“No alla “IUS SOLI”” (Via i razzisti da Wattpad!)

razzismo-1

 

Vi sarete accorti che di recente mi occupo quasi soltanto di stroncature e confutazioni di robaccia fascista e razzista presa da Wattpad. Perché?

Perché questo schifo è infinitamente più dannoso e pericoloso di tutte le fyccine alla “Hazard Hall”, “Luce e ombra” e “Fine” messe assieme, più di tutti gli After e le Cinquanta sfumature. Perché abbiamo ignorato questa inondazione di menzogne e oscenità, convinti che fosse solo opera di pochi, che fosse “folclore” (come dicono certi politici di destra) e altre stupidaggini simili.

I fascioleghisti non si limitano più a scrivere idiozie su Internet e a insultare Laura Boldrini o Cecile Kyenge. Ora sparano nelle strade.

Nel nostro piccolo, vogliamo opporci a tutto ciò. Qui facciamo recensioni critiche: dunque dimostreremo la falsità e l’inconsistenza di ogni apologia di razzismo e fascismo presente su Wattpad, dalla prima all’ultima.

https://www.wattpad.com/438221577-titolo-predefinito-scrivi-il-tuo-no-alla-ius-soli

Cominciamo col dire che ““““l’autore”””” di questo “““““libro””””” ha come nickname “ImperoItalico”, con tanto di bandiera italiana ornata dal fascio littorio come immagine.

Della serie, partiamo proprio con il piede giusto.

La seconda cosa che si nota è che ImperoItalico non ha neanche messo un titolo: in realtà, “No alla “IUS SOLI”” è il titolo del primo capitolo. Infatti, questo “““““libro””””” tecnicamente s’intitola “Titolo predefinito – Scrivi il tuo”.

Perfetto, manco saper scrivere un titolo…

Ammirate poi i tag: “bianchi”, “duce”, “dux”, “fascismo”, “iusdoli”, “neri”, “razzismo”.

Però sono pronto a scommettere che anche costui dichiarerà di non essere davvero fascista, come AblazeITA e athhla, vero?!

Assolutamente non fascista, per carità. Certo, non ha scritto niente a riguardo nell’introduzione; anzi, non l’ha proprio scritta: non sono sorpreso, non è stato neanche capace di scrivere un titolo.

Ma arriviamo finalmente al primo e unico capitolo, o forse dovrei dire paragrafo.

“Da non fare perché, poniamo il caso che: se due neri arrivati in Italia da 6 mesi fanno una figlia, perché bisogna dargli la cittadinanza per forza, se tu la guardi ti sembra una Italiana?

No, non è Italiana e mai lo sarà. Se questa legge andrà in atto pensa: la figlia dei due neri diventa cittadina Italiana a tutti gli effetti (no) per legge i suoi diventano Italiani. La figlia quando avrà 16 anni o più verrà svenduta al primo immigrato per dargli la cittadinanza italiana. Anche se ci sono neri sinceri, onesti e lavoratori bisogna mandarli via. Risultato più posti di lavoro.”

Sei righe, maiuscole a caso, alcuni numeri scritti in cifre e altri no, punteggiatura messa senza criterio e contenuto aberrante.

Rendiamoci conto: questa schifezza scritta in italiano scadente è in posizione 610 in saggistica!

Vediamo ora di esaminarla. È chiaro che si riferisce alla proposta di legge sullo Ius Soli, ovvero la proposta di legge di iniziativa popolare portata avanti da associazioni e comuni italiani nel 2011, tramite la campagna “L’Italia sono anche io”. Vennero raccolte duecentomila firme (fidatevi che sono tante, io ho fatto un po’ di volontariato e attivismo, ed è difficile convincere le persone) e la proposta fu presentata alla Camera nel febbraio 2012.

Già, questa legge non l’hanno voluta la Boldrini o i buonisti del PD, ma una parte del popolo italiano!

Con ciò voglio dire che non è un’imposizione dall’altro, come la propaganda di destra vuole farla apparire, non lo è proprio per niente.

A dire la verità, l’idea di modificare le norme legate alla cittadinanza italiana circolava fin dagli anni Novanta, quando cominciò ad essere palese l’ineguaglianza nei diritti fra bambini che frequentavano le stesse scuole. Infatti, con la normativa attuale i figli degli immigrati devono aspettare di essere maggiorenni per poter richiedere la cittadinanza italiana. Vivono in Italia, imparano l’italiano (a volte meglio della loro lingua), frequentano italiani, magari vogliono trovarsi un lavoro e vivere in Italia, ma non sono cittadini agli occhi della legge. Vi pare giusto, questo?

Ovviamente si tratta di una questione complessa, ma di certo la soluzione non può essere quella di ghettizzare i figli di immigrati. Questo non potrà che portare a tensioni sociali e conflitti, mentre dall’integrazione avremmo tutti da guadagnare. Almeno, tutti meno razzisti e fanatici da ambo le parti.

La proposta di legge è stata presa in considerazione solo nel 2015, dal governo presieduto da Renzi, ed è stata modificata. La nuova proposta di legge prevedeva uno Ius Soli temperato, vale a dire la possibilità per i bambini nati in Italia di diventare cittadini italiani solo se almeno uno dei due genitori avesse risieduto legalmente in Italia per cinque anni e fosse cittadino di un Paese dell’Unione Europea. Se invece nessun genitore è proveniente da Paesi membri dell’Unione Europea, sono necessari altri requisiti, quali il superamento di test di conoscenza della lingua italiana, ad esempio.

Pensate se gli analfabeti funzionali in rete venissero sottoposti a questo test! Via la cittadinanza a tutti!

Torno serio, scusate.

Inoltre, per i figli di immigrati extracomunitari (ovvero, da Paesi non appartenenti all’Unione Europea) è previsto che possano diventare cittadini italiani se hanno studiato per almeno cinque anni in una scuola italiana, conseguendovi un titolo di studio: questo è lo Ius Culturae.

Potete quindi subito comprendere come ImperoItalico non abbia capito un tubo della vera proposta di legge di cui pretendeva di parlare.

Vi lascio alcuni link e un bel video dove si spiega davvero cosa prevederebbe questa riforma, che purtroppo è stata nuovamente affossata.

Tra le altre cose, viene detto che non è vero che la cittadinanza diventerebbe facile da ottenere: ci sarebbero ancora, giustamente, tutta una serie di criteri e parametri da rispettare, ma non l’assurda pretesa di attendere la maggiore età per bambini nati in questo Paese.

https://www.internazionale.it/notizie/annalisa-camilli/2017/10/20/riforma-cittadinanza-da-sapere

http://www.repubblica.it/politica/2017/11/08/news/ius_soli_riforma_cittadinanza_neodemos-180557224/?ref=RHPPLF-BH-I0-C4-P5-S1.4-T1

Giusto per concludere la storia, la proposta di legge di cui vi ho parlato è stata affossata alla fine dello scorso dicembre, per mancanza di numeri al Senato: Movimento Cinque Stelle e i partiti di destra ovviamente hanno votato no, mentre una trentina di parlamentari del Partito Democratico erano assenti.

http://www.adnkronos.com/fatti/politica/2017/12/24/ius-soli-affossato-senato-polemica_zazqiOMmPFwBYlyeo7kMsN.html

Ma vediamo ora di capire bene le argomentazioni del nostro ImperoItalico.

In sostanza, costui dice esplicitamente che, a parer suo, per essere italiani non bisogna essere neri.

Questo è razzismo, puro e semplice.

Mi spiego meglio: secondo questo fascista, possono essere ritenuti cittadini italiani solo gli esseri umani di pura etnia italica. Qualunque cosa ciò possa dire, visto e considerato che nel corso della Storia l’Italia è stata invasa da Fenici, Greci, Cartaginesi, Galli, Teutonici, Ostrogoti, Visigoti, Longobardi, Arabi, Normanni, Spagnoli, Francesi, Tedeschi, e altri che ora ho dimenticato.

In sostanza, per ImperoItalico, chi è nero non ha il diritto di essere italiano.

Chi glielo spiega che in Italia esistono cittadini di etnia africana o sudamericana, discendenti di immigrati arrivati qui fra i quaranta e i venti anni fa?

Questi sono cittadini italiani a tutti gli effetti: i loro genitori hanno ottenuto la cittadinanza legalmente, e dunque i loro figli sono italiani.

Infatti, l’Italia è un Paese laico e antirazzista, ed essere italiani significa abbracciare la cultura e rispettare le leggi italiane.

Invece, nella Germania nazista e nell’Italia fascista vigeva la norma del sangue: era parte della Nazione solo chi era di pura ascendenza autoctona, e la Nazione si identificava con lo Stato. In tedesco esiste ovviamente un termine per indicare questo concetto: Volksgemeinschaft, ovvero, la comunità del Popolo, unita dal comune vincolo di sangue.

Devo davvero spiegare quanto questa idea sia orrenda, sbagliata e idiota?

razzismo_2

Vi lascio anche un bel video dello scienziato Telmo Pievani, studioso dell’evoluzione umana, che spiega perché non esistono razze umane.

http://www.raiscuola.rai.it/articoli-programma-puntate/telmo-pievani-spiega-perch%C3%A8-non-esistono-le-razze/24994/default.aspx

Siamo tutti esseri umani, non esistono differenze genetiche tra di me e uno originario della Costa d’Avorio, non più di quante ne esistano fra me e un francese. È vero, il fenotipo della pelle scura pare una differenza rilevante, ma questa è una visione paurosamente superficiale e scientificamente insulsa: il genotipo, che è quello che conta davvero, non è affatto diverso in modo sostanziale. Ovviamente non è lo stesso, ma ciò perché ogni essere umano ha un diverso DNA, nient’altro.

Una delle mie migliori amiche è nera di pelle: è figlia di immigrati della Costa d’Avorio, è nata in Italia, ha studiato in Italia, si è sposata (con uno dei miei migliori amici) e ha una figlia. Lei ha avuto fortuna, perché i suoi genitori sono immigrati da giovani, e hanno potuto ottenere la cittadinanza prima che lei nascesse, cosicché lei è nata con la cittadinanza italiana. Invece, la sua sorella maggiore ha dovuto ottenerla tramite le stesse procedure dei genitori, nonostante fosse nata qui e non abbia mai visto il suo Paese d’origine.

Queste persone sono italiane, e chiunque osi metterlo in dubbio per via del colore della loro pelle è solo uno schifoso razzista.

Si può diventare cittadini italiani anche se si è nati in un altro Paese, ma dopotutto immagino che ImperoItalico lo sappia: forse egli non avrebbe nulla da ridire di fronte a un francese o un norvegese o magari un russo che cerca di diventare italiano e di trasferirsi qui con la famiglia. Eh, già, perché loro sono “razza bianca”, come dice Attilio Fontana, ex sindaco di Varese e candidato per la presidenza della regione Lombardia con la Lega Nord.

Non deve essere eletto, o mi vergognerò della mia regione d’origine.

Tra l’altro, questo discorso si allaccia anche a quello della ragazza nera di pelle che voleva partecipare a un concorso di canto a Verona, ma si è sentita rispondere “è solo per italiani”.

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2017/16-agosto-2017/verona-ragazzina-italiana-rifiutata-concorso-perche-nera-sei-straniera-2401915099622.shtml

Potrei andare avanti per molto citando aneddoti di razzismo fascistoide, quindi meglio che mi fermi.

Torniamo invece a esaminare le illuminanti riflessioni di ImperoItalico:

“La figlia quando avrà 16 anni o più verrà svenduta al primo immigrato per dargli la cittadinanza italiana.”

Ora, non metto in dubbio che ciò possa succedere, ma pensare che tutti lo facciano è una generalizzazione inaccettabile e offensiva. E poi non è proprio facile diventare italiani, anche se si sposa un cittadino italiano: devono comunque passare almeno due anni dalla data del matrimonio, durante i quali i coniugi devono risiedere legalmente in Italia, e ci sono tutta una serie di condizioni da soddisfare, tra le quali, ad esempio, dimostrare di avere la fedina penale del proprio Paese d’origine pulita.

Per dire, eh, ché ad ascoltar Salvini sembra che nessuno voglia controllare nulla: i controlli ci sono eccome.

http://www.stranieriinitalia.it/l-esperto-risponde/lesperto-risponde/lesperto-risponde/cittadinanza-sono-divento-italiano-mia-moglie.html

Ma presumo che tali dettagli siano irrilevanti per soggetti come ImperoItalico.

Inoltre, ho il vago sospetto che gli italiani stessi facessero così, quando emigravano negli Stati Uniti d’America all’inizio del Novecento. Dopotutto, le donne venivano usate spesso come merce di scambio, specie fra le famiglie povere.

Italiani brava gente un corno.

Infine, la chiusura è davvero magistrale.

“Anche se ci sono neri sinceri, onesti e lavoratori bisogna mandarli via. Risultato più posti di lavoro.”

Se proprio non capite quanto queste affermazioni siano razziste, mettete “italiani” al posto di “neri”, e pensate che a scriverla sia stato un nazionalista americano negli anni Venti.

Non mi sto inventando nulla: gli statunitensi contrari all’immigrazione erano particolarmente accaniti nei confronti di italiani e irlandesi, colpevoli di essere poveri, pieni di figli, sporchi, malati e criminali. In effetti, gli italiani vennero accusati di portare la mafia negli Stati Uniti. Come al solito, è vero che le cosche mafiose colsero l’opportunità di espandersi oltreoceano, ma è altrettanto vero che moltissimi italiani del Sud fuggivano proprio dalla mafia in America o cercavano di combatterla una volta che la trovarono pure là.

Una delle prime vittime di mafia del secolo scorso fu il poliziotto italoamericano Joe Petrosino

O magari, se preferite qualcosa di più europeo, nella frase di prima provate a sostituire “neri” con “ebrei”.

Voglio spendere solo due parole per dire commentare la frottola secondo la quale gli immigrati rubino il lavoro agli italiani: gli immigrati non europei sono circa l’8.3% della popolazione italiana. Ora mi spiegate come fanno a rubare il lavoro al restante 91.7%? Davvero, sono curioso della formula che possa spiegare una simile corrispondenza.

Qualcuno potrebbe obiettare dicendo che i migranti fanno lavori che gli italiani non accettano di fare e che, quindi, accettano di lavorare anche in nero, ad esempio come braccianti nei campi di pomodori nel Sud Italia. Questi soggetti che invidiano chi viene costretto a lavorare come uno schiavo senza garanzie di sorta, e sotto il controllo di caporioni mafiosi, sono invitati a prendere quel “posto di lavoro”.

Per le altre bufale sui migranti, lascio la parola a Roberto Saviano, giornalista e scrittore che ha dedicato la sua vita finora alla lotta contro la criminalità organizzata in Italia e nel mondo.

Inoltre, non si parla mai degli immigrati europei (1.3%): anche loro rubano posti di lavoro, o magari non conta perché sono dei visi pallidi? Mah, chissà…

https://it.wikipedia.org/wiki/Immigrazione_in_Italia

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-06-21/migranti-quota-5-milioni-sono-l-83percento-residenti-italia-ancora-loro-lavori-meno-qualificati-090447.shtml?uuid=AEkxMFjB

Ma d’altra parte, è più facile dare la colpa a dei disgraziati che arrivano qui senza niente, piuttosto che interrogarsi sulla sostenibilità del sistema capitalista e ragionare sul fatto che il liberismo che ci ha portato alla crisi economica del 2009, i cui strascichi ancora oggi si sentono, sarebbe forse da rivedere. Forse, eh.

Tuttavia, qui il problema chiaramente non è l’ultima idiozia sui posti di lavoro. Il punto della questione è il razzismo che trasuda dalle parole di ImperoItalico, lo stesso razzismo che è stato usato come propaganda elettorale dalla Lega Nord di Matteo Salvini e che avvelena ormai il nostro Paese.

Questo brano di ImperoItalico è propaganda razzista, benché tenti di camuffarsi con toni pacati, e in quanto tale è inaccettabile.

Voglio approfittare di questa recensione per condividere qualche riflessione sui fatti della scorsa settimana, che forse già conoscerete.

Giovedì primo febbraio è stato arrestato dai carabinieri di Macerata uno spacciatore originario della Nigeria, Innocent Oseghale (in Italia irregolarmente, essendogli scaduto il permesso di soggiorno), colpevole di aver ucciso (sebbene l’autopsia non abbia ancora stabilito le cause della morte) e fatto a pezzi una vittima della tossicodipendenza, Pamela Mastropietro, cercando poi di occultarne il cadavere. Va sottolineato il fatto che l’arresto è stato possibile grazie alla deposizione di un altro immigrante nigeriano, in regola coi permessi, che è andato dai carabinieri a offrire volontariamente la propria testimonianza.

A seguito delle indagini, è ora emerso che Pamela Mastropietro era fuggita da una comunità dove cercavano di aiutarla a superare la dipendenza. Mentre vagava da sola per la notte senza un soldo, ha incontrato un uomo di quarantacinque anni, che le ha offerto cinquanta euro in cambio di sesso.

Sabato tre febbraio, il leone da tastiera Gianfranco Corsi ha pubblicato un bel post con un fotomontaggio della testa mozzata della Presidente della Camera Laura Boldrini, accompagnato dalle seguenti parole:

“Sgozzata da un nigeriano inferocito, questa è la fine che deve fare così per apprezzare le usanze dei suoi amici”.

I sentinelli di Milano, laici, pro LGBT+ e antifascisti, hanno subito denunciando il fatto, ricevendo l’attenzione di la Repubblica e della Boldrini stessa, che è anche andata a ringraziarli di persona. Questa tra l’altro non è la prima volta che le capita qualcosa del genere: poco tempo fa i leghisti di Busto Arsizio hanno arso pubblicamente un fantoccio con le sue sembianze.

Ora Corsi è stato individuato dalla polizia e sarà sottoposto a un’inchiesta per minacce, nonostante cercasse di scusarsi in modo pietoso e vile.

Comunque, di recente un altro idiota, Giovanni Corsi, ha pubblicato un post analogo.

Poche ore dopo, sempre sabato tre febbraio, il terrorista razzista Luca Traini (ex candidato Lega Nord alle comunali del 2017) ha preso una pistola e ha sparato mentre andava in macchina per le vie di Macerata, colpendo sei persone (fortunatamente senza ucciderle):

Jennifer Odion, originaria della Nigeria, 25 anni.

Mahamadou Toure, originario del Mali, 28 anni.

Wilson Kofi, originario del Ghana, 20 anni.

Festus Omagbon, originario della Nigeria, 32 anni.

Gideon Azeke, originario della Nigeria, 25 anni.

Omar Fadera, originario del Gambia, 23 anni.

Per concludere la vicenda, i nazifascisti di Forza Nuova hanno dichiarato pubblicamente di voler difendere l’attentatore fascista Luca Traini in tribunale, mentre il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha detto che la colpa di questa violenza è tutta degli immigrati.

Ecco un po’ di link utili:

http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/01/news/ragazza_morta_in_valigie_fermato_nigeriano-187785520/

http://www.repubblica.it/politica/2018/02/03/news/boldrini_fotomontaggio-187954728/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3-S1.8-T1

http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/09/news/pamela_violenze_prima_della_morte_svolta_dall_autopsia-188398266/

http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/03/news/macerata_luca_traini-187950304/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S2.4-T1

https://www.ilgazzettino.it/italia/cronache/luca_traini_avvocati_pagati_forza_nuova_6_febbraio_2018-3531208.html

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_febbraio_04/milano-boldrini-fotomontaggio-choc-facebook-io-non-ho-paura-16c64a48-099d-11e8-a34a-fc54918998f4.shtml

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_febbraio_06/laura-boldrini-fotomontaggio-cesoia-pagina-fb-sentinelli-milano-pamela-fatta-pezzi-risorsa-nigeriana-f8e3413e-0b18-11e8-9333-a02b6d017075.shtml

https://www.giornalettismo.com/archives/2648605/pamela-mastropietro-selvaggia-lucarelli

Vediamo ora di capire cosa è davvero successo.

Un criminale nel giro della droga ha cercato di far sparire il cadavere di una povera ragazza di diciotto anni vittima della dipendenza, ed è stato arrestato molto rapidamente dalle forze dell’ordine, grazie anche alla testimonianza di una persona onesta (la quale, guarda caso, ha la stessa etnia del criminale).

Tra l’altro, questa ragazza, poco prima di morire, era stata indotta a prostituirsi da un maiale che si è approfittato di lei, anziché cercare di aiutarla.

Un tale però ha pensato bene che la colpa di tutto questo non fosse della mafia e della criminalità organizzata che controlla il giro di droga in tutta Italia, ma che fosse il caso di concentrarsi sul colore della pelle dello spacciatore e quindi minacciare di morte una delle cariche più alte dello Stato, per via delle politiche di accoglienza (ovvero, la Legge Bossi-Fini, votata da uno dei governi di Berlusconi – certo quindi non dalla Boldrini).

Poi, un fascista con il simbolo di una divisione delle SS sulla fronte rasata ha deciso che per fare giustizia bisognava fare una bella rappresaglia (come le SS e i fascisti della Repubblica di Salò) e ha sparato a sei persone innocenti del tutto estranee ai fatti.

Infine, un partito candidato alle elezioni ha apertamente difeso questo terrorista, mentre uno dei leader del cosiddetto centrodestra ha dato la colpa di tutta la vicenda a quelli con un colore della pelle diverso dal suo (e dei suoi amici che sostengono la “razza bianca”).

In questa storia c’è tutto: la criminalità e la droga, giovani tossicodipendenti, puttanieri che si approfittano di ragazze indifese, minacce di morte rivolte a una donna (l’odio dei fascioleghisti verso la Boldrini è alimentato in gran parte dal loro maschilismo), un fascista che spara addosso a vittime inermi e politici indegni che lo difendono.

Questa è la Germania del 1932: basta che mettiate ebreo al posto di nigeriano, e vi inventiate qualche altro crimine. Qualche ebreo era un criminale, così come qualche tedesco. Qualche nigeriano è un criminale, così come qualche italiano.

Il razzismo è proprio questo: dividere fra noi e loro, solo in base al luogo di nascita.

Loro sono cattivi, sono il male che va combattuto; noi invece siamo perfetti. Queste sono idiozie.

Non vedo alcuna differenza fra lo spacciatore omicida e il fascista terrorista: sono due criminali, e come tali devono essere giudicati e condannati secondo la legge.

L’Italia, come il resto del mondo, si sta facendo di nuovo avvelenare dal razzismo e dal nazifascismo. E noi dei Demoni di EFP non vogliamo accettarlo passivamente!

Noi ci schieriamo fermamente contro ogni forma di razzismo e fascismo.

Con determinazione,

Evgenij

 

 

 

PS: Tra oggi e domani a Milano, Genova e in altre città d’Italia ci saranno manifestazioni antifasciste e antirazziste in solidarietà a tutte le vittime di Macerata. Io e Sonja ci saremo. Se potete, cercate di andare anche voi: un piccolo gesto contro fascismo e razzismo.

https://www.facebook.com/events/1529294007185414/

Inoltre, vi informo dell’esistenza di un appello “Mai più fascismi”, promosso da Libera, l’associazione antimafia. Leggetelo e, se lo condividete come noi, firmatelo.

http://www.libera.it/schede-185-mai_piu_fascismi

 

PPS: (Aggiornamento del 01/03/2018) L’amministrazione di Wattpad ha ascoltato le nostre segnalazioni e ha rimosso questa ignobile e disgustosa propaganda razzista dal sito: vittoria! Abbasso i razzismi e ogni forma di discriminazione!

Ne approfitto per invitarvi a iscrivervi all’Anagrafe Antifascista, creata dal Comune di Stazzema (tristemente noto per la strage lì perpetrata dalle truppe di occupazione nazista il 12 agosto 1944),

http://anagrafeantifascista.it/

Chi si iscrive a questa anagrafe si riconosce nei principi della Carta di Stazzema

http://www.comune.stazzema.lu.it/index.php?pagina=eventi&id=524

della quale vi riporto questo brano:

“Iscriversi significa condividere, affermare, rivendicare i principi raccolti nella presente Carta, che sono alla base della nostra Democrazia, della Costituzione Italiana, della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, del Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema .

Iscriversi significa “essere per”: un mondo senza guerre, terrore e forme di oppressione; un futuro migliore, di progresso sostenibile, bellezza e civiltà; la fiducia nell’uomo e nelle sue potenzialità, nella ragione, nella cultura.

Per questo l’anagrafe è antifascista, perché il Fascismo è sinonimo di totalitarismo e autoritarismo; non solo un periodo storico quanto anche l’espressione di una visione del mondo e dell’uomo orientata al passato, arcaica, fatta di istinti, violenza, discriminazione, oppressione, razzismo. Essere antifascisti è una battaglia di civiltà: è l’affermazione di un universo di idee e di valori opposti ai totalitarismi.”

Potrebbe sembrare che tutto ciò abbia poco a che vedere con una comunità di scrittori amatoriali e fan di varie opere di fantasia quale è Wattpad, ma voglio ricordarvi che, in assenza della libertà di pensiero, parola e stampa, simili siti di scrittura creativa non possono esistere.

6 pensieri su ““No alla “IUS SOLI”” (Via i razzisti da Wattpad!)

  1. È sempre bello leggere persone farneticare riguardo la “razza”.
    Per la biologia e la genetica le “razze umane” non esistono, ma certa gente non lo capisce o non lo accetta, e spera di avere ragione continuando a portare avanti argomenti profondi come “io sono bianco, lui è nero”.
    Potrei stare qui due ore a parlare di perché, da un punto di vista genetico, le razze umane non esistono, ma temo che per spiegare concetti come “cromosomi omologhi”, “interfecondità”, “alleli” e “genetica di popolazioni” a chi nemmeno sa mettere una virgola mi ci vorrebbe molto di più…

    Piace a 1 persona

    1. Io non mi ricordo se ho imparato alle medie o in prima superiore che facciamo tutti parte di una singola razza, e che al massimo si può parlare di etnie. Se non sbaglio c’era scritto lo stesso su un libro di mio fratello maggiore, e lui ha tredici anni più di me, quindi mica è un concetto uscito l’anno scorso!

      Piace a 2 people

  2. Avevo già letto l’articolo, ma solo ora riesco a commentare. Che dire? Al di là della questione “ius soli”, è davvero triste che esistano persone che giudicano gli altri in base al colore della pelle. E mi fa molto piacere vedere che vi interessate a questi temi, perché è importante affrontarli e discuterne: il razzismo non è ancora morto, purtroppo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...