroppo si risveglia, costringendoci a leggere i restanti capitoli di questo obbrobrio. –

Bene, ora che sono rifornito di caffè, possiamo continuare. Ah, e comunque, come avevo accennato, quelle cose non le ha scritte “l’autrice”, ma l’anomalia, nel tentativo di passare inosservata, oltre che per aumentare il processo di infezione memetica mentale.

Madison si sveglia, e trova accanto a sé Niall, preoccupato.

”piccola? stai bene? posso fare qualcosa per te?”


Sì, potresti per esempio LIBERARLA, LURIDO PSICOPATICO CHE NON SEI ALTRO.

Il rapitore esce quindidalla stanza, e torna pochi minuti dopo con un sacco di cibo per Madison.

”ehm… io lo dovrei mangiare tutto?” mormarai “si certo! Mangia che poi andremo a fare un giretto quando starai meglio”

Spero che ne approfitti della situazione per chiamare i soccorsi, anche se ne dubito, nella maggior parte delle istanze di SCP-5009 sono completamente assenti le forze dell’ordine. E se appaiono, non fanno quasi mai nulla.

Evgenij: – In ogni caso, ci terrei a sottolineare come non faccia bene ingozzarsi fino a scoppiare dopo essere stati completamente a digiuno per giorni. Al contrario, l’apparato digerente deve riabituarsi al mangiare gradatamente. D’altra parte, si tratta di una Hope, quindi inutile preoccuparsi. –

Tre giorni dopo, Madison è di nuovo completamente in forze.

Evgenij: – Addirittura tre giorni! Stavolta la Rigenerazione delle Hope è stata un po’ più lenta. –

Niall le dice di prepararsi per uscire, e lei ubbidisce.

Madison sale in auto, e Niall guida fino ad arrivare a un parco non meglio specificato. Una volta sul posto, Niall si mette a parlare, dicendo che deve parlarle di una cosa importante.

”senti io ti ho “rapita” ma ti giuro che mi sono accorto che ho esagerato notando che stavi quasi per morire, quindi ho pensato che….”

E ovviamente il capitolo finisce qua, quindi dobbiamo per forza procedere per sapere cosa succederà.

Al capitolo otto c’è scritto questo:

“… quindi ho pensato che potremmo decidere delle regole per poter convivere in pace, non ti dico che ti libererò, ma potrei devidere di farti uscire di casa ogni tanto, che ne pensi?”

Penso che sia proprio un’idea del cazzo, mio caro Niall Horan anomalo.

Evgenij: – Ma poi, non le ha già imposto delle regole, ovvero quelle assurdità di qualche capitolo fa? –

Se questa fosse una storia verosimile,alla prima occasione lei chiamerebbe qualcuno per far arrestare l’idiota rapitore incompetente.Ma non è questo il caso, e ovviamente Madison sta alle nuove regole.

Eccone la lista:

”allora: potrai uscire il Lunedì, il mercoledì e il Venerdì, oltre a quando ti porterò fuori io. Poi dovrai chiamarmi papino quando siamo soli, se siamo con qualcuno per te saro soltanto Niall. Altre regole sono che ti devi mantenere vergine fino a quando non lo dico io, che non devi uscire con altri ragazzi e per ora non me ne vengono in mente…” {non vengono in mente alla scrittrice, se avete qualche idea scrivetemela nei messaggi o nei commenti come preferite} spiegò il ragazzo biondo con un sorriso.

Quella parte tra le parentesi, è sempre un metodo delle istanze di SCP-5009 per aumentare il processo di infezione mentale memetico…

Evgenij: – Guardiamo il lato positivo, almeno l’idiozia sui pannolini è sparita, così come l’abuso degli elenchi numerati. –

Poi tornano a casa, e Madison soprannomina Niall “Hitler 2 la vendetta”.

Non è divertente, neanche un po’…

Nel capitolo nove succede una cosa orribilie, ma tanto.

Allora, passano i giorni, e le cose, a detta di Madison, vanno “sempre meglio”. Una sera, però, non vede Niall ritornare, e perciò sipreoccupa. Finalmente questientra in casa, completamente ubriaco, la prende e la butta sul letto, per poi stuprarla.


Guarda, io so che l’alcool peggiora le prestazioni sessuali, quindi dovrebbe essere troppo confuso anche solo per toglierle i vestiti…

Evgenij: – Io l’avevo detto: lo stupro sarebbe venuto subito dopo le torture. –

Comunque sia, finito l’atto disgustoso e oltraggioso, Madison è traumatizzata da ciò che le è avvenuto. Vede Niall dormire e lo trova carino, ma poi si ricorda che quel rifiuto umano l’ha stuprata, per cui dovrebbe odiarlo. E io non posso che darle ragione: ora finalmentechiamerà la poliz-
No non è vero.

Madison va in bagno, perché si accorge di stare sanguinando, Niall si sveglia e si accorge della sua assenza, quindi la chiama e la prega di perdonarlo. Quello che segue è un dialogo a dir poco surreale (come molti dei precedenti, peraltro).

“mi dispiace… ero ubriaco perdonami per favore” mi sembrava una subblica? ma no lui non subblica nessuno.

“Niall, io non credo di riuscire a perdonati ora. Mi hai tolto la verginità e peggio ancora mi hai struprata!” sussurai impaurita dalla sua possibile reazione…

“capisco, stai tranquilla, comunque ho deciso che passerai un paio di settimane a casa dei tuoi.Se oserai dirgli qualcosa di negativo su di me sappi che qualcuno si farà molto male.”

Wow, proprio una persona per bene a quanto vedo…

Madison si cambia, e va in auto con Niall, che la porta a casa sua.

Passiamo dl punto di vista di Niall, che sostiene di sentirsi in colpa per ciò che ha fatto a Madison, e io non posso che concordare con lui, non è altro che un rifiuto umano che farebbe comodo a noi della Fondazione come membro del personale di Classe D.
Poi, ci dice che la sta portando dai suoi solo per potersi far perdonare.

Evgenij: – Serve ribadire ancora che questa sarebbe l’occasione perfetta per Madison per chiedere aiuto (ad esempio ai suoi genitori) e per denunciare Niall? No, ci rinuncio. –

Arrivano a casa dei genitori di Madison, la ragazza suona, apre sua madre e la abbraccia.

I tre cretini che insieme non fanno neanche un neurone, si siedono in salotto e iniziano a parlare.

Evgenij: – E leggete che dialoghi! –

“piccola mia! Sei cresciuta tantissimo! fatti vedere!” mi disse mia madre sorridendo.

“sto bene mamma sei bellissima oggi. ” le sorrisi io. La donna mi fece entrare insieme a Niall. Ci sedemmo tutti sul divano.

” Niall, allora mia figlia si conporta bene con te?” chiese mia madre.

“si, molto è una ragazza molto educata e rispettosa.” rispose lui con un sorriso.

A questo puntoNiall riceve una misteriosa telefonata e se ne va.

E la storia è finita qua? Neanche per sogno…

Mentre madre e figlia parlano, qualcuno suona alla porta. La madre va ad aprire e all’improvviso parte un colpo. Incredibilmente, Madison capisce di essere in pericolo, per cui cerca un luogo per nascondersi.

Sbagliai una mossa però infatti il vaso di vetro fatto dalla zia, della nonna, della sorella, di mio padre cadde a terra e si ruppe in mille pezzi.

Ma che è questa sfilza di parentele? Dovrei ridere?

Lo sconosciuto quindi becca Madison e la rapisce. Speriamo solo che muoia, così la possiamo finire presto.

Evgenij: – Anche perché Madison ha questo pensiero circa il rapimento:

forse non sarei stata fortunata come la prima….

Ma certo, prima le è andata benissimo! È stata costretta a subire regole assurde, molestie, torture e infine uno stupro! Proprio una gran fortuna! –

Più tardi Madison si sveglia in una generica stanza vuota e sporca, come in tutte le storie del genere dove avviene un rapimento.

Evgenij: – Ovvero come pure in questa, solo qualche capitolo prima. –

Poi entra qualcuno.

Lei, nella speranza che il nuovo arrivato non la veda, si copre gli occhi, come fanno i bambini piccoli. Ovviamente viene beccata.

Evgenij: – Ehi, parrebbe una citazione alla Guida Galattica per Autostoppisti: si comporta come viene consigliato di fare di fronte alla Bestia Bugblatta di Traal, un animale tanto feroce quanto stupido, che crede che, se voi non potete vederlo, allora lui non può vedere voi. Oppure è solo un’idiozia. –

Madison non perde tempo e gli chiede perché l’abbia rapita. Lo sconosciuto dice che l’ha rapita per ricevere un riscatto.

Doppio-rapimento time!

Passiamo dal punto di vista di Niall. Lui è andato a bere degli alcolici pesanti a un pub, poi sente che gli manca Madison, quindi guida (incredibilmente senza schiantarsi) verso casa sua, che scopriamo solo adesso essere una villa.

Evgenij: – Casona da ricconi e/o villa, check! –

Entra, non trova nessuno, a parte il cadavere di “Cristin”, la madre di Madison. Si guarda intorno e trova un bigliettino che gli dice di chiamare un certo numero telefonico, firmato con una L.

Chi poteva essere questa L? Mi misi a pensare e mi vennero in mente due nomi
– Luke

– Louis

Chi sarà di loro due? Scopriamolo!

(Saltando ovviamente il capitolo che è solo spam memetico.)

Torniamo dal punto di vista di Madison, che sta cercando di dormire per dimenticare tutto (invece di pensare a un piano di fuga, ovviamente). Poi rientra lo sconosciuto di prima che le offre da mangiare.

Madison non perde tempo e gli fa diverse domande:

”Senti… ho alcune domande… 1 chi sei? 2 cosa vuoi? 3 cosa è successo a mia mamma? 4 cosa c’entra Niall con te? 5 hai un capo?”
Chiesi velocemente…
“Ora ti risponderò, 1 sono Louis 2 bo, lo sai il mio capo… 3 penso sia morta.. 4 con me niente con il mio capo tanto… 5 si che ho un capo…
””

Io non-

Evgenij: – Ma qui c’è proprio un abuso degli elenchi numerati! E fatti male, in aggiunta! Sia, combattiamo il fuoco con il fuoco.

  1.   Che c’entra Louis Tomlinson in questa storia?! Non è mai neanche stato menzionato prima!
  2.   Che il capo sia Luke, ovvero Luke Hemmings dei 5 Seconds of Summer? Ma costui deve sempre essere un criminale nelle fyccine sugli One Direction e Justin Bieber?
  3.   “Penso sia morta”: caspita, ma fai proprio schifo come scagnozzo criminale, Louis! Non hai manco controllato?!
  4.   Eh, certo, questo capo misterioso misteriosissimo (ovvero Luke) sarà il cattivone cattivissimo nemico del povero Niall (omicida, rapitore, molestatore, torturatore e stupratore, ma tanto tenero!).
  5.   Avevamo capito che avevi un capo già al punto 2!! –

E io che pensavo che, perlomeno in questa istanza, Louis Tomlinson non fosse un criminale…

Torniamo da Niall, che sta chiamando per scoprire chi sia quella L. Risponde una voce femminile che gli passa il “capo”.

Evgenij: – Cos’è, questi criminali hanno una segretaria? –

E Niall, sentendo quella voce, è scioccato.

Chi sarà mai?

A) Luke
B) Luke

A voi la scelta.

Torniamo da Madison, mentre sta assieme a Louis entra una nuova figura, che scopriamo essere Luke. Lei corre verso di lui e lo abbraccia, dato che era il suo migliore amico.

Evgenij: – COSA?! Ma perché, del tutto a caso…? –

Luke domanda cosa ci faccia Madison lì, e Louis spiega che lei è la ragazza di Niall. (Ma quando…)

Poi, Luke esce dalla stanza e torniamo dal punto di vista di Niall durante la chiamata. Questi chiede a Luke di Madison, ma quest’ultimo risponde:

Madison era la mia best friend e quindi resterà un po’ con me! ok?

Ma se fino a due secondi fa non sapeva neanche perché fosse lì Madison…

Nel capitolo sedici, torniamo a quando Madison sta abbracciando Luke, poi si stacca da lui e gli chiede perché l’abbia rapita.

“Madison, sei cambiata… qualche anno fa eri molto più timida e dolce” sussurrò il biondo.
“forse sono cambiata per il comportamento di molte persone nei miei confronti”


Credo di non aver capito…

Evgenij: – Ormai è del tutto vano cercare un senso. –

Poi, completamente a caso, Madison si scazza all’abbraccio di Luke, sostenendo che le manchi Niall. Quindi gli chiede nuovamente perché l’abbiano rapita e Luke risponde dicendo che lei è la ragazza di Niall.

Ah, in questa scena lei dice di non avere la Sindrome di Stoccolma, anche se adora una band chiamata “One Direction”, il suo preferito sarebbe Hardin… Quell’Hardin Scott…

Evgenij: – Qualcuno qui ha confuso realtà e finzione. O che magari ciò sia voluto? –

Ciò mi fa pensare a un fallimento della Fondazione… Vi spiego, la Fondazione SCP è venuta a conoscenza di SCP-5009 solamente nel 2019, per via di alcuni eventi classificati. Ecco, abbiamo fatto delle ricerche e abbiamo scoperto che una delle istanze, nel 2014 aveva creato un grosso incidente. L’istanza si fa chiamare “After” ed è quella che abbiamo provato a eliminare più volte con tutti i metodi possibili, ma pare ormai al di là delle nostre capacità. Ogni giorno un sacco di utenti vengono a contatto di questa istanza e nel giro di poco tempo ne vengono affetti.
Ancora adesso mi sento come preso in causa, dato che è una delle poche volte che la Fondazione SCP non è riuscita a fare nulla nell’impedire del divagarsi degli effetti anomali di un’anomalia, come con SCP-8900-EX.
L’unica cosa positiva è che abbiamo scoperto del film e abbiamo rimpiazzato la versione anomala con una copia priva dei messaggi memetici presenti in alcune cornici e manifesti.

Dio, che vergogna…

Comunque, Madison si arrabbia dicendo che non è la sua fidanzata, poi chiede ai due di uscire e loro acconsentono.

Evgenij: – Ma che rapitori sono?! –

Dopo che i due cretini escono, lei controlla la finestra e vede che si trovano al secondo piano, per cui decide di buttarsi. Non si fa niente a parte “una caviglia slogata o rotta”.

Evgenij: – Dovrei stupirmi, ma è una Hope: tutto nella norma. –

Madisonva a prendere un taxi e torna a casa di Niall.

Bussa alla porta, il suo rapitore e stupratore leapre e lei lo abbraccia forte.

Nell’ultimo capitolo, Niall e Madison parlano di quanto è accaduto. Questi le chiede se lei lo odi ancora dato che l’ha rapita e stuprata, e lei risponde che lo ha perdonato. Poi, come se non fosse successo nulla, ordinano una pizza.

Evgenij: – Spero che il pizzaiolo ci scatarri dentro.-

E, come tocco finale, Niall chiede a Madison se vogliono diventare coinquilini, e lei accetta.

FINE, ORA VADO A FARE UNA STRAGE!

– E anche questa è andata, grazie per l’aiuto. – disse Evgenij per poi alzarsi in piedi e porgere la mano all’uomo della Fondazione.

– Prego. – rispose Maxwell dando la mano al recensore.
– Quindi, ora che è stata firmato questo patto per sterminare le Ficcyne… volevo dire, le istanze di SCP-5009, cosa avete intenzione di fare? – domandò Evgenij.

Maxwell sorrise, per poi prendere un walkie talkie dalla borsa. -Generale Donovan Steel, dica agli uomini di iniziare l’operazione ‘Recensioni Sicure’. –
– Ovvero? – domandò di nuovo il recensore.

Maxwell sorrise, per poi sedersi nuovamente e prendere un altro sorso di caffè alla cannella.
–  Aspetta e vedrai. –

Dopo pochi minuti si poté udire il rumore di diversi camion militari con a lato il logo della Fondazione passare sotto la loro strada e anche alcuni elicotteri sul cielo, in sottofondo si poteva udire “Fortunate Son” dei “Creedence Clearwater Revival”, uno di essi si fermò e ne scesero diversi uomini armati, mettendosi in posizione, mentre alcuni elicotteri atterrarono sul tetto di altri palazzi.

-Ma… Che cosa significa tutto questo? – domandò Evgenij preoccupato.

– Oh, non preoccuparti, sono solo delle Procedure Speciali di Contenimento perché voi del ‘Corpo di Recensione’ stiate al sicuro e non avvengano inconvenienti durante le operazioni di neutralizzazione delle istanze di SCP-5009. Vi stiamo proteggendo. – disse Maxwell sorridendo.

Si avvicinò alla finestra. – Otto uomini per settore, con un cambio ogni sei ore. Il tutto per proteggervi da quelli che voi chiamate ‘Hope’ e ‘Bad Boy’. – disse il lupo antropomorfo guardando fuori dalla finestra mentre passava sopra il palazzo un elicottero della Fondazione, mentre scendevano alcuni soldati armati con un fucile da cecchino e si mettevano in posizione su un tetto.

– Tutto ciò è assurdo… – borbottò nervosamente Evgenij.

Maxwell si voltò verso di lui. – Ehi, noi della Fondazione abbiamo visto cose molto più strane e assurde. Come una caverna in Indiana, che porta in una realtà alternativa dove è morta ogni singola forma di vita, compresi i batteri, quasi contemporaneamente, se provi a rientrare nella caverna, ucciderai anche la tua di dimensione. Per prevenire la cosa, siamo stati costretti a sigillare la caverna con il cemento armato… – disse per poi rabbrividire, come se avesse visto qualcosa di terribile.

– Ma che cosa… – fece per dire Evgenij, ma Maxwell lo interruppe.

– E non ti ho raccontato di quella volta che l’ex Presidente Ronald Regan era impazzito dopo aver visto varie riproduzioni di un’anomalia di un suo discorso del ’83. Poverino è entrato in uno stato semi-comatoso per colpa di un overdose di Amnestici che gli hanno somministrato due Agenti dei Servizi Segreti non addestrati… – Maxwell sembrava quasi triste nel dire quella cosa.

Si ricompose subito. – Ma questo forse potrei raccontartelo un’altra volta, assieme alle vicende di tre ragazzi intrappolati in una sessione di Quake dal 1996… Ora devo andare, devo fare rapporto al Concilio degli O5. – disse Maxwell per poi prendere la foto e rimetterla nella sua borsa, assieme al suo thermos.

– Beh, è stato un piacere fare affari con te. Ci sentiamo presto! – disse, per poi rimettersi il cappello, prendere la borsa e uscire dalla stanza.

Prima di andarsene si affacciò per un’ultima volta. – A proposito, i nostri uomini saranno alla continua ricerca di quell’entità che voi chiamate ‘Hope’. La ritenete il capo delle ‘Hope Generiche’, giusto?- domandò. Evgenij annuì. Maxwell sorrise. – Perfetto allora, appena la troveremo la conterremo e la studieremo. Ti auguro buona giornata. – disse per poi andarsene.

– Che tipo strano… Strana la Fondazione in generale… – pensò Evgenij, per poi sedersi sul divano apparentemente preoccupato per quella contingenza improvvisa, Sonja si avvicinò a lui per poi dargli un bacio sulla guancia.
– Ha detto che lo fanno per proteggerci, no? Dai, io mi fido, dobbiamo solo abituarci a tutta questa… ‘sicurezza’. – disse la donna.

Evgenij si voltò verso di lei. – Se lo dici tu, allora mi fido… – per poi sorridere.

***

Maxwell passò per le vie di Fanficcinopoli assieme alle due guardie, cercando di arrivare a quella fessura che divideva le due realtà.

Durante la camminata gli parve di udire una voce. – HeI, tU kY sEi!’1?!?0!1′? –

– Mi scusi, non ho capito bene. Potrebbe parlare per caso con una delle 24 lingue ufficiali riconosciute dalle Nazioni Unite? –

– Nn So sE ai kaPyTo!1!! Tu 6 Nel MyO tErrItOrIo!1!!1! –

Maxwell e i due uomini armati si voltarono, per poi trovarsi un’entità simile al cantautore, musicista e attore canadese, Justin Drew Bieber, vestito con una giacchetta in pelle, e armato di mazza da baseball chiodata. Dietro di lui c’erano delle entità completamente sconosciute che dovevano essere i suoi scagnozzi.

“Oddio… Le leggi della fisica e la logica in questo posto sono completamente assurde…” pensò Maxwell.

Una delle due guardie si voltò verso Maxwell. – Signore, vuole che lo faccia fuori?- domandò.

Maxwell lo fermò. – Non preoccuparti, ci penso io. Sono bravo nel dialogo con le anomalie umanoidi. – disse per poi dirigersi verso la copia anomala di Justin.

– Ehi, senti, possiamo risolverla con le buone o con le cattive se vuoi, dimmi cosa vuoi e…-

Il Bad Boy, sentendo quelle parole, tirò fuori dalle tasche una pistola generica (molto probabilmente una M1911 del 1940) per poi puntarla in direzione del lupo antropomorfo. — Tu KoSa Ai Deto!?1?1!1 – domandò con rabbia.

Maxwell sospirò. – Lo sapevo che avrei fatto questa cosa… – Detto questo, tirò fuori da una delle tasche una Revolver Calibro 22, prese uno dei proiettili, la puntò contro Justin e gli sparò, uccidendolo con un singolo colpo perfetto in fronte, proprio in mezzo agli occhi.

Gli altri membri della sua gang parevano scioccati, uno di loro, somigliante in tutto e per tutto ad Harry Styles, cantante dell’ex gruppo pop britannico One Direction, urlò: – hA uCiSsO iL nOstRo Bos, faCcIamolo FuOrI!1!21!!2 –

Maxwell sospirò. – Tim, Jason, liquidateli… – disse, per poi occuparsi del cadavere di Justin mentre le due guardie corsero dalla gang e li fecero fuori con i loro P-90.

Durante il massacro Maxwell pensò ispezionando più a fondo il corpo di quel Justin anomalo. – Mhhh, dovremmo portarlo in laboratorio per analizzarlo. Forse dovremmo chiamare il vero Justin Bieber per farglielo vedere… –

In effetti, erano passati alcuni anni da quando la Fondazione SCP era stata messa allo scoperto al pubblico mondiale, per via di un incidente anomalo catastrofico che aveva portato alla scomparsa della Corea del Nord, che aveva fatto trapelare in seguito buona parte della loro documentazione alle maggiori reti di giornalismo dei vari paesi da parte delle Nazioni Unite; di recente il pubblico era venuto a conoscenza di quella zona anomala nota come Fanficcinopoli e l’aveva segnalato alla Fondazione SCP.

Finito il massacro le due guardie tornarono da Maxwell.

– Signore, li abbiamo fatti tutti fuori, cosa vuole che facciamo adesso? –

– Chiamate una squadra di pulizia, qui al Settore B-81. E chiamate anche una Jeep, deve avere con sé una sacca per cadaveri per portare via questo corpo, dobbiamo portarlo alla sala dissezioni di anomalie umanoidi del Sito-17. –

Dopo pochi minuti arrivò un furgone militare, da cui scesero diversi uomini con la tuta militare anticontaminazione che si occuparono dello smaltimento dei cadaveri, il veicolo venne seguito a ruota da una jeep militare, da cui scese un uomo molto familiare.

– Generale Donovan, menomale che è arrivato, stavo perdendo le speranze. Mi dica, sa per caso dov’è la squadra di sicurezza che dovrebbe occuparsi del Settore B-81? Non sono ancora arrivati, ci siamo dovuti occupare da soli di una ‘gang’ anomala! –

Donovan si tolse il berretto da generale.

– Ecco, diciamo che hanno avuto un problema. Hanno dovuto aspettare che passasse un branco di… Pony. E alcuni giganti. E successivamente hanno dovuto affrontare dei troll, credo… –

Maxwell si coprì gli occhi e rifletté. – Fammi capire bene… dei pony, dei giganti e dei… troll? Mi prendi in giro? Non è che sono solo un gruppetto di ragazzi che si fa di canne, come quelli del Sito-42? – domandò il lupo antropomorfo.

Donovan rimase in silenzio facendo cenno di no con la testa lentamente.

– Capisco. Questo luogo è veramente strano… Va bene, guarda, per questa volta si salvano, ma la prossima volta che succederà vedrò se riuscirò a trovare loro un posto nel team di ricontenimento di SCP-682, diglielo, mi raccomando! –

Detto questo, le due guardie aiutarono Maxwell a mettere il cadavere di Justin nella sacca, salirono sulla Jeep e partirono.

Poco tempo dopo, la Jeep arrivò davanti alla faglia che divideva le due realtà, assomigliava ad un gigantesco strappo luminoso, lo attraversò, per poi ritrovarsi fuori da una caverna, dove era stata installata attorno una sorta di base militare provvisoria che sorvegliava la zona.

Donovan uscì dal veicolo per un istante. -Allora, è uscita per caso qualche entità da questa zona? – domandò ad un soldato.

– No signore! Nessun avvistamento di entità umanoidi anomale, signore! –

Salì sul veicolo. – Tutto a posto Maxwell, adesso chiamo l’elicottero che vi riporterà al Sito-17. –

Poco dopo, atterrò in zona un elicottero, Maxwell e le due guardie salirono sul veicolo, mentre un altro paio di soldati in zona portarono la sacca con il cadavere sul velivolo a pale.

– Wow, questo luogo è assurdo. – disse Tim mentre si levava il casco da guardia di dosso.

– Concordo appieno. – rispose Maxwell.

– Ma mai come quando siamo rimasti intrappolati in quel negozio IKEA di cui non ricordo il numero per… Sei anni, credo? – disse Jason.

– Era SCP-3008 quello. – rispose Maxwell a Jason.

– E comunque immagino le cose terribili che avete visto in quel posto, ma niente sarà mai in confronto a questo. Già è tanto se non lo abbiamo riclassificato come SCP, sono da ritenersi fortunati i membri del ‘Corpo di Recensione’. –

Prese un sorso di caffè. – In effetti ancora non capisco come sia possibile che vi siate ricordati di quegli eventi, dopo che vi hanno cancellato la memoria… – borbottò Maxwell.

– Beh, forse è un segno del destino. – disse Tim.
Maxwell annuì. – In effetti, può essere. –

La cosa buffa è che, Tim e Jason erano solo due civili, ma poi, per una serie di eventi assurdi, che li avevano fatti rientrare in contatto con la Fondazione SCP, erano entrati a far parte di essa, tutto ciò pochi anni prima che avvenisse il famoso Incidente Nordcoeano.

Ci fu qualche secondo di silenzio.

– Senti Maxwell, hai detto che alla tua ragazza, Iris, piace Justin Bieber, giusto? – domandò Jason. Maxwell annuì.

– E allora, come pensi reagirà appena vedrà il cadavere di questo Justin Bieber tarocco? -domandò nuovamente Jason.

– Le spiegherò tutto, ora riposatevi, ve lo siete meritato, uomini. – rispose Maxwell per poi mettersi il cappello sul muso e addormentarsi, mentre il velivolo spariva all’orizzonte per tornare al Sito-17, a New York.

***

Quella sera, Maxwell si sedette alla sua postazione di lavoro, nel suo piccolo ufficio e incominciò a scrivere al computer.

—-

Dossier ‘Corpo di Recensione’

Designazione numerica: #1158

Area Operativa: Fanficcinopoli, [REDATTO], ██°██’██”S ███°██’██”W

Livello di Minaccia: Basso

Panoramica: Il Corpo di Recensione è un gruppo anomalo situato a Fanficcinopoli, una realtà alternativa a cui si può accedere mediante una faglia delle due realtà situata in una caverna in [REDATTO].

Il Corpo di Recensione ha come obiettivo primario la neutralizzazione delle istanze di SCP-5009. Il Gruppo d’Interesse è stato scoperto mediante i file di Wattpad e la corrispondenza dei profili anomali, che non corrispondono a nessun individuo della nostra dimensione.

In data del (Giorno di uscita della recensione 10/10/2020), il vicedirettore del Sito-17 e capo del Team di Neutralizzazione delle istanze di SCP-5009, Maxwell Jones, ha firmato una trattativa con PdI-67655 noto come ‘Evgenij’ per formare un’alleanza per aumentare le probabilità di successo della neutralizzazione delle istanze di SCP-5009.

Qui in seguito è riportata una lista di tutti i membri del ‘Corpo di Recensione’ registrati fino ad ora, secondo le varie informazioni fornite dagli Agenti sul campo in incognito:

PdI-67655 ‘Evgenij: Maschio, uno dei due Fondatori del GDI (Abbreviazione di ‘Gruppo d’Interesse). Etnia sconosciuta, età sconosciuta (probabilmente intorno ai trent’anni). Coniuge di PdI-67656.

Status: attivo

PdI-67656 ‘Sonja’: Femmina, coniuge di PdI-67655. Etnia sconosciuta, età sconosciuta. Attualmente non ha partecipato a nessun progetto di neutralizzazione di alcuna istanza di SCP-5009. Apparentemente ha un aumento della forza improvviso quando suo marito è in pericolo.

Status: attiva

PdI-67657 ‘fanwriter91‘: Maschio, uno dei due Fondatoridel GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta. Ha partecipato a buona parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze di SCP-5009. Nel tempo libero si dedica alla revisione di un libro che nella nostra controparte reale è stato pubblicato come ‘L’Avvento dell’Imperatrice‘.
Ulteriori indagini su possibili collegamenti in corso.

Status: attivo

PdI-67658 ‘Mattheus93‘: Maschio, membro delGDI fin dai primi mesi di attività. Etnia sconosciuta, età sconosciuta. Ha partecipato a buona parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze.

Non sono disponibili ulteriori informazioni su PdI-67658.

Status: attivo

PdI-67659 ‘RecensioniStronze’ (aka ‘Cavalier Scalogno’): Femmina, collaboratrice del GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta. Ha partecipato ad alcuni progetti di neutralizzazione delle istanze.

Si ritiene che sia a comando di un piccolo impero.

Sono in corso delle indagini sull’attuale posizione di PdI-67659.

Status: sconosciuto

PdI-67660 ‘Lo_Zio_Tom’: Maschio, collaboratore del GDI. Origini romane, sedici (16) anni. Ha partecipato a diversi progetti di neutralizzazione delle istanze.

Alcolista.

Status: inattivo

PdI-67661 ‘FearTear‘: Maschio, membro del GDI. Etnia sconosciuta, trentatré (33) anni.

Ha partecipato ad alcuni progetti di neutralizzazione delle istanze.

È amico di un’anomalia nota come Turbo, designata come SCP-████, un vecchio videogioco arcade 8-Bit degli anni ’80 ritirato dalla Fondazione nel 1983 per via delle sue proprietà memetiche anomale.

Sono in corso delle indagini per possbili collegamenti tra PdI-67661 e SCP-████.                                                                    

Status: attivo

PdI-67662 ‘Shade Owl‘: Maschio, membro del GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta.

Ha partecipato ad una parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze.

Convive in un piccolo appartamento con tre entità che sembrano essere: Severus Piton della saga di Harry Potter (PdI-67663) una gatta di nome Gaia (PdI-67664) e Cthulhu, personaggio proveniente dai libri di H. P. Lovecraft (PdI-67665). Tre agenti sono andati persi nel tentativo di acquisire ulteriori informazioni, probabilmente consumati da Pdl-67665. Di recente, si è associata al suo gruppo anche Ellie (Pdl-67666), personaggio della saga videoludica di The Last of Us: pare essere più pericolosa di Pdl-67665.

AVVERTENZA:
EVITARE ULTERIORI CONTATTI CON PdI-67662 SE NON STRETTAMENTE NECESSARI.

Status: attivo

PdI-67667 ‘Lady R‘: Femmina, membro del GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta. Ha partecipato a una parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze.

Durante i suoi progetti è accompagnata da una ragazza della sua età che si fa chiamare ‘La Bionda’ (PdI-67668).

Carattere violento, non avvicinarsi a lei senza le previe misure di sicurezza (vedi il manuale scritto dall’agente sul campo, Thomas ██████ “Guida Alla Sopravvivenza con PdI-67667”).

Non nominare mai la parola ‘Piccola’ in sua presenza.

Status: attiva

PdI-67669 ‘HacchanADL‘: Femmina, membro del GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta. Ha partecipato a una parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze.

Si ritiene che sia un agente in borghese, ulteriori indagini in corso.

Status: attiva

PdI-67670 ‘RussianSonia1992‘ (aka ‘Odin Eidolon’): Femmina, membro del GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta.

Ha partecipato ad alcuni progetti di neutralizzazione delle istanze. Nel tempo libero scrive.

Non sono disponibili ulteriori informazioni.

Status: attiva

PdI-67671 ‘FrancescoGamba’ (aka ‘The Someone’, ‘Quel Nerd col Pizzetto’): Maschio, membro del GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta.
Ha partecipato ad una parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze. Si ritiene che fosse a conoscenza della Fondazione prima che avvenisse l’Incidente Nordcoreano, verificatosi il 12/12/18.

Sono in corso delle indagini di medio livello.

Status: attivo

PdI-67672 ‘crazygiulia’ (aka giulia0494): Femmina,membro del GDI. Autrice non vedente. Ha scritto alcune riflessioni volte a contrastare l’influsso delle istanze. Non sono disponibili ulteriori informazioni.

Status: attiva

PdI-67673 ‘Capitan Eagoat’: Genere sconosciuto. Etnia sconosciuta, collaboratrice del GDI. Età sconosciuta. Membro del GDI. Ha partecipato a una parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze. Non sono disponibili ulteriori informazioni.

Status: mediamente attivo/a

PdI-67674 ‘Il Cerbiatto Volante’: Femmina, membro del GDI. Etnia sconosciuta, età sconosciuta. Ha partecipato a una parte dei progetti di neutralizzazione delle istanze. Non sono disponibili ulteriori informazioni.

Status: mediamente attiva

PdI-67675 ‘TheBoxOfFun‘: Maschio, ex-collaboratore del GDI. Italo-brasiliano, diciassette anni (al momento della sua scomparsa). Sofferente di Sindrome di Asperger e ditic nervosi. Ha partecipato a diversi progetti di neutralizzazione delle istanze. Aveva una forza sovrumana e un’abilità elevata nell’utilizzo delle armi da fuoco e bianche. Sono in corso delle indagini sull’attuale posizione di PdI-67675.

Status: scomparso.

Maxwell si stiracchiò le zampe non appena ebbe finito di scrivere l’ultima parte.

Sbadigliò e si alzò dalla sedia dopo aver salvato l’articolo e inviato al Concilio O5. Dopodiché si diresse nella sua stanza dove c’era Iris ad attenderlo. Quella notte sarebbe stata molto tranquilla. Solo loro due, e Monty Python e il Sacro Graal.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...